Situazione

E’ da un po’ di tempo che non scrivo su queste pagine.

Nelle ultime settimane mi son capitate alcune cose poco piacevoli.

Mia mamma sta lottando contro un tumore e io due volte al mese devo portarla in ospedale.

Ma questa non e’ la parte peggiore.

E’ che sara’ cosi’ a tempo indeterminato. Non so per quanto tempo sara’ cosi’.

Come se non bastasse, la ditta per cui lavoro ha altissime probabilita’ di chiudere.

Tra gli uffici tira una bruttissima aria e mi sono giunte voci su una altissima probabilita’ che la ditta chiuda entro la fine di quest’anno.

Sono fortemente combattuto sul da farsi. Mi licenzio , prendo tfr , cerco di ottenere una buonuscita e perdo la disoccupazione ? Oppure attendo con pazienza fino a quando chiudera’ e prendo la disoccupazione?

Mi piacerebbe licenziarmi, ma attualmente non sono ancora libero finanziariamente. Le cose vanno bene , ma la mia economia ancora non e’ pronta ad assorbire uno shock del genere, mi mancano ancora  circa 400 euro mensili di rendite che sto cercando di crearmi. Quindi senza stipendio ogni mese avrei piu’ spese che rendite anche cambiando residenza e stile di vita.

Non sto qui a raccontarti i dettagli, ma le ho pensate tutte. Anche diminuendo di ben 500 euro le uscite mensili, se domani mi venisse a mancare lo stipendio, dovrei attingere comunque ai risparmi per compensare la differenza tra rendite e uscite mensili.

Per carita’ non finirei sotto un ponte, potrei durare circa 8 anni e mezzo senza nessuna entrata e mantenendo lo stesso tenore di vita, ma voglio trovare soluzioni che non mi costringano a intaccare i risparmi.

Mentre cerco di calcolare cosa mi conviene, leggo le notizie macroeconomiche e non prevedo nulla di buono per il futuro : iperinflazione e guerre, restrizioni alla liberta’ individuale.

Le mie vicissitudini familiari e il pessimo quadro economico e politico italiano e internazionale mi hanno anche fatto riflettere se abbia ancora senso continuare a scrivere su un blog…come questo.

Un giorno ho anche pensato di chiuderlo.

Riflettendo piu’ in profondita’ , con l’esperienza acquisita grazie agli studi su come diventare ricco e libero , oggi non vedo piu’ la realta’ e il futuro come ‘buono’ o ‘cattivo’ , ma penso a come trarre vantaggio dagli scenari presenti e futuri.

Quindi nonostante le mie previsioni sul futuro le veda ‘pessime’ , in realta’ cerco di capire cosa e’ meglio fare per non farmi travolgere dagli eventi che stanno capitando. Se possibile magari cercare di guadagnarci :)

Poi ho riflettuto anche sul blog,  ho capito che chiuderlo oggi forse farei un torto a quei lettori che mi hanno dimostrato fedelta’ nei mesi, che stanno diventando anni.

Percio’ il blog per ora non lo chiudo, ma la situazione che sto attraversando mi impone di attuare grossi cambiamenti nella mia vita che mi portano via un sacco di tempo.

Potrebbe capitare che non scriva qui per molto tempo, ma prima o poi tornero’.

Spiegare cosa sto facendo e’ troppo lungo, mi ci vorrebbero almeno 30 articoli. In questi mesi ho imparato parecchie cose, nuove skills, nuova visione, nuovi strumenti, piu’ potenti, per realizzare la vita che voglio.

Per ora ti posso dire solo due parole: oro e trading. ,)

A presto!

{ Lascia un commento ? }

  1. Claudio

    Ciao , mi dispiace tantissimo per tua mamma, ti sono vicino piu’ di quanto pensi ( ho attraversato la stessa cosa per i tutti e due i miei genitori).Per quanto riguarda il blog pensa prima a te stesso e poi se Dio vorrà tornerai a raccontarci dei tuoi successi ( almeno cosi’ spero io).Per quanto riguarda il lavoro questa situazione puo’ essere la motivazione per trovarti un altro lavoro magari piu’ soddisfacente chissa’.Ad ogni modo ti faccio i miei migliori auguri per tutto.Ciao a presto.

  2. Fabio

    Sono veramente dispiaciuto per tua madre, L importante é che adesso stia seguendo le cure e che possa essere un percorso tollerabile.

    Nella vita, quando grandina, viene addosso tutto in una volta, i problemi arrivano come una valanga.

    Per il lavoro non preoccuparti, d altro canto é a questo che ti stai preparando da anni, inoltre non credo che tu abbia meno qualifiche di tanti altri, un altro impiego si troverà sicuramente, abbi fede in questo.

    Puoi anche lasciare questo blog come valvola di sfogo, non aggiornarlo finché non ti sentirai di farlo.

    L oro si é ripreso molto, in caso di crisi finanziaria (scoppierà la bolla? Non scoppierà? Quando scoppierà?) chiaramente si apprezzerà moltissimo: il rischio é comunque molto elevato.
    Inoltre, se la crisi fosse sistemica, possedere etc in oro lascerà il tempo che trova, salvo avere oro fisico con tutte le difficoltà che questo comporterà (ed in ogni crisi/guerra che si rispetti L oro fisico é stato sempre requisito ai privati).
    Fai bene a studiare il trading ma non é questione di uno o due mesi ed é in netto contrasto con una valutazione di crollo sistemico: credi nel trading finanziario o nell’oro quale alternativa ad un mondo finanziario destinato a crollare?

    Al di là di tutto, anche se adesso sicuramente é tutto nero, confido nel fatto che tu goda dell’amore e del rispetto di tua moglie, hai una bimba, una famiglia, sei una persona adulta e, prima di tutto, un uomo, pertanto tieni duro ed affronta ogni difficoltà così come tanti uomini delle generazioni precedenti non si sono persi d animo di fronte a problemi di gravità planetaria! Quindi molto forza e mai autocommiserazione e sconforto. Sursum corda

  3. stefano

    Ciao Luca tieni duro. Fa parte del ciclo della vita affrontare problematiche di natura famigliare e professionale. Segui più che puoi tua madre, assistila sopra ogni priorità. Se posso permettermi di darti un consiglio accetta solo quest’ultimo.

    Per quanto riguarda il lavoro, da come ho letto sul blog, è da anni che ti stai preparando a questo evento…hai la mente allargata, solo chi ha fatto questo percorso di crescita e formazione lo può comprendere. Segui il corso degli eventi e assicurati una condizione di “confort mentale”, la disoccupazione in caso di chiusura della tua azienda è un surrogato dello stipendio, anche se a termine, ma avresti più tempo per approfondire e crearti opportunità.

    Il blog è una forza segui il tuo istinto.

    Un saluto
    Stefano

  4. Alessandro

    Mi dispiace molto, tieni duro e continua a formarti sei sulla strada giusta

  5. marco

    mi dispiace tanto per tua mamma. davvero.

    dopo appena ho un pò di tempo voglio scrivere un post più lungo anche sulla sezione lavoro.

  6. Luigi

    E’ tanto che non scrivo, ma questo post mi ha toccato. Mi dispiace per la tua situazione personale. Questo tuo post mi ha fatto pensare ad una cosa VERA : facciamo tanti castelli in aria, studiamo anni per creare la situazione giusta che ci sleghi dal lavoro dipendente, ma poi al confronto con la realtà, non siamo mai pronti a rinunciare allo stipendio. Questo perchè abbiamo sempre cercato di tenere il piede in due scarpe. NOn ci siamo bruciati le navi dietro e siamo scesi a combattere con l’unica possibilità di vincere o morire, ma siamo scesi a terra con le navi pronte a fuggire. Questo fa si che non mettiamo in campo tutto cio’ che abbiamo ma solo una piccola parte ed ecco perchè non arriviamo mai al risultato, nonostante ci avviciniamo. Pensare non è uguale ad agire. L’azione vale 100 volte la pianificazione. Ti auguro un gran bene Luca a te e famiglia.

  7. Luigi

    Bravissimo. La tua risposta è stata da grande : “Farò quel che posso fare, nel luogo dove sono e con i mezzi che ho!”. E’ trovare una soluzione e non concentrarsi sul problema. Grandissimo! Facci sapere come va. Siamo con te.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>