Monthly Archives: dicembre 2015

Pensioni

Dal 2015 entra in azione la legge Fornero, partorita durante il governo Monti.
L’eta’ minima per le donne per andare in pensione sale da 63 a 65 anni.

Il traguardo viene spostato ancora piu’ in la’, sempre piu’ in la’.
Alle lavoratrici dipendenti viene imposto di prolungare la vita lavorativa di altri due anni , in cambio di cosa ?

Non mi pare che l’importo di stipendi e pensioni siano in crescita, tutt’altro !
Anche perche’ l’istituto che dovrebbe pagare le pensioni, l’INPS, ha i conti in rosso da decenni.
Se non e’ fallita e’ perche’ c’e’ qualcuno che copre il buco continuamente …e quel qualcuno e’ lo stato , e lo fa con i nostri soldi.

Il reddito degli italiani perde continuamente terreno rispetto al reddito dei cittadini degli altri stati europei.
Non stento a crederci visto che aumenta la disoccupazione e le tasse.
E quando la gente non avra’ piu’ soldi da dare allo stato , con quali soldi l’INPS paghera’ le pensioni ?
La barca fa acqua da tutte le parti.

Mi aspetterei una rivolta popolare invece …silenzio…

Mi domando : ma come fa la gente ad accettare di lavorare sempre di piu’ e guadagnare sempre di meno ?
Come fa a digerire qualsiasi cosa gli venga propinata ?

Sento molte persone piu’ o meno giovani fare la battuta ‘tanto la pensione non la prenderemo mai’ .
Il fatto e’ che non e’ uno scherzo.
A logica DAVVERO non prenderemo la pensione.

La cosa curiosa e’ che non sento nessuno che dica ‘sto pensando alla soluzione del problema’

Sento fare la battuta ironica pero’ non sento nessuno che prenda sul serio la questione…io dico che sarebbe ora di pensarci seriamente e trovare una soluzione.
Altrimenti avremo un sacco di vecchi indigenti tra qualche anno sul groppone della societa’.
L’impressione che ho parlando con la gente e leggendo le dichiarazioni dei politici e’ di totale indifferenza verso questo tema.

La vedo grigia, molto grigia…

Da qualche anno ho iniziato a lavorare per arrivare a vivere di rendita ANCHE per non vivere nell’illusione che lo stato si prendera’ cura di me quando saro’ vecchio,.

Trattative e investimenti immobiliari: il canone concordato

Tempo fa mi informai sulla cedolare secca a canone concordato.
Questo tipo di tassazione e’ al 10%, molto meglio della cedolare secca a canone libero che e’ al 21%

Pero’ per calcolare la convenienza bisogna sapere: cosa significa canone concordato ?

Significa che tu proprietario non puoi decidere il canone d’affitto, ma devi attenerti a delle tabelle.
Tabelle stabilite da accordi tra i sindacati degli inquilini e dei proprietari.
Tabelle che variano da comune a comune e non si applica a tutti i comuni d’Italia, ma solo a quelli classificati come ‘ad alta densita’ abitativa’ .

Di solito riguardano le piu’ grandi citta’ d’Italia e il loro hinterland.

E’ proprio il mio caso.
Percio’ tempo fa sono andato sul sito del comune in cui vivo e ho cercato queste famigerate tabelle.
Ho pensato che se anche dovessi affittare a un canone prestabilito e inferiore a quello di mercato, con una tassa al 10% magari finisce che quello che mi rimane in tasca e’ superiore con un canone di mercato superiore , ma con una tassa al 21%.
Read more »

Banche salvate e investimenti

Spero che la vicenda delle 4 banche (fallite) salvate e dei milioni di euro persi da obbligazionisti e azionisti faccia capire una volta per tutte che investire non vuol dire dare i soldi a qualcuno che li investa al posto tuo, bensi’ occuparsi in prima persona del proprio investimento, capire su cosa si sta investendo e come minimo averne il controllo.

Calo un velo pietoso invece sugli intrecci tra banche e politica,sugli enormi conflitti di interesse, sulla truffa e sul salvataggio di istituti gestiti da manager incapaci.

App

Dopo mesi di sviluppo e test, finalmente la mia app e’ pronta.  :)

Ma dov’e’ questa ripresa?

Inflazione -0,4%
Disoccupazione in calo 11,5%
Inattivi in aumento
Occupati in calo di 39.000 unita’, per lo piu’ indipendenti
Disoccupazione giovanile in aumento
Tassi negativi.
PIL +0,2 %

Consumi per Natale 2015 : +5% (ma -30% rispetto ai livelli pre-crisi)
Il governo parla di ripresa.

Mah !

Liberta’ finanziaria novembre 2015

Anche il mese di novembre si e’ chiuso e con esso anche i conti di famiglia
L’indice di liberta’ finanziaria del mese appena chiuso e’ arrivato al 56,2%.

Mai stato cosi’ alto nel 2015.
Rispetto al mese scorso (47,2%) ho fatto un bel +9,0%

La media del 2015 e’ al 45,8%, praticamente identica a quella dell’anno scorso fino a novembre.

 

 

Le rendite hanno toccato un nuovo record in termini assoluti : 1334 euro.

Mai state cosi’ alte.

Read more »