Monthly Archives: agosto 2014

Trattative e investimenti immobiliari: internet

 

Con i giochi di mia figlia si possono costruire case

L’altro giorno ho visto un documentario sulla storia di internet, dalle sue origini a oggi, da quando era uno strumento ad uso militare , per poi passare alle universita’ e alla fine a noi comuni mortali.

Grazie a un tizio che lavorava al CERN di Ginevra.

Perche’ ti parlo di internet ?

A luglio, vidi un appartamento in vendita che l’agente immobiliare mi propose a 90.000 euro.
Oggi ho visto su internet che lo stesso appartamento e’ in vendita a 84.000 euro.
Sarei curioso di sapere se l’agente immobiliare me lo propone ancora a 90.000.
In ogni caso la trattativa (semmai ci sara’) non potra’ andare oltre 84.000.

,)

PS.: ho anche recuperato i contatti di due muratori che vorrei aggiungere al mio team.
Yessss!

Immagina, puoi

Oggi al lavoro mi hanno assegnato alcune attivita’ che svolgevo in passato e che ormai non facevano piu’ parte delle mie abitudini.

Mi sembra di essere tornato indietro di 10 anni…
E la cosa non mi ha entusiasmato.

Questo mi motiva ancora di piu’ a raggiungere i miei obbiettivi di liberta’ finanziaria e non solo.

Ora immagina.

Se tu potessi fare un lavoro che ti piace, non lo faresti ?
Se tu potessi crearti tante rendite quanto le tue spese, non lo faresti ?
Se tu potessi vivere nel luogo dei tuoi sogni, non lo faresti ?

La verita’ e’ che puoi.

Meno male che domani potro’ lavorare ai miei obbiettivi standomene a casa tranquillo.

Numeri

Un paio di numeri.

Stamattina voglia di alzarsi : zero.

Ieri ho scoperto che la chiave della mia auto costa 100 euro !!

:(

Storie di successo: 1500 metri sotto i 4’00″

Oggi non parlero’ di liberta’ finanziaria e di rendite, ma di qualcosa che e’ ugualmente utile a realizzarle: passione, energia, volonta’, impegno.
Superare i propri limiti per arrivare al successo.

Tra i lettori piu’ assidui del blog, c’e’ Luigi che mi ha reso partecipe di un sogno che ha realizzato.
L’esperienza lo ha entusiasmato a tal punto che ci ha scritto persino un libro.
Oggi voglio condividere con te questa storia di successo, riportando integralmente un’email che mi ha scritto di recente :
Read more »

Agenda

L’ultimo mese l’ho passato a riposarmi, organizzare meglio la casa, rendere i miei documenti immediatamente accessibili in vista dell’autunno-inverno quando saro’ talmente occupato a crearmi rendite che non avro’ piu’ tempo per queste cose, quando non potro’ permettermi il lusso di riposarmi.

Da sempre la fine dell’estate coincide con l’inizio del mio anno.

Per me e’ settembre il primo mese dell’anno.
Sara’ perche’ l’aria dell’autunno porta con se’ idee e iniziativa o semplicemente perche’ al rientro delle ferie compravo il diario nuovo, i libri, le matite e i pennarelli per l’anno scolastico.  :)

Venerdi notte, messa a dormire la bimba, io e mia moglie, stesi sul divano con la luce soffusa proveniente da una lampada ricavata in un antico legno, abbiamo deciso piccoli e grandi obbiettivi familiari da qui alla fine dell’anno.
Il weekend appena trascorso e’ stato un successo da questo punto di vista.

Sabato e domenica ne abbiamo gia’ realizzati 3, che erano arenati da mesi:
- ho installato i binari per le tende in soggiorno
- abbiamo ottimizzato i documenti dividendoli per categorie
- abbiamo ottimizzato il ripostiglio

Nel frattempo se n’e’ aggiunto uno nuovo: convincere mia figlia che l’unico animale che fa ‘bau bau’ e’ il cane…  :)

Misteri…

Negli ultimi due anni ho girato mezza Italia, conosciuto centinaia di persone , ricevuto numerose email.
Eppure le persone piu’ interessate e motivate a raggiungere la liberta’ finanziaria , piu’ desiderose di crearsi una vita piu’ in linea coi loro sogni, piu’ intraprendenti e di successo, vivono lontane dalla citta’ piu’ intraprendente per antonomasia: Milano.

….Mah !

Gestione finanze personali: l’auto

L’avvicinarsi della scadenza dell’assicurazione mi ricorda che l’auto e’ solo un passivo.
Sto confrontando i prezzi della varie compagnie , facendo i preventivi online.

Non sono riuscito ancora a trovare una polizza con le stesse garanzie dell’anno scorso che mi costi di meno!

Questa cosa delle assicurazioni che aumentano ogni anno indistintamente mi secca parecchio.

Se sono in prima classe e non faccio mai incidenti, faccio guadagnare la compagnia di assicurazioni, che per me non deve mai tirar fuori un soldo, a differenza di chi fa incidenti.

Quindi dovrei essere premiato, e ogni anno mi dovrebbe costare sempre meno, non sempre di piu’!
Inoltre tenendo sempre la stessa auto, il suo valore scende di anno in anno, quindi anche per questo dovrei pagare di meno a parita’ di garanzie.

Invece no, il premio aumenta sempre.
Dunque perche’ ci deve guadagnare sempre e solo lei?
Non e’ giusto.

L’auto e’ solo un passivo.

Ti faccio un altro esempio di quanto l’auto sia fonte di spreco di denaro

Read more »

Brutto meteo, buoni propositi

Il brutto meteo di oggi (sta diluviando e ci sono 14 gradi) favorisce la mia voglia di lavorare e costruire per l’autunno-inverno.
E pensare che un anno fa, di questi tempi stavo partendo per le vacanze al mare…
Quest’anno invece mi sono gia’ riposato e ricaricato.
Ora si costruisce !

Chiedi e ti sara’ dato

Chiedi e ti sara’ dato.
Non importa come.

Giovedi avevo fatto richiesta all’universo affinche’ avessi avuto una splendida giornata di sole per ferragosto, visto che avevo prenotato un bel ristorantino sul lago di Como.

Ti confesso che quando a meta’ strada ci siamo trovati nel bel mezzo di un diluvio, nuvole nere, a bordo strada c’era cosi’ tanta grandine che sembrava neve e la mia auto segnava solo 14°C esterni, ho un po’ esitato.
Mia moglie con un sorriso ironico : ‘sei proprio sicuro che vuoi continuare?’

Ha prevalso la mia fede e una volta giunti a destinazione c’era il cielo piu’ azzurro che abbia mai visto.
Certo, non immaginavo che il mio desiderio sarebbe stato esaudito in questo modo, ma alla fine contava il risultato e corrispondeva esattamente alla mia richiesta.
Un sole brillante ha colorato tutto il paesaggio.
Il ristorante aveva il miglior cibo per noi.

Una calda sensazione di armonia e potere si irradiava in tutto il mio corpo.
In quel momento sapevo cosa volevo dalla vita e che era possibile ottenerlo.

Gli ostacoli non mi possono impedire di raggiungere la meta, perche’ la mia fiducia e’ piu’ forte degli ostacoli stessi.

Allora, per realizzare i nostri sogni non dobbiamo far altro che chiedere all’universo e crederci affinche’ si compiano. 
Crederci fino in fondo perche’ prima non possiamo sapere come ci arriveremo.
,)

Pensa con la tua testa

La scomparsa di Robin Williams mi ha colpito.
Il professor Keating ne “L’attimo fuggente”  mi ha fatto ritornare sul concetto di pensare con la propria testa e dell’inadeguatezza della scuola nel preparare i giovani alla vita adulta.

Se penso a cosa mi hanno fatto studiare a scuola, trovo molte cose inutili per la vita.
Diciamolo chiaro e tondo: una volta uscito dalla scuola, gli obbiettivi vitali diventano guadagnarsi da vivere, trovare la donna giusta e una casa adeguata alle proprie esigenze.

Ora dimmi cosa c’entrano questi obbiettivi con il sapere le poesie a memoria, saper calcolare la radice quadrata oppure conoscere le date delle guerre. 

Esatto, niente.
Molti sostengono che ti servono per cultura e blablabla

Son tutte balle.
Se anziche’ farmi calcolare la radice quadrata mi avessero spiegato il concetto di leva finanziaria ora sarei messo meglio economicamente.
E se tutti fossimo piu’ istruiti a usare la nostra intelligenza, forse non ci sarebbe questa crisi.

Altro che sapere le date delle guerre…
Mentre ai ragazzi si insegnano le date delle guerre, la’ fuori il mondo funziona grazie a ben altro tipo di conoscenza.

C’e’ gente che con un clic del mouse, sposta tonnellate di merce, crea o distrugge migliaia di posti di lavoro, inventa, fa miliardi.

Dobbiamo studiare per imparare cio’ che ci piace, per imparare a vivere bene, per avere successo in quello che facciamo.

Oggi molti governi sono preoccupati per l’aumento dei “neet” : (Not (engaged) in Education, Employment or
Training) . I giovani che non studiano, non lavorano e non seguono corsi.

Ma perche’ dovrebbero studiare rinchiusi in questa scuola?
Ti fa crescere?
Garantisce forse un futuro? Un lavoro? Una famiglia? Una casa in cui crescere i propri figli?

No.
E allora strappa questa pagina, come diceva Robin Williams ai suoi alunni nel film e pensa con la tua testa.
Studia con amore e passione, non con la mente.

Comunque ricordero’ Robin Williams anche per la serie tv ‘Mork & Mindy’  :)

Agosto mio non ti conosco

Ore 12.58
Sta piovendo a dirotto e fa freddo.
Fuori e’ quasi buio. Il cielo e’ tutto coperto.

Giusto ieri ho prenotato per ferragosto un tavolo per pranzare con mia moglie e mia figlia in un bel posticino sul lago di Como.

In questo momento e’ l’unica cosa che mi fa credere di essere in estate! :)

Cosa fai quando le cose non vanno come pensavi?

Dopo aver svuotato le valigie, faccio i conti.
1300 euro, sono il costo di queste mie vacanze estive.

Possono sembrare una cifra elevata, ma in realta’ il “conto-svago” era ben superiore a questa cifra, perci0′ li ho spesi in tutta tranquillita’.
Fino a qualche anno fa al rientro dalle ferie mi forzavo a spendere di meno per poter recuperare il denaro speso in vacanza. Quindi il mio tenore di vita post-ferie scendeva drasticamente.
Che bello invece poter avere un fondo da utilizzare per il proprio svago e divertimento senza che il proprio tenore di vita ne  risenta!

E poi grazie a questi soldi, quest’anno ho potuto anche girare la Toscana, e concentrarmi sul paese dei miei sogni.
Durante il viaggio di ritorno con mia moglie ragionavamo su quale fosse la citta’ migliore dove andare a vivere.
Meglio il Chianti o la Val d’Orcia?
Certo che Pienza e’ proprio bella. Ma anche Volterra non scherza.

Al rientro a casa ho ricevuto una telefonata che non avrei mai voluto.
Read more »

Vuoi smettere di lavorare? Usa la tua intelligenza

Il casale dove abbiamo alloggiato

Volterra, Pienza, San Gimignano, Certaldo.

Intelligenza, ingegneria militare e urbanistica.
Citta’ medievali costruite da uomini (e non da macchine) , piazze le cui dimensioni si misuravano in braccia o in piedi.
Piazze con proporzioni umane

Luoghi scelti accuratamente in base alle risorse  naturali : una collina abbastanza alta, con scarpate molto ripide e una superficie in cima abbastanza ampia da contenere una citta’ intera.
Non ci sono mica tanti posti con queste caratteristiche tutte insieme.
Mura, bastioni, eretti pietra dopo pietra, per difendersi dagli attacchi nemici.
L’altezza della collina consentiva inoltre di vedere sufficientemente lontano l’arrivo di qualche ospite indesiderato.

Che a quei tempi mica c’erano gli aerei.
Dall’alto della torre vedevi fin giu’ dalla collina a km e km di distanza se arrivava il nemico.
E arrivava a cavallo quando gli andava bene.
Roba che ci volevano 3 ore per arrivare alle mura. C’era tutto il tempo per organizzare la difesa all’interno della citta’.
E una volta arrivati ai piedi delle mura, dopo che si erano gia’ stancati a scalare la scarpata, comunque li attendeva un bel muraglione massiccio alto 20-30 metri.

Certo, il muraglione gli sara’ costato parecchio. Me li immagino a trasportare pietre giganti su per la collina e a metterle una sopra l’altra. Fatica, sudore, magari qualche morto sul lavoro…
Pero’ una volta scelto il luogo adatto e costruita la fortezza , dentro si poteva vivere abbastanza tranquilli.

C’e’ intelligenza dietro tutto cio’. Ottenere il massimo col minimo sforzo.

Questo tipo di intelligenza faccio fatica a trovarla oggi, per lo piu’ dalle mie parti, dove ci sono ancora parecchie persone che non ci hanno capito niente di questa crisi epocale, che sono convinte che per ottenere di piu’ bisogna lavorare di piu’, in un ciclo senza fine, senza uno scopo , uno straccio di ideale, un sogno, come in una miniera dove non vedi mai la luce del sole.

C’e’ chi si trovava in cima alla torre e ha visto l’arrivare della crisi parecchio tempo prima e ha avuto il tempo di organizzarsi. Il nemico di oggi non arriva a cavallo, e che ci piaccia o no si combatte soprattutto (ma non solo) col denaro.
La fortezza si costruisce con lo studio, non necessariamente quello scolastico.
Studio inteso come ricerca dei propri limiti, e superamento degli stessi attingendo a piu’ fonti possibili per essere meno ignoranti su cio’ che ci interessa, per agire sapendo cio’ che stiamo facendo. Per raggiungere un obbiettivo, che e’ alimentato da un sogno, che e’ sorretto da un nobile ideale.

Ma non si tratta solo di questioni economiche. Siamo nel bel mezzo di una rivoluzione.
Per superarla occorre molta intelligenza (finanziaria e non).

Molta gente mi ha chiesto cosa faccio.

In passato ho sempre risposto pensando al mio lavoro da dipendente
Oggi non e’ piu’ cosi’.
Per la prima volta ho risposto che faccio 3 cose :

- lavoro come dipendente (purtroppo sta ancora al primo posto a causa dello stipendio e dal fatto che mi tiene occupato 4 giorni su 5)
- faccio investimenti immobiliari per raggiungere la liberta’ finanziaria
- ho un blog che tratta di miglioramento e sviluppo personale, di sogni da realizzare, di intelligenza finanziaria.

Qualcuno e’ rimasto indifferente.
Qualcun altro si e’ incuriosito e mi ha chiesto cosa ho intenzione di fare.

Sicuramente rallentare verso ritmi piu’ umani e soprattutto ottenere di piu’ lavorando di meno.
‘Te lo auguro, ma sei sicuro di riuscirci?’
Ci devo riuscire.
Lo devo fare per me, per la mia liberta’, per mia moglie, per mia figlia.

Ho nuovamente ricevuto qualche critica (ebbene si, anche lontano da casa…)
Ho cercato di far capire loro che mi sto costruendo la mia fortezza per smettere di essere costretto a lavorare, usando la mia intelligenza, studiando, provando e riprovando.

Per essere ogni giorno sempre piu’ libero del giorno precedente.

Non sono sicuro che abbiano capito.

Ritorno al futuro

La collina su cui sorge Pienza

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Certo che dopo aver girato mezza Italia, e’ dura rinchiudersi tra quattro mura dell’ufficio…

Il soggiorno in Toscana ha superato le mie aspettative e la mia immaginazione.
Ci siamo anche persi tra gli sterrati delle colline della Val D’Orcia.

Uno dei miei sogni e’ vivere in Toscana o in un luogo simile.
Visitando le antiche citta’ medievali di Pienza, Volterra, San Gimignano, Castiglione del lago, Sarteano e la meno conosciuta Certaldo, non ho potuto fare a meno di osservare gli annunci delle agenzie immobiliari, facendomi gia’ un’idea dei prezzi delle case in vista di un trasferimento futuro.

Queste vacanze sono state un …ritorno al futuro!