Blog Archives

Aggiornamento portafoglio settembre

Aggiornamento dopo la pausa estiva del mio portafoglio :

Settembre e’ stato un mese positivo, il parziale mensile e’ stato +1,70% portando il totale vicino alla parita’ : -0,22% da quando ho creato il portafoglio (aprile 2017)

Il risultato e’ dovuto al rialzo dell’azionario e del dollaro (il 47% del mio ptf e’ in USD)

Eurostoxx : +4,81%
Dow30 : +2,06%
S&P 500 : +1,91%
Eur/usd : -0,77%

Ha influito negativamente l’oro (-2,93%) , ma sul finire del mese ne ho abbassato la quota in portafoglio , scendendo all’8,7% (dal 10% iniziale)

Ora gli assets sono cosi’ ripartiti :

Azioni 54,7%
Obbligazioni 36,6%
Oro 8,7%

Portafoglio giugno 2017

-1,50%

Questa la performance da inizio anno al 30 giugno del mio portafoglio.
A maggio avevo chiuso a +0,06%
Dunque il mese di giugno ha fatto segnare -1,56%
Una disfatta ?
Non direi , visto che i principali indici mondiali e l’oro di cui e’ composto hanno avuto le seguenti performance a giugno :

Euro stoxx 50 -3,17%
Dow 30 +1,62%
S&P 500 +0,48%
DAX -2,30%
CAC40 -3,08%
FTSE 100 -2,76%
NIKKEI 225 +1,95%
Oro -2,60%

Se fosse composto solo da azionario e oro , avrei fatto peggio di -1,56%
Fortunatamente ho strategicamente inserito il 40% di obbligazioni mondiali che hanno fatto da cuscinetto e attutito il pesante calo delle borse in giugno.

Se ci aggiungiamo pure il calo del dollaro, direi che ha retto bene, ma questa  e’ solo l’analisi di cio’ che e’ successo.
Dire ‘poteva andare peggio’ non e’ un buon motivo per rimanere passivo e cercare scuse per non agire, per non cercare difetti nel portafoglio e tentare di migliorarlo.
C’e’ qualcosa che si potrebbe rivedere e quel qualcosa si chiama oro.

Ho in pancia un ETF che replica l’andamento del gold e dopo 3 mesi mi ha dato solo volatilita’ , nessun ritorno e nessuna correlazione con le borse.
Ero partito pesandolo il 10% del portafoglio, ma ora mi pare un po’ troppo.
Attualmente mi sta dando una performance negativa del -7% . Il suo peso all’interno del portafoglio si e’ ridotto all’8% .
Harry browne suggerisce addirittura di pesarlo il 25%, a me pare eccessivo per un qualcosa che non da’ cedole ne’ dividendi

Ma forse gli da’ molto peso perche’ lui e’ americano e l’oro e’ quotato in dollari, mentre per noi europei c’e’ anche il rischio cambio, purtroppo non eliminabile.

Dunque rivedro’ la quota dell’oro nel portafoglio, abbassandola al 5%, anche se sono molto tentato di toglierlo definitivamente dal portafoglio.

ETF resoconto di Maggio

Il mio portafoglio di ETF ha chiuso il mese di Maggio a +0,06%, in calo dopo Aprile (+0,62%)

Ha dovuto affrontare qualche burrasca , e’ sceso fino a -0,28% ma poteva andarmi peggio : il 17 maggio tutte le borse hanno subito correzioni intorno al -2%.
Ecco in forma grafica cosa e’ successo al mio portafoglio :

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Se osservo il massimo e il minimo, ha oscillato tra +0,88% e -0,28%, direi non male visto che l’ho costruito proprio per attutire i cali pesanti di borsa, inserendo oro e bond, che fanno da cuscinetto quando cala l’azionario pesantemente.

Ma Maggio mi ha dato anche un altro tipo di soddisfazione.
Avevo aperto una posizione sul silver ed ecco il risultato :

 

 

 

 

32 euro son pochini dirai tu, si hai ragione ma con un conto da 500 euro la prospettiva cambia : e’ il 6,5% netto.

Il 6,5% e’ un discreto risultato, rispetto ad esempio a quello che rende un conto deposito (1% lordo)
Se lo rapportiamo al tempo la prospettiva cambia nuovamente.

Un conto deposito ti da’ l’1% lordo in un anno.
Il 6,5% e’ stato fatto in due settimane.

Aggiungo anche che sono stato fuori mercato per due mesi.
Questo e’ il trading.

Contromano

Intorno a me vedo solo gente che corre.

Perche’ a me piace andare lentamente?

Intorno a me gente che si aggrappa disperatamente a qualsiasi impiego retribuito o manager drogati di lavoro.

Perche’ invece io cerco di lavorare il meno possibile?

Devo essere impazzito.

Sto forse andando contromano?

Aprile 2017 – Performance primo mese di portafoglio permanente

A fine marzo ho aperto il conto titoli.

Tutto e’ nato dopo aver letto il libro di Harry Browne sulla teoria del portafoglio permanente.

Aprile si e’ chiuso da pochi giorni e ho potuto cosi’ tracciare la performance del primo mese di portafoglio.
Risultato : +99,25 euro corrispondenti a +0,62%

Che bello vedere +99 euro a fine mese, in cambio di qualche sbirciatina ai mercati.
Pochi minuti di lavoro.
Se lo vogliamo chiamare lavoro. Ma io mi diverto a fare queste cose.
Pero’ non e’ tutto rose e fiori.

Ecco il grafico di come e’ andata giorno per giorno.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Come si vede dai grafici, per 3 giorni consecutivi il totale Profit&Loss aveva il segno meno davanti.
Se avessi venduto quando era a -21 euro a quest’ora non sarei qui a dire +99 euro.
Devo dire che aiuta molto la consapevolezza di aver messo in piedi un portafoglio che dovra’ lavorare per 20-30 anni.
Cosa sono 3 giorni di perdite rapportata a un arco temporale di 30 anni ?

E’ questione di pazienza.

Primi piccoli passi a caccia di rendimenti

Sto muovendo i miei primi piccoli passi nella creazione del portafoglio a caccia di rendimenti superiori al conto deposito (1% annuale)

Nel mese di marzo ho aperto una posizione con il conto di trading reale (da 500 euro) e ho comprato questo ETF per circa 1000 euro di controvalore.

La somma dei due risultati : + 10 euro su 1500 investiti (+0,6%)

Considerando che il conto deposito mi da’ l’1% all’anno…

Conto svago

Mia mamma ha terminato il ciclo di chemio.
Ora e’  a casa e sta molto meglio.
Al lavoro ho terminato il secondo mese di prova.
La mia ex-azienda ha vinto la causa contro i miei ex-colleghi che avevano impugnato il trasferimento a Cagliari.

In tutto questo non mi sono dimenticato del mio amatissimo conto svago.  :)
A che serve ingegnarsi per le rendite se poi non ne spendiamo una parte ?

Ieri l’ho utilizzato per andare con mia moglie alle terme di San Pellegrino.
Sono organizzate all’interno di un bel palazzo in stile liberty incastonato nelle prealpi bergamasche.

Nelle vasche esterne ci godevamo il paesaggio rilassante circostante e pensavamo a come crearci un portafoglio permanente che renda l’8-9% annuo costante, in modo che poi possa licenziarmi dal lavoro.

Credo che ci torneremo perche’ si sta bene e perche’ … non siamo riusciti a visitarle interamente !

Conto titoli e trading

Oggi ho spedito il contratto firmato per aprire il conto titoli e ho aperto la mia prima posizione di trading col conto reale.

Ho fatto questo nonostante sia venerdi 17  ,)

Questa e’ vera indipendenza.

Conti

Oggi ho 2800 euro di entrate cosi’ composte :

Affitto 1 : 500 euro
Affitto 2 : 700 euro
Interessi conto deposito : 100 euro
Stipendio : 1500 euro

E ho spese di 2400 euro.

Quando la mia ditta si trasferira’ , se daro’ le dimissioni , le mie entrate si ridurranno a 1300 euro, dunque dovro’ recuperare almeno 1100 euro di entrate, per andare a pari con le spese.

Meglio ancora se queste entrate saranno rendite.

A meno che…
… non riduca le spese.
In quel caso dovro’ recuperare meno di 1100 euro mensili.

Licenziato

La mia azienda ci ha comunicato che ci trasferira’ in Sardegna entro il 31 dicembre 2016.
Dato che sull’isola non ci sono prospettive di sviluppo , e nessun progetto concreto, e’ facile per me intuire che verro’ licenziato anche se l’azienda sta parlando di ‘trasferimento’.

Ci saranno molti cambiamenti nella nostra vita (mia e di mia moglie), ma una cosa non cambiera’ : il mio obbiettivo di costruirmi ulteriori rendite e ricchezza.

Situazione

E’ da un po’ di tempo che non scrivo su queste pagine.

Nelle ultime settimane mi son capitate alcune cose poco piacevoli.

Mia mamma sta lottando contro un tumore e io due volte al mese devo portarla in ospedale.

Ma questa non e’ la parte peggiore.

E’ che sara’ cosi’ a tempo indeterminato. Non so per quanto tempo sara’ cosi’.

Come se non bastasse, la ditta per cui lavoro ha altissime probabilita’ di chiudere.

Tra gli uffici tira una bruttissima aria e mi sono giunte voci su una altissima probabilita’ che la ditta chiuda entro la fine di quest’anno.

Sono fortemente combattuto sul da farsi. Mi licenzio , prendo tfr , cerco di ottenere una buonuscita e perdo la disoccupazione ? Oppure attendo con pazienza fino a quando chiudera’ e prendo la disoccupazione?

Mi piacerebbe licenziarmi, ma attualmente non sono ancora libero finanziariamente. Le cose vanno bene , ma la mia economia ancora non e’ pronta ad assorbire uno shock del genere, mi mancano ancora  circa 400 euro mensili di rendite che sto cercando di crearmi. Quindi senza stipendio ogni mese avrei piu’ spese che rendite anche cambiando residenza e stile di vita.

Non sto qui a raccontarti i dettagli, ma le ho pensate tutte. Anche diminuendo di ben 500 euro le uscite mensili, se domani mi venisse a mancare lo stipendio, dovrei attingere comunque ai risparmi per compensare la differenza tra rendite e uscite mensili.

Per carita’ non finirei sotto un ponte, potrei durare circa 8 anni e mezzo senza nessuna entrata e mantenendo lo stesso tenore di vita, ma voglio trovare soluzioni che non mi costringano a intaccare i risparmi.

Mentre cerco di calcolare cosa mi conviene, leggo le notizie macroeconomiche e non prevedo nulla di buono per il futuro : iperinflazione e guerre, restrizioni alla liberta’ individuale.

Le mie vicissitudini familiari e il pessimo quadro economico e politico italiano e internazionale mi hanno anche fatto riflettere se abbia ancora senso continuare a scrivere su un blog…come questo.

Read more »

Debito pubblico italiano a 2214,9 miliardi

4 Aprile 2016.

10 giorni fa il Ministro dell’economia Padoan dice :
“Il debito pubblico è “un mostro” che “iniziamo a domare”.
“Il debito ha smesso di crescere, comincerà a scendere da quest’anno”, ha sottolineato.

“Il debito ha smesso di crescere” ? Sara’ vero ?

Oggi la Banca d’Italia ha ufficialmente comunicato questo :
“Il debito pubblico italiano si è attestato a febbraio a 2.214,9 miliardi di euro, in CRESCITA di 21,5 miliardi rispetto al mese precedente

Il debito ha smesso di crescere ??????
Ma che cosa si e’ fumato Padoan ?????

Persino la Banca d’Italia lo smentisce.
Il debito pubblico italiano cresce da ANNI e non ha mai smesso di crescere al contrario di quello che dice Padoan.

Ma in che mani siamo ????

Lo stato puo’ evitare di rimborsare i titoli di stato ai possessori (legalmente)

Oggi , facendo alcune ricerche sull’investimento in oro, mi sono imbattuto per caso in una novita’ …

Decreto n. 96717, del 7 Dicembre 2012

Ti dice nulla ?
In TV non se n’e’ sentito parlare…

Forse perche’ con questa norma , di fatto lo stato puo’ decidere di non rimborsare i titoli di stato a scadenza oppure spostarne la scadenza o fare altre modifiche, col consenso dei possessori di almeno il 75% del valore totale del circolante.

Siccome le banche detengono gran parte dei titoli di stato italiani, e’ facile immaginare che in caso di default, lo stato si mettera’ d’accordo con le banche per non rimborsare i titoli di stato e se loro son d’accordo, gli altri possessori si dovranno adeguare
In pratica lo prendono in quel posto…e sara’ tutto legale.

In TV non l’han detto.
Carino vero ?
Questo mi suggerisce di stare alla larga dai titoli di stato italiani.

Sono preoccupato

Oggi aggiornavo la casellina ‘interessi’ del mio conto deposito.

Oggi mi sta dando l’1,5% lordo.
Bei tempi in cui i conti deposito davano il 4% lordo. Eravamo tutti piu’ ricchi.

Gia’ ma a quei tempi c’era ancora l’inflazione, al 3%, quindi in tasca ti rimaneva l’1%
Oggi che l’inflazione e’ a zero, il misero 1,5% lordo diventa 1,5% REALE, dunque oggi guadagno di piu’ rispetto a 4-5 anni fa.

Dovrei essere contento ma…

Quello che sta succedendo in Europa a livello politico non mi piace per niente.
Sono molto preoccupato.
Read more »

Lavora,schiavo! Il business avanza…

Sul pc del lavoro mi han tolto la possibilita’ di installare qualsiasi cosa, persino di copiare un file.

non posso piu’ stampare, ne’ collegare una chiavetta usb esterna.

mi han tolto tutte le icone sul desktop e lo sfondo e’ nero e non modificabile. Mi hanno disabilitato anche il tasto destro del mouse, non si sa mai….

vorra’ dire che nei tempi morti fissero’ il monitor nero.

A cosa ti serve la chiavetta usb? Lavora, schiavo!

A parte questo il mio business avanza: uno dei fornitori ha accettato di usare la mia app.