Blog Archives

Strumenti per vivere di rendita: il risparmio, le entrate automatiche, le catene e le piramidi.

“Che lavoro fai ?”
“Costruisco le piramidi.”
Questa era la risposta di uno schiavo ai tempi dei faraoni.

Meno male che oggi non ci sono piu’ gli schiavi.
Oddio, magari potrebbe piacerti essere frustato, non ho intenzione di convincerti del contrario, ma se sei ancora qui a leggere i miei articoli forse e’ perche’ vuoi smettere di lavorare e trovare strumenti per vivere di rendita insieme a me.

Uno degli strumenti e’ diventare milionario per poi fare investimenti.
Oggi ho visto la pubblicita’ di un corso di T. Harv Eker sul retro di un autobus e pensavo ‘E’ giunto pure qui ? Vabbe’, per fortuna che oggi abbiamo l’opportunita’ di fare un corso per diventare milionari. Ognuno di noi ha in mano il proprio destino’
Cosa comporta vivere di rendita nel 2013 ?

Read more »

Vivere di rendita come filosofia e stile di vita: il conto svago e il denaro spirituale


Dopo una settimana fitta fitta di impegni, ho deciso di fare qualcosa per migliorare la mia salute. Ieri ho rimesso piede in sala pesi dopo 2 anni di pausa.
Il pavimento in parquet, gli attrezzi di ultima generazione, i dischi in ghisa nuovi, l’ambiente pulito.
Ho scelto quello che volevo.
Mi sono informato sulle palestre della zona e alla fine ho scelto quella del paese dove vivo: 3 mesi li ho pagati 178 euro, risparmiando circa 140 euro rispetto ai prezzi medi.
Sto gia’ vivendo di rendita.
Come fai a vivere gia’ di rendita? Non devi aspettare di avere il capitale necessario, o aspettare di ricevere la liquidazione.
Devi andare oltre i tuoi limiti: vivere di rendita e’ uno stile di vita che va imparato.
Se aspetti di avere il capitale potrebbero passare altri 30 anni per arrivare alla liberta’ finanziaria, durante i quali ci si costringe a continuare ad essere schiavi. Un prezzo troppo alto per la libertà, per scoprire poi magari di essere troppo vecchi per godersela.
La liberta’ finanziaria puo’ iniziare subito, se pensi che sei gia’ finanziariamente libero ora.

Read more »

Costruisci la tua liberta’ finanziaria. Quanti soldi ti servono per vivere di rendita ?


Nei giorni scorsi e’ scoppiato lo scandalo derivati MPS ,ovvero della banca Monte dei paschi di Siena.
La Banca Monte dei Paschi di Siena (abbreviato in MPS), e’ nata nel 1472 come monte di pietà per dare aiuto alle classi disagiate della popolazione della città di Siena, ed è ritenuta la banca in attività più longeva del mondo. (fonte : wikipedia)
Ve la immaginate nel 1472, a Siena, in pieno medioevo nasceva una banca che prestava soldi a chi non ne aveva, ai tempi in cui le monete erano d’oro vero (e non di carta straccia come oggi)
A garanzia del prestito davano polli, mucche e grano.
Da alcune indagini effettuate , pare ci sia un ‘buco’ di svariati miliardi di euro dovuto a investimenti e acquisti dal prezzo superiore alla capacita’ della banca di assorbirlo.
C’e’ il rischio fallimento.
Come e’ possibile che una banca attiva da piu’ di 500 anni, sia stata portata sull’orlo del fallimento in pochi anni da alcuni soggetti ?
Quanti anni, quanti soldi servono per costruire una societa’ a prova di fallimento ? A quanto pare non bastano mai, se vengono male investiti.
Le banche sono sicure ?
Cosa c’e’ di sicuro al mondo ?
Due cose.
Le tasse e la morte.
Gli istituti di credito non godono di un’ottima fama in questo momento. Negli ultimi anni hanno effettuato investimenti ad altissimo rischio (derivati) e concesso mutui a soggetti con rischio di insolvenza, mandando in fumo i soldi dei risparmiatori.
Se un soggetto (in questo caso la banca) presta soldi a uno che ha un lavoro precario, sta rischiando che non glieli restituisca piu’ indietro.
Se questo prestito e’ stato fatto utilizzando soldi di migliaia di persone che hanno lavorato tanto per metterli da parte, ecco che giustamente in caso di mancata restituzione ci sarebbe qualche problema con migliaia di persone…
Anch’io anni fa ho prestato 10.000 lire a un mio amico che non me li ha mai restituiti.
E’ colpa sua ? ho sbagliato io a prestarglieli ? Dovevo chiedergli qualche garanzia ?
Quando si fa un prestito o un investimento, bisognerebbe accertarsi della capacita’ di restituzione del prestito del soggetto a cui si prestano i propri soldi.
A quel punto non bastano miliardi di euro a coprire prestiti che non andavano fatti.
Ma la banca chi e’? Un’entita’ astratta o un gruppo di persone?
Che tipo di persone sono coloro che compiono queste operazioni ?

Sapete cosa sono i derivati ?
Scommesse sul prezzo futuro di un certo bene.
Scommesse, nient’altro che scommesse.
Voi affidereste i vostri risparmi a uno che li gioca in scommesse ?

Ok, abbiamo capito che e’ meglio rivolgersi altrove per vivere di rendita.
In rete e’ possibile trovare siti che calcolano quanti soldi servono per vivere di rendita con tabelle predefinite, preconfezionate, costruite su orizzonti temporali anche di 30 anni.
Questi calcoli richiedono capitali anche di 700.000 euro e che uno debba aspettare 30 anni per guadagnare senza lavorare
Queste tabelle si possono applicare a tutti ?

Questo blog e’ nato per dimostrare che e’ possibile realizzare sogni. Adesso.
Io voglio vivere di rendita ora, non tra 30 anni.
Perche’ devo aspettare di essere vecchio per raggiungere la liberta’ finanziaria ?
E’ possibile vivere da subito di rendita senza enormi capitali ?

Se prendiamo come riferimento le spese mensili e l’obbiettivo e’ costruire entrate automatiche almeno pari ad esse, tutto il resto non ci deve interessare (mutuo, bollette, seguire le offerte dei discount, seguire le offerte dei cellulari, risparmiare su tutto, ecc.)
Non servono capitali enormi.
E’ sufficiente pensare ogni giorno a come portare a casa la pagnotta.
So cosa significa pensare ogni giorno a come guadagnarsi da vivere : se sei abituato a ricevere uno stipendio a fine mese, non ti viene neanche da pensarlo.
Ma a fine giornata, chiediti cosa hai fatto oggi per costruire entrate automatiche.

Non basta.
Potresti avere uno stipendio da favola, e pensare a come diventare ricco, ma finche’ non lo sei dentro, non sarai mai ricco.
Potresti fare le piu’ belle teorie su come vivere da nababbo, ma se non agisci come fa il nababbo, le tue teorie da sole non ti cambieranno la vita.
I soldi non ti cambieranno la vita.

Quindi, quanti soldi servono per vivere di rendita ? Zero.
Non dipende dalla cifra, dipende da te.
Se avrai la pazienza di seguirmi, ti dimostrero’ che non esiste una somma che possa andar bene a tutti, perche’ a me potrebbero bastare 10.000 euro , a te 50.000 , percio’ dipende da te ,dalla tua situazione, da come pensi e da come agisci.

Settimana scorsa io e mia moglie volevamo andare al cinema , ma non sapevamo che film vedere, cosi’ mia moglie ha optato per ‘Django Unchained’ , l’ultimo film di Tarantino.
Non mi sta molto simpatico il regista, ma contiene parecchie scene di trattative a livello avanzato, in situazioni estreme : roba da prendere appunti.
Lo consiglio a chiunque volesse imparare l’arte della negoziazione.
Un bel corso sulla negoziazione al costo di 6,80 euro.
E chi se lo immaginava ? Il film non l’ho neanche scelto io.
Dipende da come guardi le cose.
Dipende da come guardi la vita.
Dipende da te.

La prossima settimana faro’ un po’ di giri presso le agenzie immobiliari della mia zona.

Puoi creare la vita che vuoi

Liberta’ finanziaria. Stai attento alle sirene ammaliatrici, ti svelo un segreto


Quando racconto il mio sogno della liberta’ finanziaria, vedo molte facce molto scettiche su cio’ che dico.

Le domande mi vengono poste quasi in tono di sfida, e sembrano fatte apposta per confermare questo scetticismo.
‘Tu vorresti smettere di lavorare ? Come pensi di farcela ?’
‘Vorresti vivere di rendita ? Dimmi qual e’ il segreto’

Il lavoro sembra essere l’unica strada percorribile per avere una vita bella e sicura.
In effetti nel 2011 , dopo il rinnovo del nostro CCNL, in azienda esultammo perche’ avremmo ricevuto un aumento in busta paga di 99 euro al mese , a cui saremmo arrivati gradualmente in 3 anni, quindi il vantaggio di lavorare come dipendente e’ la possibilita’ di avere aumenti automatici a livello nazionale.
Non devi preoccuparti : ci pensa il sistema a non farti perdere potere d’acquisto.
E poi se ci pensi bene, lavorando accumuli contributi per la tua pensione.
Cavoli, ci pensi ? A 65 anni ti pagheranno per non fare un cazzo tutto il giorno, questo si’ che e’ vivere di rendita.
Vabbe’, ma in fondo cosa ti chiedono in cambio di tutto questo ? Ti chiedono solo di lavorare.
L’unico modo per vivere bene e’ lavorare 8 ore al giorno e mettere da parte i risparmi e poi andare in pensione.

Pensa, in cambio ti chiedono 8 ore della tua vita, ogni giorno, per 12 mesi all’anno, per 40 anni.
Sono quelle 8 ore in cui non puoi occuparti di te, non puoi occuparti dei tuoi cari, non puoi occuparti di migliorare la tua vita in base alle tue capacita’.
Non puoi lavorare per te, perche’ sei impegnato a lavorare per qualcun altro, in cambio di uno stipendio.
Ti promettono una vita bella e sicura, ma in cambio della sicurezza ti chiedono un bene preziosissimo : la tua liberta’.
Eccole le sirene ammaliatrici.

Non sai di essere schiavo, non sai di avere particolari capacita’ per meritarti di piu’ di quel che hai, perche’ fin da piccolo ti viene insegnato a stare al tuo posto.
Chissa’ come mai pero’ , non si ha mai la sensazione di essere nel posto in cui si vorrebbe davvero stare.
Chi sogna questo, chi sogna quello, poi pero’ ci si ripete in continuazione che e’ inutile sognare, bisogna lavorare per tirare a campare.

Siamo stati educati a pensare in questo modo e ci siamo costruiti la nostra gabbia.
E’ stata confusa l’educazione con la prigione.
Educazione non significa dire ‘buongiorno’ o ‘buonasera’ o andare a messa tutte le domeniche.
Essere educati vuol dire essere istruiti su qualcosa.
Educazione non contiene un giudizio di merito.
Essere educati puo’ essere su qualsiasi cosa.
Infatti ci hanno educato fin da piccoli a soffocare i nostri sogni e obbedire a qualcuno di piu’ autorevole.
Non avere grilli per la testa, studia e poi lavora.
Gia’, studia…ma che cosa ?

Io ho studiato come regalarmi un aumento senza aspettare 3 anni per averlo : ora ho 82 euro al mese in piu’ , grazie agli interessi del conto deposito.
E’ bastato informarsi un pochino , spedire una raccomandata e attendere l’attivazione.
Durante l’attesa ho fatto altro.
Questa attivita’ mi ha tenuto occupato qualche minuto.
Per avere i 99 euro al mese di aumento, ho dovuto aspettare 3 anni, durante i quali ho lavorato 8 ore al giorno
Sai quanto fa 8 ore al giorno x 240 giorni all’anno x 3 anni ?
Io ho fatto la moltiplicazione con la calcolatrice e il risultato e’ 5760 ore di lavoro.

Ah, qualcuno obbiettera’ che andando a lavorare puoi ottenere aumenti superiori.
Gia’, pero’ dopo avere avuto l’ aumento non penserai mica di startene a casa a grattarti la pancia, vero ?
Alzati sempre allo stesso orario, prendi la macchina , vai in ufficio, timbra il cartellino, lavora di piu’ cosi’ avrai l’aumento, ecc.
Attenzione : lavora di piu’.
I 99 euro sono le sirene, la tua gabbia.
Gli 82 euro sono il passaporto verso la tua liberta’.

Allora, qual e’ il segreto per vivere di rendita ?
Nessun segreto, ci vuole apertura mentale.
Venerdi ho chiuso positivamente una trattativa : 285 euro risparmiati rispetto al prezzo iniziale.
Quando dico ‘positivamente’ non intendo solo per me, ma anche per la controparte.
285 euro nelle mie tasche anziche’ in quelle del venditore.

Ultimamente vengo preso da molti per un pazzo visionario, tranne mia moglie che continua a credere in me, nonostante le mie strampalate teorie.
La amo anche per questo.

Questo e’ solo l’inizio.
Crea la vita che vuoi.

Vivere di rendita, l’importanza dello stato patrimoniale

Molti fanno il bilancio in questo periodo, ma io lo faro’ piu’ in la’ .
Prima voglio spiegarti qualcosa riguardo lo stato patrimoniale.

Nel corso del 2013 entrero’ sempre piu’ nello specifico di come raggiungo la mia liberta’ finanziaria, con esempi concreti.
Gia’, un bell’argomento vivere di rendita ed essere liberi, ma prima di parlarti delle cose belle , per capire di cosa parlo devi avere ben presente quali sono le basi.
Quando giocavo a calcio, prima che iniziasse la stagione agonistica mi dovevo allenare duramente e fare esercizi noiosi, come gli scatti, i giri di campo e gli esercizi senza palla.
Io e i miei compagni non vedevamo l’ora di tirare i calci al pallone, ma quegli esercizi noiosi ci sono serviti per non crollare dopo 10 minuti di partita e poterci divertire anche contro avversari agguerriti.

Stessa cosa per la liberta’ finanziaria, io mi diverto nel raggiungerla, perche’ gli errori che faccio sono gestibili, ma se non conosci le basi, affrontare il viaggio verso la liberta’ sara’ solo una sofferenza, un calvario.
Come faccio a muovermi per un progetto molto grande come il mio, se non so neanche quali risorse ho gia’ a mia disposizione per affrontarlo?

Vedi, quando il sogno di raggiungere la liberta’ finanziaria si e’ fatto largo nella mia mente, ed e’ cresciuto al punto che mi ossessionava notte e giorno nell’impietoso confronto con la quotidianita’, ho iniziato a immaginare come sarebbe stata la vita che desideravo per me e mia moglie.
Ho visto la casa che ho sempre sognato, ho visto anche il luogo esatto in cui si trovava, ho visto il panorama di cui potevo godere aprendo la finestra, ho visto me stesso mentre acquistavo il pianoforte (uno dei miei tanti sogni), perche’ avevo i soldi per poterlo comprare e lo spazio necessario per tenerlo in casa.
Ho visto nuove possibilita’, le ricchezze della Terra a cui avrei avuto accesso, la liberta’ maggiore di cui avrei goduto, le giornate intense, i nuovi orizzonti che mi si aprivano davanti agli occhi.
Un viaggio molto lungo, non c’e’ che dire, ma presente solo nella mia mente.

Gli antichi sapevano molto bene che un viaggio di migliaia e migliaia di chilometri inizia col primo passo.

Quando ho riaperto gli occhi ho guardato intorno a me e mi sono ritrovato perso : non sapevo neanche cosa mi apparteneva di gia’ e ne ignoravo il valore.
Forse avevo gia’ quello che desideravo e non lo sapevo!

Da qui e’ nata l’esigenza di redigere uno stato patrimoniale e di controllarlo ogni mese.
Perche’ tenere aggiornato il proprio stato patrimoniale ?
Ipotizziamo che decidi di partire con la tua barca verso un’isola tropicale.
Vorrai di sicuro fare l’inventario delle cose che hai e delle cose che ti serviranno durante il viaggio.
Vorrai ad esempio sapere quanta acqua hai, quanto cibo hai, quanto carburante hai.
Dovrai sapere in ogni momento le condizioni generali della barca.
Ecco, lo stato patrimoniale potrei definirlo come le condizioni della tua barca.
Tenerlo sotto controllo significa occuparsi dei propri beni, di cio’ che ci siamo procurati con la fatica del nostro lavoro, con il nostro ingegno, quindi significa occuparsi della propria vita.

Quali sono i beni che possiedi attualmente?

Prima di tutto occorre fare una distinzione tra gli elementi attivi e gli elementi passivi.
Come suggerisce la parola stessa, gli elementi attivi sono la parte del nostro patrimonio che ci da’ qualcosa. La parte passiva e’ la parte che ci toglie qualcosa.
Un attivo potrebbe essere la casa, che ti da’ un tetto sotto cui dormire o ti da’ una rendita mensile (affitto) , oppure l’automobile per portarti al lavoro o in vacanza.
La liquidita’ (conti correnti, conti deposito, fondi, con i relativi interessi che abbiamo gia’ maturato, ecc.) che ti consente di fare investimenti, acquisti, ecc.
Un terreno che magari hai comprato o ricevuto in eredita’, oppure il TFR (se sei un lavoratore dipendente)

Un passivo potrebbe essere una somma da restituire, un debito, per esempio il tanto odiato mutuo, con i relativi interessi da dare alla banca.
Forse questo post sta diventando noioso, ma se hai la sensazione di correre a vuoto tutti i giorni in una corsa inutile e ritrovarti sempre allo stesso punto, forse e’ il caso che inizi a prendere il controllo della tua vita e del tuo stato patrimoniale se vuoi venirne fuori.
Io mi sto mettendo in gioco attraverso questo blog e lo faro’ sempre di piu’.
Se vorrai seguirmi su queste pagine, forse arriverai anche tu a vivere di rendita.
Ci tengo a ricordare che qui racconto il mio modo per raggiungere la liberta’ finanziaria. Ognuno di noi deve trovare il suo modo sia che si tratti di vivere di rendita o di qualsiasi altro sogno da realizzare.
In qualita’ di business coach ho imparato che ogni situazione e’ diversa e va valutata insieme di volta in volta.
Vivere di rendita non significa non fare un cazzo nella vita, ma significa lavorare (e lavorare anche molto) all’obbiettivo piu’ grande che ci sia: migliorare la propria vita anziche’ quella del proprio capo. Renderla unica, su misura per se stessi.

Per concludere il discorso sullo stato patrimoniale, possiamo fare una distinzione ulteriore all’interno degli attivi.
Distinguere i beni mobili da quelli immobili, ovvero la parte liquida da quella non monetizzabile immediatamente.
Di una casa potremmo conoscere il valore, ma per trasformarla in soldi dovremmo prima venderla, occorrerebbe del tempo, percio’ fa parte dei beni immobili, cosi’ come il TFR, di cui non abbiamo disponibilita’ immediata.

Lo stato patrimoniale non e’ il conteggio delle entrate e delle uscite mensili, ma il valore (stimato) dei beni e il saldo di tutti i conti e/o fondi.
Io di solito li tengo aggiornati fino a due cifre dopo la virgola.

Perche’ tenerlo aggiornato ogni mese?
Perche’ cosi’ posso fare raffronti con lo stesso mese dello scorso anno, verificarne il valore totale e calcolare l’aumento o la diminuzione (speriamo di no!) di ricchezza in termini percentuali, confrontarlo con l’inflazione, oppure per valutare eventuali investimenti.

Nei prossimi articoli ti raccontero’ mio bilancio del 2012 e come realizzo la mia liberta’ finanziaria nel 2013, nel bel mezzo della crisi.
Ti sembro fuori di testa ?

Crisi o non crisi, sono contento perche’ sono riuscito a trascorrere le feste di Natale, Capodanno e l’Epifania con la famiglia e sono contento di aver conosciuto tante persone interessanti.
Questa si’ che e’ ricchezza.

Vivere di rendita, attrarre denaro : cosa pensi riguardo al denaro ?

Com’e’ il nostro rapporto col denaro ? Ci avete mai pensato ?
No ?
Alcuni hanno una sorta di timore verso i soldi, tant’e’ vero che il mantra di molti e’ “ il denaro e’ lo sterco del diavolo ” , ma e’ ovviamente una loro convinzione.
Rispettabile, ma pur sempre una loro convinzione.
L’avete mai visto il diavolo? E come sara’ il suo sterco? Il diavolo caga monete? Ma davvero? Mah…

Come fai a raggiungere la liberta’ finanziaria finche’ hai queste convinzioni ?
Per capire quanto queste convinzioni tengono le persone lontane dal denaro, basti pensare al luogo comune per cui siccome molta gente si e’ ridotta male perche’ aveva troppi soldi, allora i soldi sono pericolosi.
Pero’ come ci farebbe comodo averne un po’ di piu’…vero ?
Dunque fatemi capire : ‘sti soldi bisogna scacciarli via o attrarli a se’ ?
Un altro luogo comune vuole che chi parla sempre di soldi non abbia altri valori.
Oppure “chi ha tanti soldi e’ avido.”
Se sei avido , lo sei indipendentemente dai soldi.
In tutta risposta verrebbe da dire “Quando avro’ i soldi saro’ generoso” come se l’essere generosi dipenda dal conto in banca.
La generosita’ e’ un valore che si possiede dentro, e va portato alla luce.
Quindi se vuoi crearti entrate automatiche, non aspettare di avere denaro.
Devi cambiare dentro.

Quante convinzioni ci creiamo noi e sono limitanti per chi vuole raggiungere la liberta’ finanziaria!
Vuoi raggiungere la liberta’ finanziaria? E’ bene che ti abitui a gestire il denaro, affinche’ esso lavori per te.
Detta in …soldoni  , il denaro lo devi far lavorare al posto tuo, se vuoi vivere di rendita.

Eh si, perche’ noi siamo schiavi del denaro senza accorgercene , mentre l’obbiettivo dovrebbe essere quello di far diventare il denaro il nostro schiavetto.
Ok, il lavoro ha un suo valore intrinseco, nobilita l’uomo. Ma perche’ mi devo ammazzare di lavoro per i soldi, quando posso usarli a mio favore senza necessariamente ammazzarmi di lavoro?
Si lavora e si fatica per il pane e per la … :)
Battutacce a parte, come ci siamo finiti in questo circolo vizioso ?
Dal baratto siamo passati ai soldi perche’ sono molto piu’ versatili e frazionabili rispetto a una pecora o alla farina, percio’ si parla di liquidita’.

Poi invece succede che con le nostre azioni quotidiane teniamo il denaro lontano da noi. Diciamo che non bisogna fare le cose per denaro, pero’ accettiamo di dare 8 ore ogni giorno della nostra vita (la cosa piu’ importante che abbiamo) per … avere denaro!
Cioe’ , barattiamo un terzo della nostra giornata per avere in cambio un po’ di denaro , mentre passiamo la vita a dire che non bisogna fare le cose per denaro.
E’ una delle piu’ grandi ipocrisie del mondo.

Il denaro e’ un mezzo o un fine?
Se fosse un fine, basterebbe accumulare denaro per essere felici.
La realta’ e’ un’altra.
Coi soldi puoi viaggiare, costruire, realizzare, divertirti.
Ogni monetina, anche da 1 cent, e’ uno schiavo che puo’ lavorare per te, se sai come usarla.
E’ chiaro che dietro ai risultati c’e’ tanto lavoro e sacrificio, quando gli altri vanno in piscina tu sei li’ che pensi a come aumentare le tue entrate automatiche, quando gli altri stanno guardando la partita di calcio in tv, tu stai leggendo un libro oppure controlli come sta andando la quotazione dell’oro.

Quindi io penso che il denaro sia un mezzo e non un fine, ed e’ giusto, anzi e’ sacrosanto, dare uno sbocco a tutto il lavoro e sacrificio che si e’ fatto per accumularlo, utilizzandolo per premiare i tuoi sforzi e farti un viaggio in un paese esotico, oppure toglierti degli sfizi acquistando cio’ che piu’ ti piace. Ognuno ne faccia quello che piu’ gli pare, secondo le sue necessita’ e desideri.
Io personalmente non lo faccio per fare acquisti in modo compulsivo e possedere oggetti, non mi e’ mai interessato. Io lo faccio perche’ il denaro mi da’ liberta’ di manovra, mi consente di realizzare i progetti che ho in mente.
Allora : sei uno di quelli che decide di investire i soldi quando gli si presenta l’opportunita’ , magari quando sara’ troppo vecchio per goderseli, oppure sei uno di quelli che non aspetta che gli si presenti l’opportunita’ e decide adesso come investire cio’ che ha per creare opportunita’ di guadagno?

A questo punto, dopo questa filosofia …spicciola  sul denaro, vorrei ricordarti che se stai leggendo questo blog, e’ perche’ credi nei tuoi sogni cosi’ come io credo nei miei.
E un uomo che crede, e’ un uomo che realizza, quindi sii fiero di te stesso perche’ leggendo queste righe stai gia’ iniziando a realizzare cio’ che hai sempre sognato.
Si, perche’ contrariamente a quanto si pensa comunemente, io dico che i sognatori sono le persone piu’ concrete che esistano, e sai perche’? Perche’ sono persone che credono nel potere della propria fantasia.

E’ notte fonda di un venerdi di lavoro che e’ stato abbastanza pesante, di una settimana altrettanto pesante, oggi ho camminato per 1 ora sotto la neve, ma se penso che sono libero finanziariamente al 6,6 % e che in futuro ti raccontero’ come sto creando le mie entrate automatiche per arrivare a vivere di rendita (il sogno di tutti!), non vedo l’ora che sia gia’ domani mattina per spuntare la lista delle cose da fare.

Puoi creare la vita che vuoi.

Verso la liberta’ finanziaria – come costruire le rendite : investimenti a basso rischio

Oggi voglio entrare nel merito di come iniziare a costruire le proprie rendite e aumentare la propria liquidita’ .
Liquidita’ che tornera’ utile quando capitera’ l’affare giusto per crearmi ulteriori entrate automatiche.

In questo blog voglio farti capire che non serve essere miliardari per vivere di rendita.
A volte basta 1 euro.

Vuoi sapere qual e’ stato uno dei miei migliori investimenti ?
Un sabato pomeriggio di un anno e mezzo fa, ero in compagnia di mia moglie alle bancarelle di paese , sai una di quelle iniziative per aiutare a costruire una scuola in Africa.
Molte persone approfittarono del primo sole di maggio andandosene al parco
Io e mia moglie invece giravamo incuriositi per quelle bancarelle piene zeppe di libri.
C’era di tutto, romanzi d’amore, atlanti stradali, anche qualche fumetto datato.
Un titolo colpi’ la mia attenzione : ‘Come si legge il sole24ore’.
Era in ottimo stato e sul retro della copertina c’era ancora scritto il prezzo : 50.000 lire.
No, non ho sbagliato a scrivere.
Ho detto proprio Lire. Era l’edizione del 1995.
Per averlo , al tizio della bancarella gli ho dato 1 euro.
Oltre al fatto di aver comprato a 1 euro un libro che valeva 50.000 lire , che gia’ di per se’ sarebbe un bell’affare, il suo valore non e’ determinato dal prezzo di copertina.
Il suo valore e’ ben altro.
Da quando l’ho finito di leggere, nei 12 mesi successivi il mio patrimonio e’ aumentato del 1200%
Non ti sto a raccontare come sia stato possibile, la storia e’ davvero lunga, ti annoierei, mi servirebbero altri 30 articoli.
Questo pero’ potrebbe essere uno dei 30 articoli, non lo so, sta a te saper cogliere l’occasione.

Per avere rendimenti di questa portata e per vivere di rendita, bisogna avere fiuto, oppure culo, se preferisci vederla cosi’.
Fatto sta che le occasioni sono continuamente sotto i nostri occhi, ma non sempre abbiamo gli occhiali giusti per vederle e saperle cogliere al volo.
Se sei ancora convinto che sia solo questione di culo, lascia perdere me e questo blog.

Per chi crede che l’occasione giusta prima o poi arriva, esiste la possibilita’ di ‘parcheggiare’ la liquidita’ in un conto deposito.
E’ una forma di investimento a basso rischio.
In questo caso il rischio e’ l’insolvenza della controparte, ovvero la banca.
Per diminuire ulteriormente il livello di rischio, si puo’ verificare se la banca aderisce al fondo interbancario di tutela dei depositi che copre fino a 100.000 euro.

http://www.fitd.it/banche_cons/banche_consorziate/consorziate_elenco.htm

Il conto deposito non offre un rendimento molto stimolante : i migliori non arrivano neanche al 4% netto, percio’ bastano appena a coprirti dall’inflazione attuale.
Pero’ se proprio ami la sicurezza e/o non hai sottomano investimenti migliori, il conto deposito e’ un’ottima alternativa.
Se non altro si puo’ contare sul fatto che al termine prestabilito, riceverai un po’ di denaro extra, sotto forma di interessi proporzionali alla somma depositata : piu’ denaro depositi, piu’ denaro ricevi.
Tra i conti deposito non vincolati (che consentono di ritirare i soldi in qualsiasi momento) spicca ‘Rendimax Like’ di Banca Ifis che offre il 3,75% lordo e non fa pagare l’imposta di bollo.
Tra i conti deposito vincolati ‘si conto!’ di Banca Sistema offre il 4,40% lordo.
(Fonte : Confrontaconti.it)
E’ opportuno andare direttamente sul sito della banca per controllare promozioni, offerte e norme contrattuali.

Oro.
Se non ci accontentiamo del rendimento dei conti deposito, possiamo dare un’occhiata ad investimenti un po’ piu’ remunerativi, il cui livello di rischio e’ piu’ elevato.
Il metallo giallo continua ad avere una performance veramente invidiabile rispetto ad altre forme di investimento.
Guardando il grafico a 5 anni (EUR/kg), si puo’ notare che circa ogni 12-14 mesi, la quotazione subisce un’impennata.
L’ultima impennata e’ avvenuta a settembre 2011, ora siamo a dicembre 2012, chissa’ se in questi mese assisteremo a una nuova impennata.
Impennate a parte, negli ultimi 4 anni, il prezzo dell’oro e’ cresciuto del 133%
Se avevi comprato 1000 euro di oro nel 2008 , vendendolo ora riceveresti 2333 euro, con un guadagno netto di 1333 euro.

Quali altri investimenti possono dare un ritorno dall’investimento, ovvero un ROI (Return On Investment) a 4 anni pari o superiore al 133% ?
I BTP al 4% con rischio default incluso ? Auguri….

Ti ricordi il ROI del libro acquistato alle bancarelle ?
Attenzione, ROI maggiori richiedono anche abilita’ maggiori.
,-)

Vabe’, buone notizie per i metalmeccanici : avranno 130 euro in piu’ al mese. Tra 3 anni.
Io invece sento che sto per prendere un bel raffreddore.
Ricordati che la salute e’ importante.

Verso la liberta’ finanziaria , lo stato patrimoniale.

Settimana scorsa e’ stato approvato il cosiddetto ‘decreto produttivita’.
In cosa consiste ?
Praticamente il governo ha proposto agli italiani (tramite i sindacati e confindustria) di togliere un po’ di tasse in cambio di produttivita’.
Traduzione : se vuoi che ti riducano le tasse devi lavorare di piu’.
Traduzione per i duri di comprendonio : hanno agganciato le tasse al lavoro, non piu’ al motivo per cui sono nate, ovvero per finanziare i servizi pubblici (strade, rai, sanita’, scuola, ecc)
Non fa niente se i servizi pubblici fanno cagare, da domani devi lavorare di piu’ se vuoi che te le abbassino.
Lo vedi come ti fanno girare per bene sulla ruota ?
Trovano sempre il modo per farti rimanere sulla ruota, da bravo topolino.
Ti fanno annusare il formaggio per tenerti li’.
Ieri la riforma delle pensioni, oggi con la diminuzione delle tasse, domani chissa’ che si inventeranno.
Notizia di qualche giorno fa : “Ocse pessimista sull’Italia, «Necessaria nuova manovra nel 2014″ (Fonte : Corriere.it)
Siamo schiavi di agenzie di rating, associazioni , fondi monetari, che fanno le loro statistiche e ci chiedono continuamente sacrifici.

Qualche anno fa manco badavo a queste cose, motivo per cui mia moglie ormai non mi sopporta piu’ :)
Prima il mio metro per misurare la mia ricchezza, era la busta paga, le mie entrate e le mie uscite.
Se la busta paga aumentava, mi sentivo piu’ ricco.
Se mettevo da parte qualcosa a fine mese, mi sentivo piu’ ricco.
Pero’ c’era qualcosa che mi dava la sensazione di correre, correre, correre ed essere sempre allo stesso punto.
Se anche tu hai questi sintomi, allora sei proprio dentro la corsa del topo fino al collo.

Non ne sei convinto ?

Dicembre si avvicina, ma a noi non interessa aspettare dicembre per tirare le somme.
Negli ultimi 12 mesi, se sommi tutte le tue buste paga, quanto hai guadagnato ?
Fatto il calcolo ?
Ok, adesso da questa cifra , togli tutte le spese di 12 mesi, compresa la nuova cuccia per il tuo cane.
Togli mutuo , cibo, bollo auto, assicurazione, vacanze, cinema, telefonino, ecc.
Quanto ti e’ rimasto ?

Poco, vero ?
Non importa, sono comunque soldi risparmiati , che ti tieni in tasca.
Quello e’ il tuo vero stipendio, il tuo premio per aver dato 8 ore al giorno della tua vita al lavoro.
Il resto lo dai allo stato, alla banca, al cane e se ti va di sfiga pure a Equitalia.
8 ore al giorno x 5 giorni alla settimana x 48 settimane (4 le togliamo per le vacanze) = 1920 ore
1920 ore all’anno in cambio di quanto ? 4.000 euro ? 5.000 euro ?
Se fosse cosi’, potresti raggiungere il benessere nel giro di un ventennio…forse…

Perche’ uso il condizionale ?
Perche’ e’ vero in linea teorica.
Torna sulla terra, fai attenzione perche’ c’e’ l’inflazione in agguato, le varie crisi del momento, le manovre, manovrine, decreti vari, tutti pronti a mangiarti anche quello che riesci a mettere da parte.
Ne ho parlato qui

So che forse ti sto annoiando con questi discorsi : inflazione, politica, lavoro , ma questa e’ la mia strada per raggiungere la liberta’ finanziaria, che e’ il mio sogno attuale.

Ma come si fa a capire se siamo piu’ forti dell’inflazione , se la nostra ricchezza sta aumentando o diminuendo ?
Io sono gia’ ricco solo per il fatto che ieri ho potuto gustare con mia moglie una cioccolata calda alla nocciola con panna in un locale del centro, senza preoccuparmi di quanto costasse.

Tu invece potresti sentirti benestante perche’ hai comprato una casa, aprendo un mutuo con la tua banca.
Anche i tuoi si sono comprati la casa 30 anni fa.
Sai quanto l’hanno pagata ?
Siccome c’erano ancora le lire e ora c’e’ l’euro, non riusciremmo a capire chi l’ha pagata di piu’.
Percio’ e’ utile ragionare in termini di anni di lavoro (o di stipendio).
Loro con 10 anni di lavoro si sono ripagati la casa.
Tu , se ti va bene, a parita’ di metri quadri, devi dare 20 anni di lavoro.
Sai cosa significa ? Che devi lavorare il doppio per avere la stessa casa dei tuoi !
Oppure che le tue 8 ore di lavoro valgono la meta’ di quelle di tuo padre.
vabe’ dai, non volevo essere brutale, ti sei impoverito rispetto a loro, ma non e’ colpa tua.
Non potevi saperlo perche’ queste cose non te le dice nessuno, a scuola non te le insegnano, e tu eri troppo piccolo quando loro l’hanno comprata.
In quegli anni onestamente che cazzo te ne fregava dell’inflazione, del mutuo, del lavoro ?
Per noi bambini era importante giocare a calcio con gli amici, fare bim bum bam per scegliere la palla o il campo.

Ok, parliamo di numeri.
Quanto vale la tua casa in questo momento ?
Anzi, a quanto ammonta il tuo patrimonio ?
Anzi , scusa, innanzitutto sai cos’e’ uno stato patrimoniale ?
E’ la somma del valore i tutti i beni materiali che possiedi (immobili e liquidi)
Casa, macchina, ciotola del cane, la pelliccia della moglie (che sono la parte immobilizzata) + i conti correnti, gli investimenti (che costituiscono la parte liquida)
Se vuoi mettere nell’elenco anche l’orologio e il telefonino, fai pure, ma si tratta di cifre trascurabili che non fanno la differenza nell’insieme del patrimonio.
Fatto il conto ?

Facciamo che il totale sia 100.
Se dopo 12 mesi il totale e’ salito a 103, stai viaggiando al ritmo del 3% annuo, ovvero uguale all’inflazione attuale.
La tua situazione non e’ cambiata di una virgola.
Se il totale e’ inferiore a 103, sei sotto questo 3% : forse e’ il caso che fai qualcosa per aumentare il tuo patrimonio.
Se il totale e’ superiore a 103, sei sopra il 3% . Stai viaggiando piu’ veloce dell’inflazione, quindi ti stai arricchendo.

Tu non devi fare come faccio io , poiche’ sono tutte stronzate.
Devi fare quello che ti dice la tua testa.
Io qui racconto come faccio a raggiungere la liberta’ finanziaria, ma sono solo suggerimenti e spunti per te che leggi.
Se della liberta’ finanziaria non te ne frega una cippa, non importa, pensa a come realizzare il tuo sogno.
Leggendo questo blog ti voglio dimostrare che realizzare un sogno e’ possibile, e che i sognatori son le persone piu’ concrete che esistano.

Nei prossimi articoli affronteremo alcuni strumenti per mettere le basi verso la liberta’ finanziaria, incrementando la liquidita’.

Crea la vita che vuoi.

Raggiungere la liberta’ finanziaria, non smettere di imparare : due libri da leggere

Oggi voglio condividere con voi alcune risorse. Due libri utili per chi desidera realizzare i propri sogni , in particolare per chi vuole raggiungere la liberta’ finanziaria.

“Padre ricco padre povero” di Robert Kyiosaki.

“Perche’ vogliamo che tu sia ricco” di Robert Kyiosaki e Donald Trump.

Perche’ questi libri ? (non farti fuorviare dal titolo, cerca di andare oltre, non si tratta solo di soldi)
Perche’ ti insegnano cose nuove, che a scuola non ti hanno mai insegnato, che ti possono servire per raggiungere i tuoi sogni.
Perche’ ti fanno andare oltre i tuoi limiti mentali, sono fonte di ispirazione se vuoi costruire il mindset giusto per creare entrate automatiche e non solo.
Uff..Luca, per favore , parla come magni !

Ok, ti voglio raccontare una storia di superamento dei propri limiti e di cibo.
Era da mesi che avevo promesso a mia moglie che le avrei cucinato il risotto allo zafferano, anche se non avevo la piu’ pallida idea di come si cucinasse.
Cosa ho fatto ?
Ho fatto la cosa piu’ logica che la mia mente suggeriva : ho recuperato la ricetta, ho preso gli ingredienti al supermercato e ho provato a cucinarlo.
Non solo ci sono riuscito, ma mi sono divertito a farlo e mia moglie e’ rimasta soddisfatta !

Pensi che ti stia facendo perdere tempo ?

Allora non perdere altro tempo, c’e’ crisi, trovati un lavoro migliore di quello che hai.
Guarda gli annunci di lavoro : cercano un sacco di laureati, chiedono mille requisiti, devi essere ingegnere nucleare della NASA con esperienza pregressa di 7 anni nel settore, ah dimenticavo, eta’ massima 25 anni.
Cio’ significa che a 18 anni ti devi essere iscritto all’universita’, aver scelto la facolta’ giusta per te, che significa che devi gia’ aver le idee chiare su cosa sarai nei prossimi 20-30 anni, ti devi fare il culo e laurearti in 3 anni, a 21 anni trovi un lavoro e ti fai 4 anni di esperienza (magari all’estero)
Ma in quale mondo ?

A 18 anni impennavi ancora col fifty ? Cazzi tuoi.
Hai i requisit richiesti ? ok , in cambio ti offrono un contratto a tempo determinato.
Pensa : ti sei fatto il culo nei tuoi anni migliori, per avere un contratto a tempo determinato a 1000 euro al mese.
Un muratore che conosco, guadagna il doppio e non ha neanche finito le superiori.
Io ho mollato l’universita’ dopo un anno e mezzo, mi son messo a lavorare a 21 anni, ad oggi ho guadagnato di piu’ di molti miei amici laureati.
Non ti sta bene ? Avanti il prossimo !

Se sei arrivato a leggere fin qui e’ perche’ in questo quadretto ci stai stretto, non lo trovi giusto, forse non lo trovi all’altezza delle tue capacita’.
Allora non perdere altro tempo, leggi i libri.

Io per oggi, di libri te ne suggerisco due :

“Padre ricco padre povero” di Robert Kyiosaki.
Robert scrive : “Risparmiare soldi ogni mese non e’ una cattiva idea, e’ una delle opzioni disponibili, quella che scelgono molti.Il problema e’ che rende cieca la persona rispetto a cio’ che le gira attorno. Cosi’ perde le occasioni migliori per far fruttare i soldi che ha.”
Robert Kyiosaki, nato e cresciuto alle Hawaii, figlio di un professore universitario, ha fondato aziende , si e’ creato entrate automatiche ed e’ diventato multimilionario. Si e’ ritirato all’eta’ di 47 anni dal lavoro.

“Perche’ vogliamo che tu sia ricco” di Robert Kyiosaki e Donald Trump.
Donald Trump ,l’uomo dal parrucchino biondo con l’attaccatura che gli parte dalle sopracciglia. :)
Segnalo questo libro perche’ e’ tendenza diffusa che chi e’ ricco o lo e’ diventato, non voglia condividere con gli altri il suo modo per diventarlo, come se gli altri , venendolo a sapere, gli togliessero le sue ricchezze.
In questo libro Robert e Donald ci spiegano in modo schietto e senza mezzi termini perche’ vogliono che tu sia ricco : perche’ conviene anche a loro e non lo nascondono !

Io ti ho suggerito questi due libri per raggiungere la liberta’ finanziaria, ma potrebbero essere inutili per te, oppure potresti voler leggerne altri, sta a te decidere quali sono i piu’ utili al tuo sogno.
In ogni caso leggere solamente i libri non ti cambiera’ la vita, se poi non sai che farci con cio’ che hai letto.
Pero’ ti rende piu’ consapevole su aspetti che forse non avevi mai considerato.
Ricordati che per realizzare i tuoi sogni, ci vuole teoria e pratica.
Oggi ho parlato di teoria.
Nei prossimi articoli entrero’ negli aspetti pratici per raggiungere la liberta’ finanziaria, raccontandoti le mie esperienze , i miei successi e i miei insuccessi.

Realizza i tuoi sogni
Crea la vita che vuoi.

Come realizzare i sogni, crea la vita che vuoi

Perche’ lo faccio ?
Perche’ in un mondo che parla solo di crisi , io parlo di sogni ?
Perche’ in un pianeta di gente che pensa a risparmiare ancora di piu’ di quanto gia’ non faccia, io racconto di come aumentare le proprie ricchezze ?
Perche’ in un mondo di persone che pur di avere un salario scendono a compromessi col loro capo ‘in nome della crisi’, io ti vengo a parlare di liberta’ finanziaria e come vivere di rendita ?
Lo scopo di questo blog e’ dimostrare che quello che c’e’ nella tua testa, quello che sogni tutte le notti , e’ possibile realizzarlo !!
E la cosa carina e’ che non serve essere eroi o imprese titaniche o sudare sette camicie o avere i superpoteri di batman.
E la figata e’ che e’ possibile farlo senza rubare , cercare trucchetti, scorciatoie, tecniche segrete, ma semplicemente facendo felice contemporaneamente te stesso e le persone intorno a te !
Se deciderai di seguirmi su questo blog, scoprirai che e’ possibile.

Il tuo sogno va custodito, protetto, coltivato.
Giorno dopo giorno.
Se il tuo sogno e’ diventare un calciatore , non dovresti stare a giocare a figurine tutto il giorno.
Ti pare ?
Datti una mossa, perche’ in questo blog racconto come realizzare i sogni.
Il mio sogno attuale e’ crearmi entrate automatiche per raggiungere la liberta’ finanziaria : su queste pagine racconto come faccio.
Ci riusciro’ ? Lo vedremo, strada facendo.
E una volta raggiunto , dopo che faro’ ?
Realizzero’ altri sogni e progetti, visto che e’ il tema principale del blog, ma intanto pensiamo a come uscire dalla corsa del topo. ,)

Devi occuparti il piu’ possibile di tutto il necessario per far si’ che il tuo sogno diventi realta’.
Ogni giorno.
Ogni ora , se possibile.
Lungo il cammino troverai parenti, amici, colleghi, che ti daranno una mano ad allontanarti dall’obbiettivo.
Si hai letto bene ‘allontanarti’
Sia ben chiaro, che non lo fanno con cattiveria, non lo fanno apposta.
Semplicemente vogliono il tuo bene, e per farlo ti sconsigliano dal tentare strade nuove, a loro sconosciute, anche se si tratta del tuo sogno, delle tue aspirazioni, della tua motivazione interiore.
La strada verso il proprio sogno e’ lunga, tortuosa e piena zeppa di ostacoli.
Non sono ostacoli materiali e ben visibili come un sasso o un muro di mattoni.
Sono come le trappole per il topo, sono nascoste, magari c’e’ pure dentro il formaggino per attirarti nella trappola.
Quando sei piccolo ci si mette la famiglia, poi ci pensa la scuola, poi il mondo del lavoro.
Studia per prendere buoni voti, passa l’esame di maturita’ con un voto alto, cosi’ trovi lavoro.
E quand’e’ che studi e lavori per te stesso, per renderti felice, per realizzare i tuoi sogni ?
Quando viene il tuo momento di gioia ?
Intendo quei momenti in cui ti senti pieno , soddisfatto, quando la vita ti sembra bellissima.
Quando viene questo momento ?
Un’altra volta, domani, sempre domani, ma questo domani sembra non arrivare mai…
Tutto sembra costruito per ostacolarti nel realizzare i tuoi sogni, ecco perche’ il tuo momento non arriva mai.
Questa e’ la vita, bellezza.
Vista da qui , realizzare sogni sembra proprio uno sbattimento.
Pero’ l’alternativa e’ non realizzarli e far morire cosi’ la tua anima con largo anticipo rispetto al tuo corpo.
Vivere o niente.

Vedi, ora sono quasi le 23, fuori e’ buio, un’altra giornata si sta per concludere.
Allora, prima di andare a nanna, fatti questa domanda :
Quali passi hai compiuto oggi in concreto per realizzare il tuo sogno ?

Crea la vita che vuoi, adesso.

Uscire dalla ruota del topo : le spese mensili

Quando leggo o sento parlare di liberta’ finanziaria, sento tante persone che per prendere decisioni si basano sui luoghi comuni, leggono le statistiche, i trend, fanno previsioni, calcoli , ecc. e siccome tutte queste informazioni ultimamente non sono positive , queste persone si fanno condizionare e si scoraggiano, rimandando il loro sogno a tempi migliori.

Oggi voglio affrontare un aspetto psicologico, piu’ che tecnico, nel raggiungimento della liberta’ finanziaria.

Quando parlo di liberta’ finanziaria intendo dire che le entrate automatiche sono pari o superiori alle proprie spese.

Quindi si puo’ affrontare il problema del suo raggiungimento da due punti di vista :
- come aumentare le entrate automatiche ?
- come diminuire le spese mensili ?

Fino ad ora mi sono concentrato sulla prima domanda, ma oggi mi voglio soffermare sulle spese.

Io attualmente ho spese mensili intorno a circa 1300 euro.
Se avessi entrate automatiche pari a 1300 avrei raggiunto il mio obbiettivo e sarei libero finanziariamente, ovvero non avrei necessita’ di recarmi al lavoro per permettermi il tenore di vita attuale.

Attualmente ho entrate automatiche mensili pari all’1,3% delle mie spese.

Va da se’ che per raggiungere l’obbiettivo, devo aumentare le mie entrate automatiche
Se pero’ abbasso le spese , potrei arrivare ancora prima all’obbiettivo.

Oggi riflettevo proprio su questo tema : io e le spese.
Se ci pensiamo bene, non e’ difficile abbassare le spese.
Basta prendere le opportune azioni.
Ho un macchinone da 200 cavalli che mi costa un sacco di soldi tra bollo,assicurazione, benzina, ecc ?
Basta venderla e prenderne una piu’ economica, oppure usare la bici o i mezzi pubblici, laddove possibile.
Come vedete, la soluzione c’e’ e non e’ neanche difficile trovarla.
Certo, magari questa soluzione vuol dire prendere una utilitaria, magari senza l’aria condizionata e altri comfort.

Dunque dove sta la difficolta’ nel ridurre le spese ?
Quello che e’ difficile e’ accettare le conseguenze su di noi derivanti dall’aver abbassato le spese, perche’ e’ umano il sentimento di voler stare sempre meglio, di avere sempre di piu’.
Ma quando questo sentimento si impadronisce di noi , ci ostacola verso i nostri sogni e verso la nostra liberta’.

Conosco persone che hanno entrate molto superiori alle mie e non ce la fanno ad arrivare alla fine del mese proprio a causa del loro tenore di vita.
Quindi sempre da li’ si passa : dalle spese.
Sono le spese che ci condizionano la vita, piu’ che le entrate.
Rimanere con un tenore di vita basso , da’ la possibilita’ di raggiungere piu’ in fretta la liberta’ finanziaria.

I nostri genitori si adattano di piu’, ma per una semplice ragione : venivano dalle macerie della guerra, non avevano nulla e per molti di loro, il tenore di vita e’ rimasto sempre uguale nonostante l’aumento delle loro entrate.
Attenzione a non confondere il tenore di vita (che corrisponde alle spese mensili) con il patrimonio (che e’ l’insieme dei beni che una persona possiede)
C’e’ chi dalla campagna e’ andato in citta’, e chi ha addirittura fondato aziende, aumentando le proprie entrate.
Per una persona che e’ sopravvissuta alla guerra, quello che guadagna e’ tutto grasso che cola.
Anche se dovessero prospettargli di tornare a mangiare pane e cipolla, saprebbero che si puo’ vivere benissimo anche cosi’ ed e’ un vantaggio psicologico non da poco, per arrivare all’obbiettivo agognato.

Quanti di noi oggi sarebbero preparati psicologicamente a farlo ?

Uscire dalla corsa del topo : quanto sei ricco ? quanto devi diventare ricco per uscirne ?

Per uscire dalla corsa del topo, ovvero per raggiungere la liberta’ finanziaria, e’ importante che le entrate automatiche siano almeno pari alle proprie spese mensili.
In parole povere, se riesci ad avere delle rendite pari a cio’ che spendi ogni mese, puoi smettere di recarti al lavoro ogni mattina.
Quante volte tutti noi abbiamo sognato di vivere di rendita.
Gia’, ma perche’ non trasformare un sogno in realta’ ?

A mio avviso uno dei tanti strumenti per raggiungere tale obbiettivo, e’ mettere del fieno in cascina per utilizzarlo in seguito, con l’obbiettivo di crearsi rendite automatiche.

Gia’, ma con questa crisi dilagante come si fa ?
Meglio non rischiare…
Beh, se la pensi cosi’, non leggere oltre questa riga e ci salutiamo qui.

Non so se avete visto lo spettacolo di Celentano.
A un certo punto esortava la gente a darsi una mossa, a essere felice , ad avere entusiasmo, a prendere l’iniziativa personale a risollevarsi dalla crisi, perche’ la crisi la crea ognuno di noi singolarmente, accettando di piegarsi a un pensiero comune di crisi diffusa che ci martella tutti i giorni attraverso tv, giornali, amici, parenti, ecc.
Ma se i giornali li scrivono i giornalisti, la tv la fanno le persone, gli amici ti parlano della crisi, alla fine la crisi siamo noi.

Caso strano, una settimana fa ho proprio scritto un articolo con lo stesso tema.
Adriano pero’ e’ irraggiungibile.

Negli anni passati era piu’ facile, c’e’ stata abbondanza, e l’iniziativa personale veniva accettata, se non addirittura incoraggiata.
Oggi invece l’abbondanza e’ finita, lo champagne pure, il sistema chiede sobrieta’, rientrare nei ranghi , tirare la cinghia (ancora di piu’ di quanto gia’ non si faccia) perche’ le risorse iniziano davvero a scarseggiare.

Si puo’ considerare vita, una vita che quotidianamente viene soffocata dalla pressione fiscale, dove le opportunita’ lavorative sono sempre piu’ scarse e sempre meno qualitative, dove la creativita’ del singolo viene soffocata a favore del sistema ?
Io credo di no.

Una vita in cui tu lavori tutti i santi giorni per portare a casa uno stipendio , che poi viene ridistribuito al sistema entro i 30 giorni successivi, e poi a te non rimane niente : la cosiddetta corsa del topo.
Allora per garantirti una vita decente, diminuisci le spese , magari fai la spesa al discount, oppure vai a caccia di sconti (quelli che ti propongono i centri commerciali quando gli fa comodo a loro ovviamente), mangi di meno, esci di meno, tiri la cosiddetta cinghia e riesci a mettere da parte qualcosina ogni mese, oppure in casi estremi fai proprio downshifting.
Dovresti gia’ considerarti bravo se ci riesci.
C’e’ gente che non riesce a fare manco quello (vedi articolo precedente)

Ma parliamo della cosiddetta ricchezza.
Cos’e’ la ricchezza ?
Vedi, se hai 100 e poi hai 102, la tua ricchezza e’ aumentata del 2%.

Questo 2% sara’ fieno in cascina poi usarlo per uscire dalla corsa del topo.

Allora, se tu riesci a mettere da parte qualcosa ogni mese, dopo un anno di quanto e’ aumentata la tua ricchezza ?
Ah, ovviamente stiamo parlando solo di ricchezza materiale.
Ci sono altri tipi di ricchezze non tangibili , ma forse piu’ importanti, che affronteremo in futuro.
Allora, dicevamo, facendo il topolino che risparmia, di quanto e’ aumentata la tua ricchezza in un anno ?

Fatti due conti, ti aspetto qui per proseguire il discorso.

Fatto il conto ?

Bene, che risultato e’ venuto fuori ?
Se ti va bene, ti sara’ uscito 2%.
Sei piu’ ricco di prima.
Se continui a questo ritmo, tra 10 anni sarai molto ricco.
Non oso immaginare fra 20 anni.

Bene
Ora ti faccio un’altra domanda.
Sai cos’e’ l’inflazione ?
E’ l’aumento dei prezzi di cio’ che compri abitualmente : benzina, pane, pasta, vestiti, il gas, il biglietto dello stadio, il biglietto del metro’ , i croccantini per il tuo cane.

Sai quando al tg annunciano : aumento delle bollette della luce del +20%, oppure aumento dei biglietti del tram del 15%.
Tutti questi aumenti messi assieme , formano l’inflazione e tu non puoi sfuggirgli perche’ per vivere devi mangiare, vestirti, spostarti, ecc.
Sia chiaro che questi aumenti non avvengono tutti contemporaneamente, ma a periodi alterni.
Un mese aumenta la luce, il mese dopo aumentano le tasse e cosi’ via.

Bene, l’inflazione attuale e’ intorno al 3%.
Significa che ogni euro che spendevi per comprarti la pasta, ora e’ diventato 1,03 euro.

Se la tua ricchezza aumenta del 3% l’anno , sappi che questo 3% lo dovrai usare per pagarti l’aumento dei prezzi.
Quindi solo per stare ‘al passo’ con l’inflazione, la tua ricchezza deve aumentare al ritmo del 3% all’anno.
Nel caso in cui la tua ricchezza sia del 2%, devi addirittura cacciare fuori qualche soldino che avevi da parte, i famosi risparmi sotto il materasso, o sotto la piastrella, come preferisci.
Quindi la tua ricchezza reale e’ uguale all’aumento della ricchezza ‘depurata’ dal tasso d’inflazione, altrimenti stai ancora girando sulla ruota.

Capito l’obbiettivo del gioco ?
No ?
Te lo spiego in parole semplici.
L’obbiettivo del gioco e’ aumentare la propria ricchezza a un tasso superiore a quello dell’inflazione.
Ecco perche’ la chiamano ‘corsa del topo’. Perche’ e’ proprio una corsa.

Una bella sfida.
Sembra un’idea da pazzi voler diventare libero finanziariamente e parlare di ricchezza, quando intorno senti solo parlare di crisi, disoccupazione e austerita’.

In questo blog si parla di come realizzare i propri sogni, allora ti raccontero’ come faccio a raggiungere la liberta’ finanziaria, che e’ solo uno dei miei sogni.
Vivere di rendita, chiamala come vuoi, e’ possibile se sai come fare.
Scordati pero’ di girarti i pollici mentre il tuo conto corrente cresce da solo.
Qui si tratta di realizzare sogni, non di vivere sulle nuvole.
C’e’ da lavorare parecchio, ma e’ un lavorare diverso, e’ un lavorare a un obbiettivo.
Scordati di arrivarci in fretta, non ci sono scorciatoie nella vita.
Scordati di arrivarci rubando, perche’ qualcuno potrebbe rimanere scontento di cio’ che fai. :)
Qui racconto come fare contenti se stessi, lasciando le persone soddisfatte.

Crea la vita che vuoi.

Tesori sommersi

Oggi voglio condividere alcune notizie che forse potrebbero interessare chi desidera raggiungere la liberta’ finanziaria :)

Per chi dispone di capitali medio-grandi :
Son venuto a sapere di alcune ville in vendita in Brasile e che Unicredit mette in vendita alcune ville di prestigio a Roma (fonte : Il sole 24 ore)

Per chi invece ha piccoli capitali da investire a basso rischio, ci sono alcuni conti deposito che offrono rendimenti vicini al 5% lordo.

Cosa c’entrano queste notizie con la liberta’ finanziaria ?
Molto , se sai cosa farne.
Nulla, se non sai cosa farne.
Potrei metterti davanti delle pepite d’oro, ma se non le sai riconoscere le scambi per dei sassi e gli tiri un calcio.

Il fondatore di IKEA ha iniziato vendendo fiammiferi all’eta’ di 5 anni.
Non aveva nulla, ma aveva un sogno e l’ha realizzato costruendo un impero.
Ha trovato le sue pepite d’oro strada facendo, perche’ le ha sapute riconoscere.
Sembra una favola d’altri tempi, ma potrei crederci a questa favola, visto che , al contrario, tante persone hanno dei veri e propri tesori sottomano e non ne sono consapevoli.

A proposito di tesori sommersi , di recente ho scoperto che dietro casa mia c’e’ una pasticceria che all’1.00 di notte apre una finestrella per distribuire le paste appena sfornate ,)

Ho scoperto che l’amministratore delegato di una nota compagnia di assicurazioni si chiama James Brown :)

Ah, ricordatevi di festeggiare l’anniversario con vostra moglie e non dimenticatevi di fare gli auguri di compleanno a vostra mamma

Qual e’ il vostro tesoro ?

Sei ricco o povero ? Sei libero o sei schiavo ? A che punto sei ?

Finora ho raggiunto risultati incoraggianti per quanto riguarda la diminuzione delle uscite, senza alcuna perdita di valore.
Le negoziazioni finora mi hanno fatto risparmiare circa 700 euro.

Qualche giorno fa, mentre il sole tramontava ancora infuocato davanti a me, ho acquisito consapevolezza sul fatto che sono ancora molto lontano dalla liberta’ finanziaria.
E per giunta mi trovo ancora nel quadrante ‘D’.
Per chi non sapesse di cosa sto parlando , mi riferisco ai 4 quadranti individuati da Robert Kyiosaki.

Cosa ho fatto finora sul fronte delle entrate automatiche ?
Poco o niente, e infatti sono inchiodato a uno 0,7% rispetto al traguardo del 100% di liberta’ finanziaria.
Oggi sono libero (se cosi’ si puo’ dire) dello 0,7%.
Capirete che non posso fermarmi certo qui.

Cosa mi ha ostacolato finora ?
Burocrazia, impegni quotidiani, bollette, la manutenzione della macchina, ma soprattutto la manutenzione della ruota del criceto.
Il criceto sono io e la ruota richiede ogni giorno di essere oliata bene per tenerti intrappolato.
La ruota la tengo in vita io, ogni santo giorno.

Non importa qual e’ il tuo sogno, ma e’ contro di te che devi lottare per conquistarlo.
Gli altri non c’entrano.
Mi sono gia’ venute in mente un po’ di idee per aumentare lo 0,7 %

Un mio collega stamattina mentre entravamo in ufficio mi fa notare che sono felice.
Gli chiedo ‘da cosa l’hai notato’
Mi risponde ‘dal tuo sorriso’
In quel momento noto che anche sul suo viso si e’ appena formato un sorriso e glielo dico.
Mi risponde ‘sei contagioso!’
,)

Il sorriso e’ una grande ricchezza che abbiamo tutti.

Allora capisci che non e’ importante come uscire dalla ruota, ma e’ importante costruire il proprio sogno, mattoncino dopo mattoncino, giorno dopo giorno, i risultati arrivano.

Non servono soldi.
Sei gia’ ricco.

Crea la vita che vuoi.

Sulla liberta’ finanziaria.

Nei miei post, parlo spesso di liberta’ finanziaria e di come raggiungerla.
Sto esplorando diversi strumenti a mia disposizione : investimenti, negoziazione, gestione delle proprie finanze, ecc.

Tra questi strumenti c’e’ anche il trading, che pian piano approfondiro’.
Oh, magari poi scopro che e’ una tavanata galattica, tanto per citare un comico dei miei tempi. :)

Badate bene, non esiste lo strumento perfetto, in nessuna cosa.
Sta a noi saper usare gli strumenti piu’ vari, nel modo piu’ efficace per raggiungere il nostro scopo.

Dunque, ricapitolando :
Gli strumenti per raggiungere la liberta’ finanziaria sono innumerevoli, e tra gli strumenti per realizzare i propri sogni c’e’ la liberta’ finanziaria.

Ma cos’e’ questa fantomatica liberta’ finanziaria ?
O meglio, cosa intendo io per liberta’ finanziaria ?
Andiamo nel dettaglio :
Preferite essere schiavi delle cose , o preferite padroneggiarle ?
Prferite essere schiavi della vostra vita o preferite padroneggiarla ?

Bene, tutto quello che riusciamo a padroneggiare, ci rende liberi.
No, no, il lavoro in generale non rende liberi, come scriveva qualcuno…
Un certo tipo di lavoro (legale mi raccomando !) , invece , rende liberi.

Il viaggio in Thailandia che mi sono potuto permettere qualche settimana fa, e’ solo uno dei tanti frutti della liberta’ finanziaria.
Ma non si tratta di andare in vacanza per fare lo “sborone” (come si dice da queste parti)
Si tratta di andare in vacanza in uno dei posti piu’ belli della terra, spendere pochi soldi e tornare piu’ ricco di prima, migliore come persona.
Lo so, sembra impossibile, vero ?

Vi piacerebbe avere piu’ tempo per vostra moglie o i vostri figli, oppure per le vostre passioni senza dover lavorare 8,9,10 ore al giorno per ritrovarsi poi sempre allo stesso punto ?

Non si tratta di guadagnare sdraiato su un’amaca (i guadagni facili non esistono), non si tratta di soldi, ma di felicita’ e ricchezza.
E’ un viaggio che ho iniziato e che cerchero’ di condividerlo attraverso questo blog.

Intanto ieri, senza sforzi, ho trovato per terra una monetina da 1 centesimo :)
Anche questa e’ liberta’ finanziaria.