Il sistema pensionistico e’ morto

Da anni sostengo che il sistema pensionistico e’ morto.
E’ matematico, non puo’ funzionare in una popolazione che invecchia sempre di piu’ e in cui aumenta la disoccupazione giovanile.
Se chi puo’ pagare le pensioni (i giovani) diminuisce e chi deve ricevere le pensioni (i vecchi) aumenta, il sistema ha piu’ uscite che entrate, quindi NON FUNZIONA.

Sto leggendo un libro sugli investimenti.
In un capitolo riguardante il sistema pensionistico statunitense ho trovato questa frase :

“The system will be reformed someday, but real reform won’t happen until the system is close to collapse. In the meantime, the only changes will be to reduce benefits, delay the retirement age, or increase taxes.”

Traduco per chi non sa l’inglese :)

“Il sistema verra’ riformato un giorno, ma la vera riforma non ci sara’ fino a quando il sistema sara’ vicino al collasso. Nel frattempo gli unici cambiamenti saranno riduzione dei benefit (inteso come benessere, privilegi,ecc.) , allungamento dell’eta’ pensionabile o aumento delle tasse

Soffermati sulle parole in grassetto : non noti qualche somiglianza con quello che sta succedendo da anni?

L’aspetto curioso e’ che il libro e’ stato scritto nel 1999. ,)

Occorre pensare seriamente, in modo concreto a come avere delle entrate quando saremo vecchi.

Acquistare oggi asset (attivi) che danno delle rendite puo’ essere un buon modo.

{ Lascia un commento ? }

  1. marco

    sì il sistema come l’abbiamo sempre conosciuto è morto e sepolto, o quasi, in sostanza basta attendere che babyboomer arrivino all’età pensionabile.

    bisogna cercare farsi una pensione fai da te e ovviamente non mi riferisco a quello schifo legalizzato della previdenza complementare a cui solo un ingenuo potrebbe credere…

  2. marco

    tu comunque stai già lavorando ad una pensione ‘fai da te’ (come me del resto), purtroppo per quelli nati dagli anni 70 circa in poi la pensione principale sarà questa e quella statale sarà di fatto una specie di integrazione, in sostanza un redditino per cercare di vivere un pò meglio.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>