Monthly Archives: dicembre 2014

Novita’ di oggi

. la tredicesima mi e’ stata gia’ accreditata sul conto :)

. ho incrementato il conto deposito di 1000 euro

. le previsioni danno neve dalle mie parti per il 27/28 dicembre. Adoro la neve. Ancor di piu’ sotto le feste natalizie. :)

. ho scoperto un sito concorrente al mio progetto di business  :(

La giornata di oggi e’ vivace !

Riguardo l’ultimo punto devo accelerare con lo sviluppo della app.  ,)

Entrate automatiche: non lasciare i soldi a marcire. Gestire la giacenza media del c/c

Da dicembre la banca presso la quale ho il conto deposito, mi ha abbassato il tasso di interesse dal 2,50% all’1,50%.

1,50% che tolte le tasse, si riduce all’1,11% netto.
Una miseria.

In attesa di trovare investimenti piu’ remunerativi, ho intenzione di spostare un po’ di liquidita’ dal conto corrente al conto deposito.
Quanta liquidita’ spostero’ ?

Attualmente sul conto corrente ho poco piu’ di 6.000 euro e non mi fruttano 1 solo centesimo di interesse.

Rispetto ai pochi movimenti che faccio, mi sembrano un po’ troppi lasciati li’ a far niente.

Allora ho cercato di capire qual e’ la soglia minima sotto la quale non devo scendere.
Mi sono spulciato la giacenza media e i saldi sul conto degli ultimi 24 mesi.
Per ogni mese mi son segnato il saldo minimo, poiche’ quella e’ la cifra sotto la quale non sono mai sceso.
Ebbene, negli ultimi 2 anni, il mio conto non e’ mai andato sotto 2122 euro.

Significa che ho 2122 euro di ‘cuscinetto’ perche’ storicamente quella cifra e’ stata inutilizzata.

Ma voglio essere comunque prudente.

Considerando gli imprevisti e che comunque posso fare un bonifico dal conto deposito e in due giorni ce li ho disponbili, credo che spostero’ 1.000 sul CD, che almeno qualcosina mi frutteranno.

L’1,11% di interessi e’ poco, ma sempre meglio di zero.

Il metodo per diventare ricchi

Siamo vicini al Natale, domani e’ la vigilia.
Una sera che per me e’ sempre stata magica, un momento per esprimere sogni e desideri per il futuro.

Per l’anno prossimo sto gia’ stilando la lista degli obbiettivi da raggiungere, ma sara’ anche un anno di ricerca per me.

Si, cerco un metodo per diventare ricco.
Se la parola ‘ricco’ ti fa pensare solo a guadagnare soldi, beh, sei sulla strada sbagliata.

Non voglio fare discorsi filosofici.
Ti voglio dire che l’incremento di denaro fa parte del mio programma e la ricerca di un metodo include anche l’aumento di liquidita’, indispensabile per concludere operazioni redditizie.

Ma non puo’ essere l’unico fine, bensi’ solo un mezzo.
Un mezzo per uscire dalla ruota del topo, ma occorre un metodo per rendere il viaggio divertente e non troppo cervellotico.

Un metodo per cambiare la mia vita e crearmi delle abitudini alla ricchezza, come alzarmi la mattina o guidare l’auto.
Ti ricordi la prima volta che ti sei seduto al volante ?
Eri tutto impegnato a capire come si cambiavano le marce, a sterzare bene, a osservare i cartelli stradali o il semaforo.
Pian piano tutto ti e’ entrato nella mente e si e’ sedimentato goccia dopo goccia, come l’acqua calcarea forma le stalattiti e le stalagmiti.

Non so te, ma ora guido talmente in automatico che quando scendo dall’auto non ti so dire neanche quanti semafori ho passato e se erano verdi o rossi.
Tranquillo, i semafori li osservo sempre, come l’intero codice della strada, ma le azioni come cambiare marcia, sterzare, guardare il semaforo, sono automatiche

E’ come se il mio corpo si muovesse da solo senza la mia volonta’.

Cosi’ mentre guido la parte creativa della mia mente e’ libera di ideare, progettare, sognare.

Ecco, cerco un metodo per rendere automatiche le azioni verso la ricchezza e liberare la mente per godermi il viaggio.

Cerchero’ e inventero’un metodo per diventare ricco, abbandonare il mondo dell’impossibile ed entrare nel mondo del ‘possibile’

Sono consapevole che non sara’ una cosa facile, ma la ricerca di questa specie di ‘pietra filosofale’ mi entusiasma parecchio, molto di piu’ del mio lavoro da dipendente.
Ma ci pensi ? Lavorare per diventare ricco!
Non e’ elettrizzante ?

Dimentica gli straordinari, il lavoro usurante, arrivare a fine mese, privarsi delle cose per risparmiare un pugno di mosche.

Nei nostri sogni c’e’ qualcosa di magico.

Buon Natale !

Creare qualcosa che non esiste: le lampade a sospensione

Non so se ti ricordi, ma in questo articolo ti ho parlato del mio progetto per illuminare il soggiorno.

Ho terminato l’opera ed e’ venuta esattamente come volevo :

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Crea la vita che vuoi  ,)

Come al solito e’ Natale

Dicevano che il clima in pianura padana e’ cambiato, che non ci sono piu’ le nebbie anche a causa della diminuzione di certi inquinanti.

Sara’ pur vero, ma e’ da tre mattine che dal mio balcone vedo solo nebbia.

Mi sembra d’esser tornato alle solite cose.

Era da anni che non mi dedicavo cosi’ tanto alla preparazione del Natale.

Per la prima volta da quando siamo sposati, abbiamo fatto l’albero!

E poi,avendo invitato i familiari il 25, abbiamo dovuto pensare a cosa cucinare, alla tovaglia, ai piatti. Ho pensato persino che musica mettere in sottofondo.

Paradossalmente ho lasciato poco spazio ai regali e mi sto divertendo di piu’.

Ieri ero in giro per centri commerciali e ho constatato quanto la magia natalizia venga dispersa in questi luoghi superaffollati.

ho perso mezz’ora alla ricerca di un parcheggio.

Una volta entrato una bolgia disumana, musica a palla proveniente dai negozi di abbigliamento.

Mi ha stupito vedere cosi’ tanti bimbi! Non mi e’ sembrato un posto adatto a loro.

Una ragazzina di 10 anni meno di me, mi vuole vendere uno smartbox dicendomi le stesse cose che posso leggermi da me sul cofanetto stesso…vabe’ almeno raccattera’ qualche soldino per andare sulla neve coi suoi amici.

Ho avuto la sensazione di una frenesia collettiva: da una parte venditori scatenati. Dall’altra acquirenti rincoglioniti.

Non sono contro l’acquisto dei regali a Natale, anzi!

Quando ero piccolo mi piaceva girare per i negozi del paese alla ricerca del mio regalo.

spesso era il cartolaio a procurarlo.

Anche allora c’era la corsa ai regali, ma era piu’ composta.

In paese ci si salutava, si sceglieva con calma, non c’era bisogno di scannarsi per il parcheggio perche’ si andava a piedi, non ci si ammazzava per perdere tempo e per riempirsi le case di oggetti vuoti.

Dicembre se ne sta scivolando via senza che abbia combinato un granche’ tra ospedali e malattie varie.

Io sono appena uscito da una fastidiosa faringite con ricaduta,  e mia moglie ci e’ dentro fino al collo, anzi alla gola ;)

era dai tempi della scuola che non mi ammalavo cosi’ tanto. Mi sembra d’esser tornato alle solite cose.

Pero’ oggi anche se sono guarito, devo fare le veci di mia moglie in casa, cucinare per me, per lei e per mia figlia, cambiarla, lavarla, giocare con lei.

Questo mese non ho guardato nessun appartamento, neanche negli annunci.

Non ho fatto nulla per la liberta’ finanziaria, sai cosa vuol dire nulla?

E’ Natale come al solito, come la nebbia in val padana.

Smettere di lavorare per i soldi: i regali di matrimonio e il servizio di piatti

Ieri io e mia moglie abbiamo comprato il servizio di piatti, di posate e di bicchieri da 12.
Per la gioia di mia mamma, che da quando ci siamo sposati ci diceva ‘ma non usate i regali del matrimonio? Spendeteli sti soldi ! Non potete stare senza un servizio di piatti’.

Oggi leggevo lo scontrino. Abbiamo acquistato tutto con un forte sconto e abbiamo speso 245 euro.
Piu’ in basso, a conferma dello sconto c’e’ anche scritto : hai risparmiato 182 euro !

182 euro di sconto son tanti, ma a me sembran tanti anche 245 euro. Non so se gioire.

Che cos’e’ il denaro ? Quanto vale ?

La gente comune cerca di accumularne il piu’ possibile come fossero monete d’oro, come se fosse qualcosa da collezionare.
E lo fa lavorando.

Dopodiche’, prima o poi li spende.

Quando stiamo pagando qualcosa, stiamo scambiando le banconote con qualche oggetto o servizio.
Ma anche le banconote sono degli oggetti, sono fatte di carta colorata.

Ne hai mai osservata una ?
Read more »

Ocse: molte ore per i compiti a casa non garantiscono il rendimento scolastico

Dopo aver riportato a casa mia figlia, dopo esser guarito dalla febbre, ritorno a fare le cose che facevo prima di tutto questo trambusto.

Apro il giornale e leggo le notizie.

Non mi sembra sia successo niente di che.
Sempre le solite cose, la crisi dell’Italia, dell’Europa, tutti a caccia di rendimenti…
Leggendo un articolo mi e’ venuto da ridere

“Ocse: molte ore per i compiti a casa non garantiscono il rendimento scolastico”

Anche quando si parla di scuola, si parla di ‘rendimento’.

E ci voleva l’OCSE per dirci che il sistema scolastico fa acqua?

20 anni fa l’avevo persino capito io che non sono un genio.
Quando andavo a scuola, raramente facevo i compiti a casa, o comunque non ci mettevo piu’ di mezz’ora.
Per me dedicare alla scuola piu’ di mezza giornata era tempo perso.
Pensavo che la vita non fosse solo la scuola, ma anche scoprire cose nuove che mi interessavano, capire come funzionano i meccanismi della vita, fare attivita’ fisica, conquistare le ragazze, progettare il futuro, sognare…

Certo, se avessi passato i pomeriggi a fare i compiti, anziche’ giocare a pallone in cortile, avrei preso qualche 8 o 9 in piu’, anziche’ 6 e mezzo o 7, ma sarebbe cambiato qualcosa ai fini della mia promozione scolastica ?

Quando spiegavo questo ai miei genitori li facevo impazzire perche’ loro pensavano ‘ma se mio figlio studia solo mezz’ora al giorno e prende facilmente 7, arriverebbe all’8 e al 9 se solo lo volesse’

In realta’ erano loro che volevo il 9, mica io.
Sia ben chiaro: non avevo nessuna intenzione di crear loro dei guai, ma neanche di rovinarmi la vita cosi’ giovane  :)

Dopo i primi giorni di scuola mi accorsi che i compiti a casa altro non erano che esercizi di cio’ che era stato spiegato in classe.
Cosi’ stavo attentissimo alle lezioni in classe, (mentre i miei compagni cazzeggiavano) e quando dopo pranzo facevo i compiti era come passare su una strada gia’ battuta.
Cosi’ avevo escogitato il mio sistema, facendo il minimo indispensabile per salvare capra e cavoli.

E il pomeriggio rimaneva libero per cose piu’ interessanti.

Sono sempre stato promosso senza esser mai rimandato e ho avuto del tempo per sognare, prima che qualche professore mi soffocasse…

Avrei potuto fare ancora meglio se fossi nato in quest’epoca , regno di internet e youtube, dove le cose le puoi imparare anche da li’.
Sicuramente non avrei passato ben 13 anni della mia vita sui banchi di scuola…

Non voglio dire che non bisogna studiare, anzi !!!
Io critico il sistema scolastico e la sua inefficienza, non lo studio delle cose, che invece e’ fondamentale.

Paradossalmente il tempo dedicato a studiare e’ maggiore rispetto a 50-60 anni fa, eppure le cose facciamo piu’ fatica a capirle.
E’ la qualita’ dello studio ad essersi abbassata.

E poi lo dice pure una legge fisica che andare oltre un certo sforzo, il rendimento diminuisce.

Un normale venerdi’

Venerdi di ritorno alla normalita’.

Mia figlia di nuovo che scorrazza per casa

Mia moglie accanto a me.
Una normalita’ banale , ma che avevo perso negli ultimi giorni.

Passavo le giornate in ospedale, appeso con mia moglie al responso dei medici.
La sera tornavo stanco a casa, una casa vuota, piena di foto di mia figlia sorridente e innocente.

In ospedale ho pregato.
Si, ho pregato che mia figlia non avesse una di quelle terribili malattie che richiedono continue cure e non c’e’ manco la soluzione, solo vite costrette a stare appese a macchinari o medicine, senza speranza.
Quel poco tempo libero dovrei usarlo per assistere mia figlia.

Mi son detto: meglio morire.
Non fraintendermi, non voglio certo negare assistenza a mia figlia.

Mi son chiesto che importanza avesse la liberta’ finanziaria e la ricchezza di fronte a mia figlia malata.
E se le diagnosticassero una malattia che comporta cure e medicine costose ?
Servirebbero soldi e tempo.

E io voglio averne a sufficienza per curarla come si deve, se fosse necessario.

Dunque vivere di rendita e diventare ricco acquistano ancora piu’ importanza.

Per dare alla mia famiglia un futuro sereno anche in caso di malattia.

Venerdi di solite cose, di scioperi e di banche chiuse.

Ma io devo sapere a che punto e’ la mia richiesta di surroga, devo riprendere immediatamente il cammino verso la ricchezza della mia famiglia, che mi importa degli scioperi ?

Assenza

Scusami se non scrivo da giorni sul blog, ma ho mia figlia ricoverata in ospedale per degli accertamenti.

A presto !

Creare qualcosa che non esiste

Crea la vita che vuoi e’ nato non solo per parlare di liberta’ finanziaria, ma anche di come creare cio’ che ci piace sotto qualsiasi aspetto, per avere la vita che vogliamo, una vita nuova, a costo di creare qualcosa che non esiste.
Non ci sono limiti a cio’ che si puo’ fare.

Senti questa storia.

Tempo fa ho acquistato 3 lampade da mettere sopra il tavolo da pranzo in soggiorno.
Le ho comprate con un pizzico di sana incoscienza.
Non avevo pensato a come le avrei potute installare in casa mia : il cavo che esce dal soffitto e’ uno solo.

Bel problema.

Ero sicuro solo di due cose : volevo tre belle lampade a sospensione sopra il tavolo da pranzo che si intonassero con lo stile del soggiorno ed ero sicuro che ci sarei riuscito.

Read more »

Libri & Finanze personali: The Buffett Way e la mia liquidita’

Sto leggendo un libro: ‘The Buffett way’.

Gia’ dalle prima pagine si rivela interessante.
Fin dagli inizi il buon Warren Buffett si pose come obbiettivo per se’ e i suoi partner di battere l’indice S&P di ben 10 punti percentuali attraverso gli investimenti in azioni.

Dopo il primo anno riusci’ nell’intento , ma fece ancor meglio superando l’indice del 22% !

A quel punto mi e’ venuta voglia di  calcolare a che ritmo e’ cresciuta la mia liquidita’ personale da quando ho iniziato a tenere traccia del mio stato patrimoniale ovvero dal 2011.

Ebbene, in 3 anni e’ cresciuta del 78%, alla media del 26% annuo.

Ora voglio capire se e’ tanto o poco rispetto agli indici azionari, e alle performance di alcuni investimenti, ma gia’ solo considerando che questi numeri li ho fatti nei 3 anni in cui la crisi ha colpito piu’ duro, posso gia’ ritenermi soddisfatto.

The Buffett Way e’ gia’ entrato in me ?  :)

 

EDIT: Aggiungo il grafico dell’andamento liquidita’ 2011 – 2014

 

Smettere di lavorare? A dicembre un po’ di piu’

Controllando il calendario, ho calcolato che tra part time, festivita’ e ponti vari, a dicembre lavorero’ solo 14 giorni su 31 !
E tutto cio’ prendendo solo 3 giorni di ferie. ,)

Non e’ proprio smettere di lavorare, ma a dicembre lo sara’ un po’ di piu’.

Ora la domanda e’ : come posso impiegare al meglio i 17 giorni in cui saro’ libero dalla schiavitu’ del lavoro ?

Voglio usare bene tutto questo tempo per aiutare mia moglie e mia figlia, ma anche per fare passi in avanti verso la liberta’ finanziaria.

Notizie dal mercato immobiliare: NTN. Osserva la tendenza

Trend is your friend.
La tendenza e’ la tua amica.
Un vecchio motto preso in prestito dal trading che pero’ risulta applicabile anche al mercato immobiliare.

Molti giornali hanno dato notizia delle NTN del I semestre 2014.
C’e’ stato un balzo del 4% a livello nazionale.

Il dato e’ stato visto come positivo : se aumentano le NTN, anche i prezzi seguiteranno a salire (per la gioia dei proprietari)
Ma siamo sicuri che le transazioni stiano salendo davvero ?

Innanzitutto il dato nazionale non mi fa capire le realta’ locali.
Spesso ci sono enormi differenze di mercato da quartiere a quartiere !

Cosi’ mi sono andato a guardare il grafico delle NTN della regione in cui possiedo casa e cerco la maggior parte degli affari immobiliari, ovvero la Lombardia.

In azzurro le linee di tendenza dei capoluoghi

Osservando tutte e 4 le linee (Italia, Lombardia, Capoluoghi e Non capoluoghi) si nota come le NTN dei capoluoghi siano piu’ stabili rispetto a quelle delle altre 3 categorie.

Questo dice due cose :

- in citta’ il mercato subisce meno oscillazioni rispetto alla provincia
- le NTN della provincia pesano di piu’ sul dato regionale e nazionale

 

In ogni caso le NTN dei capoluoghi sono ancora dentro il trend in atto dal 2006 , anno che prendo come riferimento perche’ e’ quello in cui ho comprato casa.
Il trend e’ ancora in discesa.

Gli altri trend non li analizzo perche’ gia’ a occhio si vede che sono ancora in netta discesa.

Dunque il +4% nazionale sbandierato dai giornali, non e’ significativo come segnale di ripresa del mercato, che continuero’ a tenere monitorato in attesa di scovare l’affare immobiliare.

Osserva la tendenza !  ,)

Previsioni meteo ed educazione finanziaria

Ho saputo che recentemente e’ scomparso il colonnello Andrea Baroni
Assomigliava al papa’ di un mio amico.

Ogni sera mio papa’ guardava il telegiornale in religioso silenzio, come fosse la santa messa.
E poco prima del TG c’era la rubrica ‘Che tempo fa’ che negli anni80 associavo ai baffetti del colonnello Baroni.
Parlava di bassa pressione, di isobare e di burian con una certa eleganza e signorilita’.
Ok i termini che usava erano seri, a me sconosciuti.
Parole noiose che pero’ trasmettevano serieta’ e competenza, ma soprattutto sicurezza.
A me piaceva vedere le mappe e sapere che tempo avrebbe fatto il giorno dopo e il suo lavoro era efficace, non cercava clamore.

E ci azzeccava.
Fu lui a preannunciare il mitico inverno dell’85.
Read more »