Monthly Archives: gennaio 2015

Come sta andando la mia liberta’ finanziaria

Come sta andando ? Ecco l’andamento della mia liberta’ finanziaria da Maggio a oggi :

Niente male ! A fine mese analizzero’ le cause di questo risultato.

Meno male che oggi e’ venerdi e sto a casa !
Fuori e’ una giornata di ghiaccio , ma io sono al calduccio a fare un sacco di cose per vivere di rendita ,)

 

E’ giovedi mattina

E’ giovedi’ mattina.

Ho un nuovo cliente per il mio progetto di business. E siamo a quota 4.  :)

Ho aspettato il venerdi’, che tanto saro’ comunque  a casa, per andare in banca a sollecitare la mia richiesta di surroga e invece ho appena saputo che proprio domani le banche faranno sciopero.  :(

Ma vaff…

Meno male che il giovedi e’ l’ultimo giorno da schiavo.
Bene, ‘grazie’ allo sciopero della banche,  domani mi si e’ liberato del tempo: organizzero’ un appuntamento col mio broker che avevo in mente gia’ da qualche giorno.

I ricchi rimangono ricchi e i poveri rimangono poveri: questione di mentalita’

Oggi ho avuto nuovamente conferma del motivo per cui i ricchi diventano sempre piu’ ricchi e i poveri diventano sempre piu’ poveri o per lo meno rimangono tali.

E’ questione di mentalita’.

Ti spiego perche’ la penso cosi’.

Per il mio progetto di business , sto partendo su piccola scala e sto offrendo a parenti, amici e conoscenti un servizio che fa risparmiare loro qualche soldino.

Per ora lo faccio gratuitamente, giusto per capire se c’e’ domanda, mercato e soprattutto profitto.

Ebbene, ho gia’ creato un giro ‘clienti’ sufficiente per fare qualche statistica e sono in grado di distinguere i miei ‘clienti’ in due categorie.
Read more »

Psicologia della ricchezza

In giornate come questa ho la sensazione che la ricchezza arrivi a me come una sorta di flusso, nel momento in cui mi concentro su di essa, mi viene incontro quasi magicamente.

Chiamala legge di attrazione, mentalita’ dell’abbondanza, chiamala come ti pare.

Non so se c’entri, ma l’atteggiamento mentale conta tantissimo e secondo me quando uno si attiva, tante altre cose vanno al loro posto quasi da sole.
Potrei includere questo articolo in una nuova categoria : la psicologia della ricchezza.

Credo di aver innescato un circolo virtuoso questo mese.
Read more »

362 curriculum per arrivare alla schiavitu’

Piu’ passa il tempo e piu’ divento allergico al lavoro.
Non fraintendermi, non voglio oziare per tutta la vita, ma avere un posto di lavoro oggi lo associo alla schiavitu’.

L’altro giorno leggevo un blog di una nota radio nazionale.
Un tizio ha scritto una lettera all’autore del blog esprimendo la sua felicita’ per aver trovato un nuovo posto di lavoro.

Per me si e’ trovato una nuova gabbia e un nuovo padrone.

Ma la cosa che mi ha fatto sobbalzare dalla sedia e’ un’altra.
Read more »

Venerdi per crearmi rendite e non solo….

Oggi e’ venerdi e sono a casa.
Uso questo giorno di liberta’ che ho fortemente voluto, per crearmi rendite e smettere di lavorare, ma non solo…

- stamattina ho provato la nuova applicazione per fare i video e funziona alla grande!

- ho giocato con mia figlia, che sta imparando a usare le matite colorate

- ho installato l’app di facebook sul mio smartphone

- ho scoperto che facebook installa sugli smartphone la sua app sia per android che per iOs

- essendo a casa ho potuto tenere mia figlia cosi’ mia moglie ha potuto andare dal parrucchiere

- ho deciso di partire col mio progetto di business usando facebook: in questo modo non devo attendere lo sviluppo di una mia app per raggiungere gli smartphone, ed e’ gratis !

- al calar del sole sono andato a correre

E’ stata una bella giornata !

Quantitative easing BCE: un sacco di moneta scadente sta per invadere l’Europa

Un sacco di moneta scadente sta per invadere l’Europa.

Poco dopo le 14.30 mario Draghi ha ufficializzato il quantitative easing.

Da marzo i nostri soldi varranno sempre di meno, al ritmo di s-e-s-s-a-n-t-a miliardi di euro al mese.
Questa decisione era attesissima, sembrava di assistere ai calci di rigore di una finale mondiale.
Ti dico solo che sono riuscito a seguire un pezzettino della conferenza stampa di Mr Draghi durante la mia pausa di meta’ pomeriggio.

C’e’ da gioire per la decisione della BCE ?
Read more »

Finanza personale: obbiettivi 2015 – Dove investire? (seconda puntata)

Dopo la visita di martedi scorso, posso dire che mia figlia si e’ ristabilita.

Le analisi e i medici hanno confermato che i valori del suo sangue sono rientrati nella norma e che quindi sta bene.
Prima lei, poi io e infine mia moglie: dicembre e’ stato il mese degli ammalati  :)

Ora posso continuare con il mio viaggio e pensare agli obbiettivi del 2015
A differenza dell’anno scorso in cui forse sono stato un po’ troppo precipitoso nel fissare come obbiettivo il 75% di entrate automatiche, quest’anno mi sto prendendo tutto il tempo che mi serve per scegliere obbiettivi raggiungibili.

Sicuramente la salute e’ il primo settore della mia vita che voglio migliorare.
Da parecchi anni mi sanguinano le gengive e l’anno scorso ho deciso di fare una pulizia denti ogni 6 mesi.
Ora sanguinano un po’ di meno, ma vorrei eliminare definitivamente il problema.
Percio’ quest’anno, oltre a confermare la buona abitudine di fare la pulizia ogni 6 mesi, voglio fare tutto il necessario per curarmi. Andro’ dal dentista con questo obbiettivo.

Un altro settore su cui voglio puntare e’ la mia economia.
Parliamo di finanza personale e di obbiettivi per il 2015. Dove investire ?

Read more »

Non perdere tempo con questioni inutili sul posto di lavoro

Da qualche settimana sulle postazioni di lavoro e’ comparso un nuovo telefono.
Da oggi ci hanno detto di usarlo.

Il nuovo aggeggio porta con se’ alcune novita’.

Per attivarlo dobbiamo digitare un codice a 14 cifre (!) , ovviamente impossibile da ricordare e quando dobbiamo allontanarci dalla postazione dovremo digitare un codice a due cifre.

Il codice sara’ diverso a seconda del motivo per cui non siamo disponibili a ricevere telefonate .

ad esempio :

00 – consultazione con i responsabili

Ci hanno dato una tabella con 11 codici, tra cui uno da usare in caso di  caffè o… bagno !

Si, hai letto bene: da oggi , quando vado in bagno devo digitare un codice.
Mi son fatto una risata.

In fondo alla tabella , l’ultimo codice si riferisce alle emergenze.
Cioe’, se svengo devo digitare un codice ? Ma lo devo fare prima di svenire pero’ !  :)

A quando il codice per dire che non posso prendere telefonate perche’ sono morto ?  :)

Fa ridere, ma la cosa triste e’ che e’ tutto vero.
Alle iniziali battute e risate, e’ seguita una riflessione sulla decadenza del luogo di lavoro, sulla proliferazione di codici e codicilli per l’utilizzo degli strumenti di lavoro (e non solo…) e sull’eccessivo controllo da parte dell’azienda sui lavoratori.

Io non ho nulla da nascondere, ho sempre fatto il mio dovere e mi son sempre comportato secondo le regole sia al lavoro che nella vita, percio’ non sara’ a causa di questi codici che andro’ di meno in bagno o evitero’ di prendermi un caffe’.
Avverto pero’ una certa oppressione.

Anni fa mi sarei arrabbiato, avrei discusso col mio capo, gli avrei esposto gli aspetti ridicoli e inutili di tale iniziativa.
Oggi non mi va di farlo, non perche’ abbia chissa’ quale paura, ma perche’ il rapporto sforzo/risultato e’ troppo alto.

Non solo impiego 10 per ottenere 1, ma anche in caso di successo (probabilita’ di riuscita prossime allo zero…) cosa otterrei ?
Eviterei di mettere un codice per andare a pisciare e son d’accordo con te che e’ un po’ umiliante, ma chissenefrega.

Se voglio raggiungere la liberta’ finanziaria e diventare ricco devo fare un uso efficace del mio tempo e delle mie energie, anziche’ perdere tempo con questioni inutili sul posto di lavoro.

Non devo impiegare 10 per ottenere 1 (che neanche rientra tra i miei obbiettivi), ma devo impiegare 1 e ottenere 10

 

Vivere di rendita e diventare ricco? Sembra facile, ma…

Vivere di rendita, diventare ricchi, sguazzare nel benessere, per la maggior parte della gente e’ difficile da realizzare.

Oggi leggevo su un giornale che da uno studio e’ emerso che nel 2016 ‘l’1% della popolazione possiedera’ piu’ ricchezza del restante 99%

Non che avessi dubbi, ma il buon Pareto aveva proprio ragione.

La massa e’ portata a pensare che sia difficile arricchirsi e che quell’1% che nel 2016 le stia rubando qualcosa, solo per il fatto che una minoranza di miliardari sorpassera’ una massa di poveracci: del resto i ricchi sono sempre piu’ ricchi quindi vanno disprezzati per questo.

Fin da piccolo mi sono sempre messo a capire come diavolo fa uno che riesce a fare cio’ che io non sono capace di fare, anziche’ disprezzarlo.

Cosi’ da quando mi son messo in testa di vivere di rendita cerco di capire come fare, imparando da chi gia’ vive di rendita.

E poi, piu’ vado avanti nello studio di una strategia per raggiungere la liberta’ finanziaria, piu’ mi accorgo che incrementare le proprie entrate e il proprio patrimonio non e’ neanche difficile poiche’ si basa su poche e semplici regole di buon senso alla portata di tutti.

Innanzitutto le entrate devono superare le uscite.
Spesso e’ piu’ efficace tener basse le uscite piuttosto che aumentare le entrate.

Sembra un gioco da ragazzi eppure vedo sempre piu’ gente che ha le mani bucate.

L’altro giorno un mio amico (le cui entrate sono simili alle mie) mi raccontava estasiato il suo prossimo acquisto : un gippone da 60.000 euro.

con le entrate che ha, potrebbe tenersi in tasca parecchi soldi.

invece vorrebbe spenderli per una’auto,anziche’acquistare attivi che gli diano rendite passive.

pare che sia proprio difficile tenere basse le proprie spese, eppure basterebbe gia’quello per  incominiciare ad essere liberi.

E poi la ricchezza non prevede scorciatoie: ci vuole tanto tempo (decine di anni) e costanza per costruirsi un patrimonio (almeno) milionario, a meno di botte di culo improvvise (es. eredita’) , ma io su quelle non ci conto.

La maggior parte della gente cerca di arricchirsi in tempi rapidi.
La storia dimostra che non e’ stato possibile neanche per i miliardari diventare tali dall’oggi al domani.
Per alcuni e’ stato possibile solo dopo alcune generazioni.

Ecco, basterebbe tenere basse le proprie spese e avere una costante determinazione nel tempo per migliorare le proprie finanze e il proprio livello di benessere.

Sembra facile adottare questi due comportamenti, eppure la massa non ci riesce.

Infatti i ricchi diventeranno sempre piu’ ricchi.

 

 

 

Gestione finanze personali: avere diverse entrate ti rende piu’ indipendente

Le recenti decisioni della banca centrale svizzera e le voci di una svalutazione dell’euro hanno fatto preoccupare parecchia gente nella gestione delle finanze personali.

Chi ha acceso un mutuo in franchi svizzeri ora si ritrova con una rata piu’ alta da pagare e un importo totale che potrebbe superare addirittura il valore della casa acquistata.

I dipendenti di industrie svizzere che vivono di esportazioni sono preoccupati per i loro salari.

Chi ha investito in euro sta per vedersi diminuito il valore del suo investimento.
Insomma e’ preoccupato chi in qualche modo ha entrate legate a queste decisioni.

Read more »

La trappola del topo e l’istruzione finanziaria

C. fa il parrucchiere. Ha il suo negozio acquistato col mutuo e vive in un bell’appartamento su cui ha acceso un secondo mutuo che deve ancora finire di pagare. Esce alle 8 del mattino e chiude il negozio alle 20. Deve fare i conti con la concorrenza spietata dei cinesi.

A. Ha la sua ditta di riparazioni e 1 dipendente. Il capannone gli costa 3000 euro al mese. E’ indebitato fino al collo e non gli danno altri mutui. Ovviamente non puo’ permettersi di acquistare casa senza mutuo.

M. Ha la sua ditta. 10 dipendenti. Si alza alle 5 e rientra a casa alle 20. Lavora tutti i sabati . La domenica non sa cosa sia. Si ferma solo il giorno di Natale. Il mutuo del capannone terminera’ di pagarlo nel 2019 e ha 100.000 euro di crediti verso aziende, clienti e pubblica amministrazione per lavori gia’ fatti che non gli hanno ancora pagato.
Read more »

Quantitative Easing BCE: quali conseguenze sulla nostra vita reale?

Leggere i quotidiani ti fa prendere decisioni migliori per la tua prosperita’ finanziaria.
Ieri sera scorrevo i titoli di alcuni giornali e in un trafiletto piccolo piccolo ho trovato questa notizia, che secondo me e’ abbastanza importante e meritava piu’ risalto.

Si vede che preferiscono parlare di Charlie Hebdo e le dimissioni di Napolitano…bah…
Ok sono notizie altrettanto importanti, ma forse questa e’ piu’ utile per la mia e la tua ricchezza personale.

Senti qua : “Bce, il via libera della Corte Ue spiana la strada al Quantitative Easing” (QE)

Sai cos’e’ il QE ?
Praticamente viene messo un sacco di denaro in circolazione in un dato paese (in questo caso l’Europa) attraverso l’acquisto di strumenti finanziari (in questo caso i titoli di stato dei paesi europei) da parte di una banca centrale (in questo caso la BCE)

Se ne parlava da molto tempo e in molti se lo auspicavano per risollevare l’economia europea
Ebbene, ieri la corte UE ha detto che la BCE puo’ farlo , ad alcune condizioni.
Non significa che lo sta gia’ facendo, ma che molto probabilmente lo fara’ a breve visto che e’ dovuta ricorrere alla corte e ha ottenuto il “via libera” ( la Germania e’ fortemente contraria all’operazione).

A questo punto cosa dovrebbe succedere ?
Read more »

Avere grandi sogni mette un po’ di paura

Ogni tanto scrivo qualche articolo sui miei sogni, uno l’ho scritto giusto ieri.
Potranno sembrarti parole vane e aria fritta, roba da filosofi, ma non mi interessa.
Io so che sognare fa parte della vita, e’ una cosa reale, e funziona se progettata bene, ma sembra che poche persone oggi  sappiano sognare in modo concreto.

Ebbene si : sogno un grande stile di vita, una vita da ricco.
Dopo avere pubblicato l’articolo, ci pensavo e ci ripensavo.

Analizzavo cio’ che desidero e immaginavo le giornate della mia vita futura, fin nei minimi dettagli.

Mi vedevo davvero bene nel mio sogno !
Subito dopo pensai: ehi Luca, ma tu ti stai ispirando a Branson, Kamprad …Agnelli !!!

ahahah

Sembra un po’ da megalomani…non starai un po’ esagerando ?

Avere grandi sogni mi mette un po’ di paura.
Ma mi da’ anche una grande motivazione.

Mi ricordo quando facevo i miei giretti in bici.
Read more »

Progetti di business: APPs, quote di mercato Android vs iOS

Continua la mia ricerca sul mondo delle APPs per il mio progetto di business.

La domanda e’ : qual e’ il sistema operativo mobile dominante in Italia ?

Frugando in rete, ho scoperto che i sistemi Android e iOS occupano l’88% del mercato globale.

Su un articolo del TIME ho trovato questo bel grafico riguardante le vendite mondiali di telefoni cellulari…

…ma purtroppo e’ vecchio del 2012  :(  ed e’ worldwide.

A me interessa il dato italiano.

Facendo ulteriori ricerche ho trovato dati piu’ recenti : a settembre 2014 Android si è riconfermato il sistema operativo mobile dominante in Italia con il 71,8% di quote di mercato, seguito da iOS con il 10,4%