Blog Archives

Aggiornamento portafogli ottobre

Aggiornamento del mio portafoglio di ottobre :

Ottobre si e’ rivelato estremamente positivo, il parziale mensile e’ stato +1,86% portando il rendimento totale al record di +1,64% da quando l’ho creato.
Ma un rendimento simile e’ tanto ? e’ poco ?
Faccio un rapido calcolo.

+1,64% ottenuto in 7 mesi , annualizzato si traduce in un +2,81%
Chi segue le borse sa che le performance medie non esistono, sono solo teoriche, nel senso che si possono calcolare solo al termine di un periodo prescelto.
Le oscillazioni giornaliere, settimanali, mensili non toccano quasi mai la media ma vanno su e giu’ toccando gli estremi positivi e negativi che formano – appunto – la media.
Dunque mi diverto a fare una proiezione annuale giusto per rendermi conto dell’entita’ della performance raggiunta finora.

+2,81% e’ un po’ pochino per i miei gusti, sono ancora lontano dai miei rendimenti target, visto che non si tratta di un ‘tranquillo’ conto deposito
Anche perche’ con gli etf un po’ di rischi li corro : solo due mesi fa, alla riga del saldo finale del mio ptf c’era un ‘bellissimo’ -1000 euro. (ma i ribassi sono una manna dal cielo per un investimento a lunghissimo termine come questo)
In ogni caso e’ un po’ di piu’ del conto deposito e come risultato parziale sono soddisfatto perche’ volevo investire in qualcosa che mi desse di piu’ dell’1% lordo annuo.

Il risultato e’ dovuto al rialzo dell’azionario e del dollaro

Eurostoxx : +2,20%
Dow30 : +4,34%
S&P 500 : +2,26%
Eur/usd : -1,42%

La performance negativa dell’oro (-1,11%) e’ stata compensata e superata dall’andamento negativo del dollaro.
Se l’oro fa -1,11% e il dollaro -1,42% il mio etf e’ come se facesse un teorico +0,31% .
Infatti pur scendendo il prezzo dell’oro , siccome e’ espresso in dollari, il suo prezzo in euro e’ salito e di conseguenza anche l’etf che ho in portafoglio.

Sul finire del mese ho aumentato la quota in portafoglio dell’etf incentrato sui bond lunghi aquistando un po’ di pezzi sul ribasso temporaneo che questo etf ha avuto a fine ottobre.
Come dicevo prima, ecco la ‘manna dal cielo’ : ho comprato sui minimi abbassando il prezzo di carico.

Acquistando bond ho ottenuto diversi effetti :
- mi sono avvicinato alla mia quota ideale di obbligazioni (37,5%) da 36,7% a 37,1%
- ho abbassato la quota di etf in USD (da 47% a 46%) e di conseguenza aumentato quella in EUR , dato che gli etf di bond che possiedo sono espressi in euro.
- mi sono avvicinato alla mia quota ideale di oro (5%) abbassandolo da 8,66% a 8,44%.
Del resto per ridurre l’esposizione di un etf si puo’ venderlo per comprare gli altri etf di cui vogliamo aumentare la quota in ptf (pagando le commissioni 2 volte) oppure comprando solo gli altri etf (e pagando le commissioni una volta sola)

Ora gli assets sono cosi’ ripartiti :

Azioni 54,5%
Obbligazioni 37,1%
Oro 8,4%

Nuove avventure

Trovato nuovo lavoro, stesso stipendio , contratto a tempo indeterminato, ma pieno zeppo di clausole a mio sfavore e , ahime’ , a tutele crescenti. Grazie jobs act !

Ma non importa.

Se sei uno di quelli che mi legge da tanto tempo , saprai che il lavoro da dipendente oggi come oggi non la ritengo la via per la liberta’ finanziaria e la ricchezza, bensi’ l’autostrada verso la schiavitu’.

Come si fa a sentirsi liberi a 1200 euro al mese, senza prospettive di ricevere manco la pensione, con l’inflazione dietro l’angolo e nel mio caso impiegare 1 ora al giorno di auto (in mezzo al traffico) per recarsi al posto di lavoro e tornare a casa ?

Quindi questo lavoro l’ho accettato solo per avere un’entrata fissa come pilastro per le mie nuove avventure, che si chiamano trading, obbligazioni e costruzione portafoglio automatico.

La prima l’ho gia’ avviata.
Le altre due sono in fase di definizione.

 

Costruzione portafoglio: azioni,obbligazioni,oro

A volte si tratta solo di seguire le molliche di pane disseminate lungo il sentiero…

Da mesi non riuscivo a trovare investimenti adatti al mio portafoglio e quando li trovavo, non davano un rendimento soddisfacente, oppure se lo davano, il rischio era troppo elevato per la mia capacita’ di gestirlo.

Per quanto un investitore puo’ accrescere le sue competenze e capacita’, trovera’ sempre sulla sua strada investimenti troppo complessi per il suo grado di conoscenza attuale.
Ma non significa che non li capira’ mai.
Arrivera’ un giorno in cui , dopo aver studiato e provato, anche quegli investimenti diventeranno accessibili, perche’ avra’ acquisito competenze, esperienza e capitale sufficienti per poterselo permettere e farlo fruttare.

Da mesi mi trovavo a un punto morto, perche’ non avevo idee su come far crescere il mio patrimonio per arrivare ad acquistare nuovi asset che mi dessero nuove rendite.
Read more »

Investimenti, ETF, mercati,rendimenti e conto deposito

Martedi sera ero a un meeting organizzato dalla SIM con cui mia moglie ha attivato un investimento quasi un anno fa.

Mi e’ piaciuto l’aperitivo post-meeting, non per la location (che era eccellente, nel cuore di Milano, terrazza con vista sui grattacieli) ne’ per il buffet (eccellente anch’esso).
Mi e’ piaciuto perche’ ho potuto parlare direttamente coi soci e fondatori della societa’, i quali mi son sembrate persone alla mano.
Insolito per gente di quel settore.

Tornando a casa, sono andato a controllare come sta andando l’investimento.

Apro parentesi : per me investire non vuol dire affidare i propri soldi ad una SIM. Non credo in questo modello di investimento in cui loro guadagnano dalle commissioni e chi ci rimette (in caso di perdita) sono solo io.
Chiusa parentesi.

Mia moglie ha voluto farlo nonostante l’abbia messa in guardia con queste avvertenze e ho rispettato la sua scelta.
Quando abbiamo pensato alla cifra da investire abbiamo stabilito che doveva essere un importo che saremmo stati disposti a perdere TOTALMENTE.
Abbiamo ritenuto che il 4% di tutta la nostra liquidita’ attuale poteva soddisfare questo requisito.

Ad oggi l’investimento ha un rendimento negativo : -5%
Sono passati quasi 10 mesi da quando e’ iniziato, ma abbiamo impostato un orizzonte temporale di 5 anni.
Mia moglie si aspetta un rendimento annuo del 2%, quindi nei prossimi due mesi dovrebbe salire del 7% per arrivare all’obbiettivo annuo prefissato, ma sara’ dura.

In ogni caso, con un orizzonte di 5 anni c’e’ ancora tempo per recuperare.
Read more »

Come ho trovato la libertà in un mondo non libero

Ho appena trovato questo libro :How I Found Freedom in an Unfree World, “Come ho trovato la libertà in un mondo non libero”, di Harry brownePare che questo tizio guadagnava il 9,5% l’anno, reggendo i crolli di Borsa

Quando avro’ finito di leggerlo ti faro’ sapere :)

La grande scommessa

Ieri ho visto al cinema “La grande scommessa” .

Racconta la storia di alcuni speculatori visionari che 2 anni prima del crollo dei mutui subprime negli Usa scommettono sul crollo del sistema , che puntualmente si verifica e li fa diventare ricchi.

Il film mi e’ piaciuto molto, avevo letto le recensioni ma ha superato le mie aspettative.

Ho avuto conferma ancora una volta, semmai ce ne fosse bisogno, che diventare ricchi e’ questione di intelligenza e buon senso, non si impara sui banchi di scuola.

Molto tecnico, adatto a chi mastica la materia economico- finanziaria, ma fa capire un sacco di cose sui derivati e sulla deriva della finanza, ormai slegata dall’economia reale, capace pero’ di mettere in ginocchio mezzo mondo e buttare sulla strada milioni di persone.

Tra l’altro il personaggio di Michael Burry , in cui mi ci ritrovo moltissimo, e’ coinvolto in alcune scene che ho vissuto realmente nella mia vita.

Sogni, liberta’ finanziaria e ricchezza: webinar?

Alla luce degli ultimi fatti successi a Parigi, vedo una follia collettiva…

Io continuo invece a pensare a come crearmi la vita che voglio (non necessariamente in Italia…) e a come diventare ricco e libero finanziariamente.

Ultimamente nel blog ci sono stati alcuni spunti di discussione interessanti con i lettori.

Mi piacerebbe organizzare un webinar per conoscerci meglio e creare un gruppo di discussione su temi come sogni, liberta’ finanziaria e ricchezza.

Diventare ricco

E’ sera.

Ho appena terminato di leggere il libro di Kyiosaki ‘What the rich invest in’, quello in cui investono i ricchi.

Come si diventa ricchi ?
Che cosa vuol dire diventare ricco ?

Piu’ parlo alla gente di come voglio diventare ricco, piu’ scopro che alla gente non gliene frega niente.
Ci sono rimasto un po’ male, pensavo che la gente non vedesse l’ora di sapere come avere talmente tanta ricchezza da non sapere dove metterla.

Invece alcuni mi criticano, altri mi snobbano, altri mi ascoltano dopodiche’ tornano a fare quello che stavano facendo.
Potresti pensare che non mi piacciono le critiche invece me le aspetto e mi piacciono pure.
Piuttosto rimango stupito dall’indifferenza delle persone rispetto alla ricchezza.
Read more »

Chi ti insegna a diventare ricco?

A scuola ti insegnano matematica, italiano, storia e geografia.
Fuori dalla scuola ci sono corsi per tutti i gusti.

Ma chi e’ che ti insegna a diventare ricco ?

Nessuno.

Anche i corsi che si presentano con questo obbiettivo, sono condotti da persone che ricche non sono.
Non solo, il loro vero obbiettivo e’ guadagnare dal corso.

Dunque la domanda si ripropone : chi e’ che ti insegna a diventare ricco ?

Nessuno.

Io una risposta ho cercato di darmela e ho capito che me la devo cavare da solo, studiando sui libri, imparando da chi e’ davvero diventato ricco, sperimentando sulla mia pelle e imparando dai miei e dagli altrui errori.