Siamo in deflazione

Notizia: Siamo in deflazione.
Panico!
Ovvero i prezzi al consumo stanno scendendo.
E’ il contrario dell’inflazione.
Panico?

Bella notizia per noi consumatori.
Eppure l’altro giorno tutti i giornali erano preoccupati per questa situazione.

Se c’e’ una legge sacrosanta e meritocratica, e’ quella della domanda e dell’offerta.
Il prezzo dipende direttamente dallo salire e scendere di questi due fattori.

In questo caso e’ la domanda di beni a scendere perche’ la gente disoccupata e’ aumentata, non ha piu’ un reddito, tende al risparmio e a non sprecare soldi.
Mi pare giusto che se non posso piu’ permettermi dei beni a un certo prezzo, il prezzo scenda fino a quando potremo permetterci nuovamente quei beni.
Una volta non c’era bisogno di aspettare la deflazione perche’ bastava svalutare la lira ed ecco che le nostre merci tornavano ad essere competitive all’estero, visto che costavano meno per gli investitori.

Riportando in patria un po’ di denaro, il circolante aumentava e l’economia riprendeva a girare.

Ma visto che oggi abbiamo l’euro, e non piu’ la lira, come si fa ?

L”euro non possiamo svalutarlo.
Dall’Europa ci chiedono di ripianare i nostri debiti. Giusto.
Per farlo dobbiamo tirar fuori parecchi soldi.
In pratica la nostra economia deve tornare a crescere.
Va bene.

Da qualche parte bisognera’ pur iniziare.
Se scendono i prezzi, la gente un giorno trovera’ quei prezzi convenienti e ritornera’ a comprare e investire, facendo circolare di nuovo il denaro e uscendo dalla deflazione.

Mi sembra cosi’ naturale.
Dunque non capisco tutta questa preoccupazione per la deflazione.

O meglio , la capisco, perche’ qualcuno si fara’ male, ma del resto prima eravamo sulla luna e la deflazione servira’ a ritornare sulla terra, anche se da sola non basta.

Sai che c’e’ ? Che tutti vogliono uscire da un disastro senza farsi male e che a volte tutte queste paure mi sembrano pura accademia.

{ Lascia un commento ? }

  1. Luigi

    La soluzione numero 1 è spegnere tutto ciò che continua a dire che c’è la crisi. Il TG sta diventando un programma per minorati mentali. Continua a dire che c’è la crisi. La gente a cervello spento lo ascolta acritica come una pubblicità e non spende, non compra, sta ferma. La verità che prima “esageravamo”, dunque prima era “troppo” questa è la normalità, non la crisi.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>