Monthly Archives: febbraio 2015

Liberta’ finanziaria: risultati di febbraio

Dopo aver impostato l’obbiettivo finanziario per il 2015 (migliorare il piu’ possibile la mia % di liberta’ finanziaria), controllo i risultati di Febbraio.

In verde le rendite, in rosso le spese.
Il loro rapporto da’ un bel 58,5%.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Potevo fare meglio, ma va bene cosi’, considerando che tra le spese ho comprato il divano da mettere nell’appartamento affittato (quindi ne gode il mio inquilino, non certo io), ho dovuto pagare una bolletta dell’acqua arretrata consumata dal precedente inquilino (ormai chi lo rivede piu’ ? …), ed e’ arrivata una bolletta della luce.

Ed ora veniamo all’obbiettivo finanziario. Com’e’ la situazione rispetto all’anno scorso ?
Read more »

Liberta’ finanziaria: obbiettivo 2015

Ho stabilito l’obbiettivo di liberta’ finanziaria per il 2015:

La percentuale dovra’ aumentare.

E’ lo stesso obbiettivo che mi ero posto l’anno scorso, ma a differenza del 2014, quest’anno non voglio fissare nessuna cifra.

L’unica cosa che contera’ quest’anno sara’ crescere , non importa quanto.

Entrate automatiche: non lasciare i soldi a marcire. Gestire la giacenza media del c/c (2a parte)

In questo articolo feci dei ragionamenti sull’ottimizzazione del conto corrente.

Ho 5400 euro sul mio c/c e vedere sempre quella giacenza media a marcire non mi andava proprio giu’.

Oggi ho deciso di spostare la quantita’ di liquidita’ inutilizzata.

Pero’ anziche’ basarmi sui movimenti passati effettuati, ho preso come riferimento le mie reali necessita’ attuali.
Ho calcolato che e’ sufficiente che sul conto ci siano solo 2200 euro, ma per sicurezza e per fare cifra tonda ho deciso di lasciare 2400 euro.

Cosi’ i 3000 euro in eccesso li ho spostati sul conto deposito che incrementeranno le entrate automatiche di altri 2,75 euro al mese.

E’ vero, sono pochini, forse ti aspettavi cifre altisonanti, ma vale ancora la solita regola : meglio guadagnare 2,75 euro piuttosto che zero euro.

Anche perche’ se eliminare le piccole inutili spese porta grossi guadagni, perche’ non dovrebbe essere lo stesso con tante piccole entrate ?

Tutto sommato 2,75 euro al mese fanno 33 euro all’anno che rimarranno nelle mie tasche.
Gli interessi composti faranno il loro sporco lavoro al posto mio.  ,)

Guadagnare soldi: verifica le tue cattive abitudini

Vuoi guadagnare soldi? E’ piu’ semplice di quanto si pensi comunemente.

Tutti i giorni prendo il caffe’ alla macchinetta qui in ufficio. Per motivi di salute ho deciso di smettere.

Costa 31 centesimi. Una cavolata.

Dato che vado in ufficio dal lunedi al giovedi, mi costa 1,24 euro a settimana.

In un mese mi costa 4,96 euro.

In un anno sono ben 59,52 euro!

Tempo fa un mio collega si lamentava che a fine mese non gli avanzasse neanche un centesimo.

Gli feci due conti in tasca e venne fuori che fumava come un turco, arrivando a spendere 400 euro al mese per i pacchetti di sigarette!

Se avesse smesso di fumare avrebbe recuperato qualcosa come 4800 euro all’anno.

Spesso i piu’ grossi guadagni sono nascosti nelle nostre piccole cattive abitudini…

L’inquilino e il divano-letto

Come ti ho accennato nel precedente articolo, dovevo recuperare un divano-letto da mettere nel mio appartamento.

Il mio inquilino ha insistito talmente tanto per averlo che alla fine gliel’ho trovato.

Quello che non sai e’ che non voleva scucire un euro.

Cosi’ , oltre a subire la sua pressione, ho anche dovuto affrontare una spesa, che riduce seppur di poco il mio profitto di locatore.

Ho stabilito un budget di 100 euro, volutamente basso visto che non prevedo un ritorno economico per questa spesa e un po’ anche per scoraggiare l’inquilino dal fare simili richieste.

Invece non ha mollato la presa: da ottobre ogni mese mi chiedeva news sul divano…

Read more »

Trattative e investimenti immobiliari: un colpo al cashflow e uno alla liquidita’

‘Dovete fare il mutuo per comprare l’appartamento?’
‘No, compreremmo in contanti’.
‘Ah, ma allora siete ricchi!’

Queste le parole dell’agente immobiliare.
Io non mi sento affatto ricco, ma sicuramente il mercato delle case sta offrendo opportunita’ interessanti.

Per lo meno per chi ha della liquidita’ da spendere, visto che grazie a questa potrebbe ottenere degli sconti sul prezzo finale.

Cash is king.

Nei giorni scorsi io e mia moglie abbiamo visitato alcuni appartamenti in vendita.

Bilocale da 80 mq in centro paese a 119.000 euro. Necessita di alcuni lavori da fare (circa 10.000 euro di preventivo)
Bilocale da 80 mq in centro paese a 110.000 euro. Anche questo necessita di alcuni lavori da fare intorno ai 10.000 euro.

Ma come mai stiamo cercando casa ?

Perche’ quella in cui viviamo ci costa piu’ di 700 euro al mese di affitto.
Dato che possiamo acquistarla senza mutuo (siamo ricchi,no?  :), elimineremmo piu’ di 700 euro dalla colonnina delle uscite.

Indovina dove arriverebbe la mia liberta’ finanziaria senza l’affitto da pagare ?
Non riesco neanche a dirlo….arriverebbe al … 133%.
Vivrei di rendita.

Aahhh…quando ci penso mi sembra incredibile per quanto il sogno sia diventato possibile.
Ma non e’ tutto oro quel che luccica.

E’ importante che per ogni operazione dai un occhio al bilancio e un altro occhio allo stato patrimoniale.
Certo, in questo caso sistemerei il bilancio, ma rimarrei senza un euro da parte.
Un colpo positivo al cashflow e uno negativo alla liquidita’.
E in questo momento, con una figlia a carico non me la sento, anche perche’ uno dei due inquilini se ne andra’ a luglio.

Cash is king.

Staremo a vedere.

Oggi,tanto per rimanere aggiornati abbiamo visitato un altro bilocale. 75 mq in centro paese.
Vogliono 80.000 euro ed e’ da ristrutturare. C’e’ gia’ un preventivo dei lavori: 20-25.000 euro.
Il proprietario pare sia disposto a scendere anche fino a 65.000 euro e ci posso credere visto che la casa non ha neanche i radiatori per il riscaldamento ed e’ al terzo piano senza ascensore.

Chi ci viveva si riscaldava con la stufa e a giudicare dallo stato di muri e infissi quella casa e’ disabitata da anni.

Quindi forse trattando un minimo, potrei acquistare un bel bilocale ristrutturato con 100.000 euro e mi avanzerebbe pure qualcosina di liquidita’.

Il weekend ci riflettero’.

PS.: nel weekend aggiungero’ un divano per il mio inquilino e spendero’ un po’ del conto svago portando a cena al ristorante mia moglie. E’ San Valentino.  ,)

Spese in vista…ecco dove trovero’ le risorse

Spese in vista.
Quest’anno io e mia moglie dovremo affrontare una spesa che l’anno scorso non c’era poiche’ era il primo anno che affittavamo casa : la cedolare secca.

Ho stimato che ammontera’ a circa 1000 euro.

Come se non bastasse, per un mese e mezzo mia moglie non percepira’ stipendio.

Non ti sto a spiegare i motivi, ti dico solo che dovremo recuperare 128 euro al mese che verranno a mancare.
Piu’ la cedolare da pagare.
Sono in attesa che la banca dia il via alla surroga che ho chiesto a novembre.
Risparmiero’ qualcosa intorno ai 300 euro, che risolverebbero i problemi in arrivo.
Son passato l’altro giorno in filiale, ma c’e’ ancora da aspettare…prima di aprile secondo me non succedera’ nulla…

Ma devo trovare il modo di recuperare questi 128 euro, devo trovare le risorse, non posso aspettare i tempi della banca.

Ecco come pensiamo di recuperarli :

abbiamo un po’ di liquidita’ derivante da risparmi che e’ inutilizzata.
L’aggiungeremo a quella gia’ presente sul conto deposito. Dovrebbe fruttare circa 55 euro al mese di interessi.
Poi da questo mese avro’ in busta paga 25 euro in piu’ dovute a uno scatto di anzianita’.
Infine cerchero’ di convincere i miei a prestarmi 10K euro per effettuare un rimborso parziale del mutuo.

Il risparmio sulla rata dovrebbe aggirarsi intorno ai 45 euro.

Riepilogando :

+ 55 euro di interessi aggiungendo liquidita’ al conto deposito
+ 25 euro derivanti dallo scatto di anzianita’
+ 45 euro come risparmio della rata di mutuo
——————————————————
Totale : 125 euro

Direi che ci siamo  ,)

Come aumentare le rendite dal letto

Abat-jour,coperta e minestrina.

La’ fuori in mezzo al buio, la luce dei lampioni mostra i fiocchi che scendono ininterrotti da stamattina.

Sono a letto febbricitante da ieri, ma cio’ non mi ha impedito di aggiungere altra liquidita’ al conto deposito, che aumentera’ le rendite di famiglia.

Sviluppi, business e immobiliare

Progetto di business : sono saliti a sette quelli che hanno aderito al mio servizio.

Per ora faccio tutto a gratis, ma mi sembra che la domanda ci sia. Molto bene. Ora devo sentire un commercialista su quale sia la forma migliore d’impresa per iniziare a fatturare.

Immobiliare : qualcuno ha mai provato Airbnb ? Si e’ trovato bene ? Qual e’ la % di sfitto ?

Vuoi vivere di rendita? Inizia a diminuire le spese

L’indice di liberta’ finanziara e’ determinato dal rapporto tra le rendite e le spese mensili.
Questo indice ovviamente oscilla di mese in mese.

Vuoi vivere di rendita? Inizia a diminuire le spese.
Ti racconto come faccio io.

Prima di tutto e’ bene verificare l’indice di liberta’ costantemente: ho chiuso il mese di gennaio con un discreto 56,2%.

Significa che il 56,2% delle spese di famiglia e’ stato coperto dalle nostre rendite

Quali sono state le cause di tale risultato ?

Escludo le rendite perche’ sono addirittura diminuite di circa 40 euro al mese: mi hanno abbassato il tasso di interesse del mio conto deposito da dicembre.

Osservando le spese invece c’e’ stata una netta diminuzione, frutto di azioni volontarie e di eventi involontari.
Innanzitutto non ho cercato di abbassarle semplicemente rinunciando a qualcosa.
Ho cercato di avere la stessa cosa, ma spendendo meno.
In alcuni casi e’ addirittura migliorata la qualita’.

Le soluzioni sono arrivate per quanto riguarda il taglio dei capelli, il cibo e la benzina.

Prima andavo ogni mese dal barbiere. Ogni volta gli lasciavo 12 euro.
Soluzione: Ora me li taglia mia moglie a casa.
Io e mia moglie ogni sabato prendevamo la pizza da asporto, e spendevamo circa 10 euro a settimana, che moltiplicato per 4 settimane, fa 40 euro al mese.
Soluzione: Ora la pizza la faccio io in casa, con le mie manine :) ed e’ pure piu’ buona della pizzeria!
Prima andavo al lavoro in auto.
Soluzione: Da quasi un anno vado al lavoro in metropolitana, con un risparmio sulla benzina di circa 50 euro al mese.

Hai fatto la somma ?
12 euro di barbiere.
40 euro di pizza
50 euro di benzina
——————-
Fanno 102 euro di spese in meno ogni mese.

In piu’ a Gennaio non ci sono state tasse (la media del 2014 e’ stata di circa 300 euro al mese!) e da dicembre non paghiamo piu’ l’asilo nido per nostra figlia (270 euro al mese), poiche’ abbiamo deciso di ritirarla per avere un maggiore controllo sulla sua salute.

Queste due voci (tasse e asilo) hanno avuto molto peso sul nostro bilancio.
Mentre per le tasse non e’ dipeso dalla nostra volonta’ e presto torneranno a farci visita, l’eliminazione della retta dell’asilo e’ dipesa da una nostra precisa scelta.
Quindi se potessi classificare le 5 voci di spesa che hanno subìto una diminuzione (barbiere,pizza,benzina,tasse e asilo), ben 4 su 5 sono il risultato di scelte.

Insomma, ho avuto nuovamente conferma che per arrivare a vivere di rendita piu’ velocemente, diminuire le spese potrebbe essere piu’ efficace che aumentare le entrate.

Nel mio caso poi, la diminuzione volontaria e involontaria) delle uscite e’ stata superiore alla diminuzione delle rendite:  avere uno stile di vita sobrio aiuta a raggiungere la liberta’ finanziaria.