Monthly Archives: maggio 2015

investimenti azionari: a volte e’ meglio non fare nulla

Sto studiando i meccanismi della borsa.

I miei due investimenti azionari virtuali son passati nel giro di pochi giorni da -100 euro a -200 euro, per poi risalire a-93 euro.

in mezzo ci son stati grexit e podemos, le dichiarazioni di Draghi e i report della banca d’Italia.

Tutte cose fuori dal mio controllo. Io sono stato semplicemente a guardare senza vendere quando era a -200 euro.

Ecco perche’ a volte per guadagnare soldi la cosa migliore e’ non fare assolutamente nulla.

Una cosa da tenere presente per i miei investimenti reali futuri.

EDIT: in questo momento sono saliti a -87 euro…

crealavitachevuoi: progettazione d’interni

Nell’inseguire la liberta’ finanziaria, c’e’ la volonta’ di ottenere piu’ (denaro) impiegando meno (tempo).

La liberta’ finanziaria e’ solo un mezzo per compiere il grande progetto ‘crealavitachevuoi’ , sostanzialmente fare quello che voglio davvero, mettere mano alla mia vita, che e’ un continuo processo di svuota/riempi.

Svuotare, ovvero eliminare dalla mia vita tutte quelle attivita’ e cose inutili, quelle che non voglio,quelle che fino a oggi ho fatto solo per necessita’ o per dovere.

Riempire, ovvero immettere nella mia vita tutto cio’ che amo fare, tutto cio’ che mi da’ soddisfazione, tutto cio’ che faccio con passione e che mi riesce bene.

I due processi si alternano fra di loro: man mano che tolgo qualcosa di inutile , il tempo e lo spazio che si e’ venuto a creare lo riempio con quello che mi piace , con quello che mi serve.

Del resto non e’ possibile fare cio’ che ami, se il tempo che ti servirebbe per farlo e’ occupato perennemente da attivita’ che non appagano il tuo spirito, il tuo cuore e la tua mente.

Mi sono impegnato per potermi permettere di lavorare solo 4 giorni su 5.

Dunque mi sono sbarazzato, in parte, di qualcosa che facevo solo per necessita’.

Mi sembra giusto utilizzare questo tempo libero che si e’ venuto a creare, per fare una delle tante cose che mi e’ sempre piaciuta : progettare case e saperle arredare con gusto e armonia.

Per incominciare acquistero’ un manuale di progettazione d’interni. ,)

 

investimenti: azionario e SIM

Dal 9 aprile sto monitorando la mia simulazione di investimento azionario.
Sono solo denari virtuali, percui non guadagno e non perdo nulla di reale.
Sono in fase di studio.

In questo momento unicredit -0,1% e ferragamo -13,26%
Meno male che ho messo 2000 euro su unicredit e 1000 su ferragamo e sto limitando le perdite a -134 euro (-4.4% sul totale investito)

Staremo a vedere.

Intanto io e mia moglie abbiamo perfezionato l’investimento tramite una SIM e stiamo guadagnando l’1% dopo soli due giorni.

SIM sta per Societa’ di Intermediazione Mobiliare.

Praticamente tu dai i soldi a qualcuno che investa al posto tuo.

Gia’ e’ difficile investire in prima persona e guadagnare , figuriamoci affidando i soldi a qualcun altro : oltre a capire la bonta’ dell’investimento devi anche capire se la societa’ a cui affidi i tuoi soldi e’ brava a guadagnare.

Boh, non so. Non mi trovo molto a mio agio con gli investimenti tramite societa’ di consulenza, ma anche qui: staremo a vedere che succede.

Devo dire che in questi due investimenti ho sempre la sensazione (brutta) di non avere il controllo dell’investimento, puo’ succedere sempre qualcosa da un momento all’altro e io posso solo stare a guardare che sale e scende o al massimo disinvestire quando lo ritengo opportuno.

Non capisco se devo solo abituarmi a questo modo di investire o se e’ meglio investire in strumenti con cui mi sento piu’ a mio agio…

investimenti azionari: l’esperimento continua

E’ passato un mese e mezo da quando ho acquistato azioni ‘virtuali’ in borsa.
Ho comprato UNICREDIT a 6,39 euro per un controvalore di 1058 euro circa.
Ho anche comprato FERRAGAMO a 32,2 euro per un controvalore di 998 euro circa.
Dopo una settimana di guadagno , sono crollate entrambe, ma Ferragamo molto di piu’ della prima.

Un giorno ho chiuso addirittura a -150 euro o giu’ di li’ con Unicredit tra -1 e -2% e Ferragamo precipitata a -12%.

Dopo due settimane , vedere che 2000 euro investiti mi stavano dando -150 euro, mi faceva un po’ rimpiangere il conto deposito, che come un diesel saliva piano ma costante a 3,6 euro al giorno.
Dopo 15 giorni il CD batteva le azioni di piu’ di 200 euro : +54 euro il CD contro -150 euro le azioni

Ho cercato di ricordare a me stesso che in realta’ non stavo perdendo realmente 150 euro, perche’ le azioni erano ancora in mano mia e potevo tenerle con tranquillita’.
Ho guardato il prezzo delle unicredit degli ultimi 5 anni e ha subìto guadagni e crolli ben maggiori.
Ferragamo in 5 anni ha guadagnato il 180%, in mezzo ha avuto crolli maggiori del 12%, dunque se il mio orizzonte e’ a 5 anni e’ inutile che cerco la performance a 1 mese.

E’ vero, con una simulazione siamo bravi tutti a tenere duro.
Pero’ posso dire con sicurezza che nulla sarebbe cambiato anche nella realta’, e cioe’ che quei 2000 euro potevo tenerli investiti, dato che nella mia vita ora non sono a corto di liquidita’.

Sicuramente devo sganciarmi dalla mentalita’ del conto deposito, dove il guadagno lo vedi giorno per giorno, non subisce oscillazioni come in borsa.
Devo abituarmi ai saliscendi come parte dell’investimento.

Nei giorni seguenti al crollo, unicredit ha ripreso timidamente a guadagnare, cosi’ ho deciso di comprare altre azioni per dare un maggiore peso al titolo migliore , ma ho commesso un errore.
Mi son fatto prendere dall’impulso di comprare quando invece dovevo aspettare che il prezzo scendesse un po’.

Devo imparare a comprare quando il prezzo e’ basso, non quando sta salendo.

 

BE STUPID

Da tanto tempo cercavo il libro di Renzo Rosso intitolato ‘be stupid’

Rosso e’ il fondatore della DIESEL, la fabbrica dei jeans, quelli tutti strappati e slavati.

Ebbene, il suo libro, un’autobiografia era introvabile.
Dopo mesi di ricerche , oggi quel libro e’ sul tavolo di casa mia.

Una copia omaggio arrivata direttamente dal quartier generale della DIESEL di Breganze (VI) con tanto di dedica scritta a mano !

Questi della DIESEL e della OTB (la holding che controlla DIESEL) sono veramente forti !

Sono contento e non posso far altro che parlar bene di loro e soprattutto dirgli GRAZIE !  ,)

 

Trattative e investimenti immobiliari: ok surroga!

Dopo ben 6 mesi di attesa, la banca ha dato il benestare alla mia richiesta di surroga del mutuo.

Nelle prossime settimane uscira’ il perito per valutare il mio appartamento. Spero che lo valuti almeno 120k.

stasera sono uscito con mia moglie e mia figlia, adoro le sere di maggio, hanno un profumo particolare.

Entrate automatiche: il progetto di business va avanti

Ieri notte ho raggiunto quota 13 “clienti” del mio futuro business.

Intanto il progetto va avanti: ho dato il via al programmatore per lo sviluppo dell’app.

Costo : 800 euro che autofinanziero’ a fondo perduto, prelevandoli dalla liquidita’ di famiglia.

A fondo perduto Significa che oggi non ho nessuna garanzia di ritorno sull’investimento.

Il rischio e’ di perderli tutti, ma rappresentano lo 0,5% della liquidita’ di famiglia, quindi un rischio veramente irrisorio.

In caso di successo, affluiranno nel mio portafoglio nuove entrate automatiche.

Sei nel quadrante D?

Un anno.

E’ passato un anno da quando ho preso il part time.
Mi ricordo quei giorni, mi sembrava la cosa piu’ ovvia da fare.
Perche’ rimanere occupato 5 giorni alla settimana per un lavoro che non mi stava dando piu’ nessuna soddisfazione, per di piu’ a 10 euro/ora, quando ero sicuro che impiegando lo stesso tempo a modo mio, secondo i miei ritmi, seguendo il mio istinto e le mie intuizioni, senza che nessuno mi desse stupidi ordini da eseguire, avrei guadagnato molto di piu’ di 10 euro/ora ?
Oppure se vogliamo vederla in un altro modo, fuori dall’ufficio mi serviva molto meno tempo per guadagnare gli stessi soldi che ricevevo in busta paga.
Il part time era diventata una scelta necessaria.
Mi sentivo un po’ matto perche’ la mia decisione era in netto contrasto con le realta’ che mi circondava : disoccupazione dilagante e gente alla disperata ricerca di un’occupazione. Meglio se a tempo indeterminato.

Read more »

Expo 2015: la grande truffa

Scusami se quello che leggerai ti sembrera’ un po’ troppo diretto, ma non e’ mia intenzione offendere.
Se qualcuno si sentira’ offeso dopo aver letto queste righe, beh…mi dispiace.

Non mi occupo mai di fenomeni sociali di massa, preferisco dedicare le mie energie alla realizzazione dei miei sogni.
Oggi pero’ ho trovato in un fenomeno attuale di massa lo specchio del comportamento quotidiano che ha la gente in tema di liberta’ finanziaria e di ricchezza e ci ho visto una grossa farsa, forse la piu’ grande di questi ultimi decenni.
Mi sono un po’ stufato di assistere in silenzio a tutta questa falsita’ mascherata da perbenismo.

Buona lettura ! :)

—————————————–

Expo, la grande truffa la grande ipocrisia

Read more »

Mai piu’ commissioni per pagare le bollette

Pochi giorni fa ho completato la digitalizzazione delle bollette, ora le pago tutte online.

Perche’ l’ho fatto? Per diminuire le spese e migliorare ulteriormente la mia liberta’ finanziaria.

Meno uscite ho, meno rendite devo costruire per coprire le uscite, prima esco dalla ruota del topo!

Siccome non credo nell’autoprivazione, vado a caccia solamente di quelle uscite che non mi danno nulla in cambio, come le commissioni che pago sulle bollette.

Tempo fa mi son chiesto come potevo evitarle.

Ho calcolato che mi arrivano 22 bollette all’anno.
Ogni bolletta arrivava corredata da 3, a volte 4 fogli. Quanta carta !
E dovevo sempre trovare dei raccoglitori dove archiviarle, uno spazio in casa dove tenere i raccoglitori…uff…

Per ogni bolletta pago, anzi pagavo  :) 1,30 euro di commissione, che moltiplicato per 22 bollette fa 28,6 euro.

Poca roba dirai tu.
Si ma quei 28,6 euro se ne vanno via in cambio di cosa ? Di nulla.

Quando compri qualcosa al supermercato paghi delle commissioni alla cassa per aver acquistato la merce? Non mi risulta.
Perche’ devo dare alle poste 28,6 euro per il solo privilegio di farmi pagare la bolletta ?

Trovo piu’ giusto che la bolletta la paghi direttamente a chi l’ha emessa, senza ulteriori intermediari.
Ho fatto qualche ricerca e ho trovato il modo per pagare il dovuto direttamente alla societa’ emittente.

Ho 4 utenze e fortunatamente tutte le rispettive societa’ hanno un loro sito online da cui e’ possibile pagare la bolletta,
Tutte tranne una.

Allora sono andato sul sito della mia banca, e siccome si tratta per quest’ultima di un MAV, per il pagamento dei MAV la mia banca non chiede commissioni.
Bingo !

A questo punto la scelta e’ diventata obbligata: perche’ continuare a pagare 28,6 euro quando posso avere lo stesso servizio GRATIS ?

Anzi, il servizio e’ addirittura migliore perche’ in questo modo non solo ho eliminato le fastidiose commissioni, ma anche il risparmio del mio preziosissimo TEMPO, evitando le code allo sportello.
In 2 minuti pago da qualsiasi luogo, a qualsiasi ora.

Da qualche settimana sto gia’ pagando online tutte le bollette, con risparmio di soldi, carta e soprattutto … tempo !

come guadagnare 744 euro all’anno senza lavorare

A causa delle festivita’ , solo oggi mi hanno scalato la rata del mutuo, che e’ la prima ad aver subito una riduzione dopo il rimborso.
Da oggi in avanti paghero’ 533 euro alla banca, anziche’ 595 euro.

Diminuiro’ le mie spese. Il mio cashflow ringrazia :)
Ho dovuto aspettare due mesi e mezzo, ma ne e’ valsa la pena : 

62 euro in meno da dare alla banca.
62 euro che rimarranno nelle mie tasche 
62 euro in piu’ ogni mese, 744 euro guadagnati all’anno, 11.000 e passa euro risparmiati da qui alla fine del mutuo.

Ma la cosa bella e’ che ho ottenuto tutto questo con zero ore di lavoro. Zero di zero.
E’ bastato un accordo, una stretta di mano.

I soldi hanno lavorato al posto mio.Che figata.

Ormai la liberta’ finanziaria e’ diventata la mia filosofia di vita, mi e’ entrata dentro.

Da dipendente avrei dovuto sperare in un aumento di stipendio per avere 62 euro in piu’ al mese.
Sarei riuscito ad ottenerlo in due mesi e mezzo, senza lavorare di piu’ , senza leccare il culo o pregare in ginocchio ?
No di certo.

La mia liberta’ finanziaria: Aprile 2015

Oggi stavo verificando com’e’ andato il mese di Aprile rispetto alla mia liberta’ finanziaria.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ho chiuso al 44,4 %, in calo rispetto al mese precedente e peggior risultato da inizio anno.
La media finora e’ del 50,8%.

Nel 2014, la media ad Aprile era del 46,1% , dunque sto facendo meglio dell’anno scorso.

A cosa e’ dovuto il calo ?

Potrei dirlo ad occhi chiusi, perche’ so come sono andate le cose.
Il calo e’ dovuto all’aumento della colonnina delle uscite, poiche’ le entrate automatiche son rimaste uguali.

Ho speso piu’ di 2500 euro il mese appena concluso, ben 300 euro in piu’ rispetto al mese precedente (marzo)
Analizzando tutte le voci di spesa, il cibo, mia figlia, i trasporti e l’appartamento che ho affittato, son rimasti pressoche’ invariati.
Ho speso di meno per l’auto (-90 euro)

Sono aumentati invece la casa in cui vivo in affitto e le spese varie, ovvero tutto cio’ che non rientra nelle altre categorie.
Come mai sono aumentate queste due voci di spesa ?

Mi hanno fatto pagare la registrazione del contratto, come l’anno scorso, perche’ la proprieta’ non ha scelto la cedolare secca.
Poi ho acquistato un altro modulo dell’armadio per la camera da letto.
Lo so, questa non e’ una scelta finanziariamente saggia, ma a volte bisogna dare un colpo al cerchio e un colpo alla botte.
Mia moglie voleva completare l’armadio e ha insistito per acquistare il modulo aggiuntivo, mentre io avrei aspettato giugno, cioe’ il mese in cui ci liquideranno gli interessi del conto deposito.
La mia strategia e’ quella di acquistare beni di consumo (cioe’ il contrario degli attivi), senza impiegare una sola ora di lavoro, ovvero con una parte delle entrate automatiche.

Stavolta ho scelto di accontentare mia moglie a discapito della saggezza finanziaria. Mi e’ sembrato piu’ opportuno.

Tra le spese varie ci sono stati vari regali di Pasqua e battesimi, ma soprattutto le medicine per la mia cura dentale.
Le spese varie hanno toccato quota 260 euro, 120 euro in piu’ rispetto al mese scorso.

Le spese per le cure dentistiche (4000 euro), come ho gia’ detto nel precedente articolo, non le computo nel cashflow mensile, in quanto le considero un investimento.

Nei prossimi mesi continuero’ ad impegnarmi per abbassare ancora di piu’ le spese e ad aumentare le entrate automatiche.