Monthly Archives: marzo 2014

Verso la vita di rendita: il part time

Smettere di lavorare a piccoli passi, ma costanti. Questa e’ la mia strategia.

Mi hanno approvato il part time e oggi ho firmato.
Un altro passettino verso la vita di rendita.
L’ho chiesto qualche settimana fa, anche se l’idea mi era venuta mesi fa.

Da quando ho affittato la casa, ho un cashflow sufficiente a sopperire alla diminuzione parziale di stipendio.

Fatti i conti, ho voluto attendere che l’inquilino mi pagasse la seconda rata, dopodiche’ ho inoltrato la richiesta al mio capo.

Lavorero’ 4 giorni a settimana anziche’ 5.
Il giorno che avevo proposto mi e’ stato negato, ma ne hanno proposto un altro.
Inoltre l’accordo e’ valido per 4 mesi, dopodiche’ si vedra’.

Ho accettato perche’ o cosi’ o niente.

Come al solito ti mostro i numeri dell’operazione.

Con il part time guadagnero’ 300 euro in meno ogni mese.
Questi 300 euro sono coperti dall’affitto di casa mia.
La mia liberta’ finanziaria rimane invariata poiche’ non sto andando a toccare le entrate automatiche.

In cambio della diminuzione di stipendio avro’ 8 ore in piu’ ogni settimana, 32 al mese.
Ma non saranno ore di vacanza, bensi’ finalizzate ad elevare ulteriormente la qualita’ della mia vita.

Utilizzero’ le 8 ore settimanali in questo modo:
- 1 ora circa dedicata a mia figlia (cosi’ libero un po’ mia moglie e anche la famiglia trae un beneficio delle entrate automatiche)
- le restanti 7 ore saranno suddivise tra studio e pratica per crearmi ulteriori entrate automatiche o per incrementare quelle esistenti.

Ovviamente ho messo in preventivo eventuali aggiustamenti in corso d’opera, ma credo che il gioco valga la candela.

Giorno dopo giorno, sono piu’ vicino ai miei sogni, alla vita che voglio.
Non mollare mai i tuoi sogni, le possibilita’ sono infinite.

Ti raccontero’ come va la mia vita dopo questa novita’.  ,)

Ko

Febbre a 38. Non ci sono per nessuno.

Adieu :(

Gestione finanze personali: come spendere 7100 euro con soli 4600 euro sul c/c

Aaahhh…la crisi…

E se domani perdessi il lavoro? Riuscirei a mantenere lo stesso tenore di vita o dovrei vendere la casa, chiedere prestiti, tornare a vivere dai miei? (brrr…..)

Ovviamente e’ uno scenario molto negativo, ma di questi tempi non impossibile…
Fortunatamente ho un bel po’ di liquidita’ da parte, ma se non avessi piu’ il mio stipendio per quanto tempo riuscirei a pagare il mutuo, avere da mangiare tutti i giorni, pagare le bollette con i soli risparmi?

Mesi fa ho fatto un calcolo.
Read more »

Vita di rendita: novita’ cedolare secca al 10% per affitti a canone concordato

 

Tra le novita’ introdotte dal governo attuale, c’e’ la riduzione delle tasse dei canoni di affitto (cedolare secca) a canone concordato dal 15% al 10%.

E’ bene sottolineare che le tasse scendono al 10% ma solo per i canoni concordati.

Cosa sono i canoni concordati?
Sono delle rendite predefinite, frutto di accordi territoriali tra gli organi che rappresentano gli inquilini e gli organi che rappresentano i proprietari di case.
Tra l’altro  ho scoperto che esiste addirittura l’Unione Piccoli Proprietari Immobiliari (UPPI)
Io attualmente rientro proprio in questa categoria!  ,)

Tornando ai numeri, che poi sono quelli che interessano a un investitore immobiliare, dobbiamo considerare che il canone concordato e’ ‘bloccato’ ovvero deciso in base a delle tabelle predefinite, ed e’ inferiore a quello libero, cioe’ deciso in base al mercato e frutto di accordi individuali tra proprietario e inquilino.

giusto per capirci :

- canone concordato (basso) : cedolare secca 10%
- canone libero (alto) : cedolare secca 21%

Se e’ vero che col canone libero posso (in teoria) guadagnare di piu’, e’ anche vero che e’ tassato di piu’.

Siccome a me interessa sapere quanto mi rimane in tasca una volta pagate le tasse, potrebbe essere che il canone concordato, seppure piu’ basso, grazie alla tassazione favorevole mi lascia in tasca piu’ soldi di quello libero.
Inoltre e’ il governo stesso sta spingendo per favorire la scelta dei proprietari di case verso il canone concordato, riducendo appunto le tasse su quest’ultimo.
A questo punto ho bisogno di sapere a quanto ammontano i canoni concordati per il comune dove possiedo l’immobile.

Ho spulciato la rete, ma non ho trovato queste tabelle.

Qualcuno sa dirmi dove posso trovarle ?

Cosa c’e’ di meglio del realizzare i propri sogni?

Ieri sera dopo cena mi sono affacciato al balcone…

Il vento ha ripulito tutto. La luna bianca macchiava il cielo nero, sfumandolo di azzurro. 
Sullo sfondo le luci della citta’. Notte di sogni e progetti.


In questa scintillante quiete notturna ho pensato al weekend appena trascorso.

Sabato, giornata piena di attivita’ .
Al mattino ho visitato la villetta dell’annuncio trovato l’altro giorno (magari scrivero’ un articolo su questo…)
Poi ho recuperato i tasselli per montare la testiera (e’ un testiera un po’ particolare…)
Eravamo un po’ stanchi per via della nottata passata in bianco ‘grazie’ a nostra figlia…cosi’ dopo aver fatto i segni per i tasselli, mi sdraio sul letto 5 minuti a rifiatare.
Mi squilla il telefono ed era l’officina, mi avvisa che la mia auto e’ pronta.
Mi precipito a ritirarla visto che chiudevano alle 17, prendo la metropolitana, ma purtroppo era un falso allarme.
Una volta li’, ho scoperto che l’auto non era affatto pronta…
Vabe’, torno a casa e vista la bella giornata di sole, mia moglie voleva uscire a mangiare una bella coppa di fragole.

Read more »

Il lavoro piu’ bello del mondo

‘Tu non sei il tuo lavoro’ (cit. ‘Fight Club’)

E se la smettessimo di vivere per il posto di lavoro, di identificarci col nostro lavoro?

La costruzione della nostra vita, una vita pienamente soddisfacente, piena di scopo e significato.
Ecco, questo credo che sia il nostro vero lavoro, non timbrare il cartellino o accumulare soldi.

Il lavoro piu’ bello del mondo e’ sostituire il tempo che dedichiamo a cose che non amiamo con il tempo per fare quello che ci appassiona, frequentare persone che ci piacciono, coltivare i nostri interessi, progettare il nostro futuro e rendere tutto questo economicamente sostenibile e profittevole.

Non ci sono limiti sul come fare. Dipende solo da quanto vogliamo tutto questo.

“Smettere di lavorare”, senti come suona bene…

Stato patrimoniale: come sta andando la mia liquidita’?

Nello stato patrimoniale e’ importante avere denaro a sufficienza per le proprie necessita’ e obbiettivi.

Come sta andando il volume della mia liquidita’? Pubblico il grafico che si riferisce agli ultimi 11 mesi.

 

 

 

 

 

 

 

In 11 mesi e’ cresciuta del 9,6%
L’ho ottenuta lavorando costantemente sulle entrate e sulle uscite.

Se ti va di discuterne sono qui.

Nuovo acquisto

Sono molto soddisfatto del mio nuovo acquisto.

Col denaro guadagnato dalle rendite, ho comprato due bei divani in bambu’ per il mio accogliente soggiorno.

Adoro vivere di rendita

,)

Vuoi vivere di rendita? Chiedi all’universo e ti sara’ dato!

Chiedi all’universo e ti sara’ dato!
Sembra una frase biblica pronunciata da qualche profeta, invece e’ il mio motto per riuscire a vivere di rendita.
Molti non considerano che la spiritualita’ e la psicologia sono fondamentali per raggiungere obbiettivi concreti e materiali come la liberta’ finanziaria, fare tanti soldi, diventare ricco.

Invece le cose sono strettamente connesse.
E’ cosi’ che vengono realizzati sogni apparentemente impossibili.
Facendo richieste precise all’universo di volta in volta, a piccoli passi.

Un passettino l’ho scritto in questo articolo , nel quale ho sottolineato la difficolta’ di ottenere profitto per aver parlato con un intermediario per un appartamento in vendita.
Implicitamente ho espresso il desiderio di visionare appartamenti senza intermediari, e parlare direttamente col proprietario.

Detto, fatto. Sabato ho visto un cartello ‘VENDESI’ , ma due parole hanno colpito la mia attenzione ‘NO AGENZIE’

Boom!

Avevo con me lo smartphone e ho subito scattato la foto per prendere il numero di telefono e contattarlo.
Avevo chiesto di non avere intermediari. Eccomi accontentato.

Chiedi all’universo e ti sara’ dato!  ,)

Nei nostri desideri c’e’ qualcosa di magico.

PS.: Guardando meglio il cartello, mi e’ sembrato lo stesso che avevo notato in una zona differente del paese durante una sessione di jogging (leggi qui)

19 anni

I giornali di oggi dicono che: -siccome- i disoccupati neolaureati sono la meta’ dei disoccupati neo-diplomati -allora- la laurea e’ piu’ conveniente del diploma.

I giornali di oggi dicono che siccome e’ cresciuta al 37% la quota di abitazioni acquistate attraverso un mutuo allora e’ un buon segnale di ripresa economica.
Spero che questo 37% siano tutti investitori, altrimenti significa che siamo ancora indietro in quanto educazione finanziaria.

Come si fa a scrivere certe cose senza considerare che se ti va bene ti laurei a 25 anni.
Come si fa a passare cosi’ tanto tempo sui banchi di scuola? Inizi a 6 anni e finisci a 25 (se va bene). Sono ben 19 anni!
E quando finalmente dopo 19 anni esci dalla scuola ed entri nel mondo del lavoro, non sai fare nulla di cio’ che ti chiedono.
Perche’ hai capacita’ poco richieste dal mondo.
Magari quando avevi 19 anni ti eri iscritto all’universita’ ed erano richieste, ma dopo 5 anni sono diventate obsolete.
Il tempo non te lo rida’ indietro nessuno.

E se proprio trovi un impiego te lo devi giocare con altri migliaia di laureati, quindi non hai molto potere contrattuale…
Con i pochi soldi accumulati il nostro laureato decide giustamente di comprarsi una casa, visto che ha superato la trentina

Legge i giornali che dicono che e’ una bella notizia che le banche diano nuovamente i mutui.

Indovina dove finiscono i pochi soldi accumulati? Nel MUTUO tombale.
Il nostro laureato ha passato 19 anni sui banchi di scuola per ritrovarsi schiavo gia’ a 30 anni.

Le universita’ e le banche ringraziano.

Non sono contro l’educazione e lo studio, ma vedo che la ruota del topo gira gira gira sempre piu’ forte e la gente ripete vecchi schemi che non funzionano piu’, conducendo una vita senza scopo.

Come fanno i giornalisti a spingere i giovani a essere cosi’ poco efficaci nella vita?

Come si fa a scrivere certe favole, che poi vengono lette dai giovani? Finiscono per crederci davvero…

Io dico : studiate, ma non perdete tempo. Studiate cio’ che vi piace, ma che sia utile per la societa’, che crei un valore per gli altri.
E studiate  il piu’ possibile, non solo a scuola, siate curiosi. Studiate fino alla fine dei vostri giorni.

Come vivere di rendita: l’automobile e’ un passivo

I recenti guasti della mia auto, e i costi per la riparazione mi hanno costretto a ripensare seriamente alla mobilita’.

Kyiosaki dice che la casa e’ un passivo. Io dico che l’automobile e’ un passivo!

L’anno scorso ho speso 3000 euro per l’auto. 
Ritengo che sia decisamente troppo, visto che sono soldi a perdere.
Se dovessi ragionare da investitore, direi che l’auto e’ un investimento da non considerare neanche.
Per comprarla ho speso piu’ di 20.000 euro.
Per mantenerla escono dal mio bilancio circa 2.000 euro all’anno in media.
Non mi rende neanche un centesimo di euro.
Il ROI e’ negativo.
Il cashflow e’ negativo.

Oltre ai costi economici vanno sommate tutte le perdite di tempo per pagare il bollo, l’assicurazione, passare in officina, per lavarla e pulirla.

Il quadro’ e’ decisamente negativo. Solo per questi motivi, visto che voglio vivere di rendita dovrei sbarazzarmene all’istante.
Sebbene l’auto non mi dia una rendita diretta, purtroppo e’ ancora importante per spostarmi da un luogo a un altro.

Ho elencato gli usi che ne ho fatto e che ne faro’ :
- per andare a fare la spesa
- per andare al lavoro
- per il piacere di guidare
- per andare in vacanza d’estate
- per andare a trovare qualche amico o parente
- per uscire la domenica
- per andare nei luoghi non raggiungibili coi mezzi pubblici o con la bici
- per visitare gli immobili (in futuro)
- per andare a comprare oggetti
- per fare traslochi
- per emergenze

Ho scoperto che per le prima 4 voci potrei sbarazzarmi delle 4 ruote e avrei gia’ una soluzione alternativa.
Sono tutti gli altri usi che mi legano ancora  al possesso di un’automobile, ma credo che anche per gli altri utilizzi tutto dipenda da quanto sono disposto a cambiare abitudini.
Nel frattempo continuero’ a studiare le alternative.

Entrate automatiche: come valutare i rendimenti del conto deposito

Credo di aver trovato il miglior conto deposito non vincolato sul mercato attuale.
Ecco come ho valutato i rendimenti.

Non ero soddisfatto dell’1,80% lordo che offre il mio. Volevo un rendimento superiore senza vincolare alcuna somma.

Grazie alla segnalazione di Claudio ho trovato uno non vincolato al 2% lordo.
Pero’ ho scoperto che e’ un tasso promozionale che scadra’ a giugno, cosi’ ho continuato la ricerca.

Ne ho trovato uno al 2,50% lordo (2,00% netto), quindi credo proprio che spostero’ la mia liquidita’ li’, ma non tutta…
Una parte penso di destinarla a uno strumento ancor piu’ interessante

E’ un po’ piu’ rischioso, ma pare che il rendimento oscilli intorno al 6%….

Credo che provero’ a testarlo e magari scrivero’ un articolo dedicato.

Ho evitato di fare i nomi delle banche per non fare pubblicita’.
Se vuoi saperne di piu’, mandami una email a : info@crealavitachevuoi.com

Saro’ ben lieto di risponderti.

Problem solving

Ieri mio papa’ ha voluto provare a riparare la mia auto, mentre ero al lavoro.
Gli ho suggerito per telefono di provare prima a sostituire la batteria.
Ne ha acquistata una , l’ha montata e la macchina e’ ripartita.

Problem solved! 

Sul quadro dei comandi rimangono ancora accese delle spie poco rassicuranti, ma questo e’ un problema che risolvero’ in officina.

L’aspetto piu’ interessante e’ aver risolto un problema con una telefonata.
Smettere di lavorare vuol dire anche questo
+1 per l’efficienza.

La scelta di abitare vicino ai miei sta dando i suoi frutti.
Stare vicini rende la vita piu’ semplice.  ,)

Ora pensero’ a come sdebitarmi con il mio vecchio.

Smettere di lavorare: la sicurezza della liberta’ finanziaria

 

Il guasto alla mia auto non ha pregiudicato la mia routine.
Stamattina c’e’ un bellissimo sole e attraversare il parco del mio quartiere con questa luce e’ molto rilassante.
Che bello andare a piedi fino alla stazione della metropolitana !

Durante il tragitto, non essendo impegnato a guidare posso riflettere su molte cose.

A volte mi piacerebbe avere una bottega tutta mia, in cui svolgere un mestiere che conosco come le mie tasche, dove tutto avviene all’interno di quelle quattro mura.

Invece lavoro in una multinazionale.
Per carita’ non mi lamento. Per un perfetto topo inserito nella ruota ”studia-lavora-guadagna-dacci i tuoi soldi”, questo lavoro va benissimo, perche’ ti fa rimanere intrappolato nella ruota e ti da’ la sensazione di essere al sicuro.
Ahhh…che bella la  sicurezza che ti da’ il posto di lavoro…

Pero’ in questi giorni non mi sento affatto al sicuro. Read more »

Una bella mattinata

Oggi sembra esplosa la primavera: cielo blu, prati verdi, sole in faccia.
Sono andato al lavoro in bici attraversando prati e parchi: una vera goduria pedalare con calma in mezzo alla natura.

Peccato che la scelta del mezzo di trasporto sia stata obbligata dagli eventi.

Ore 9.00 mobiliere – doveva sistemarmi una parte della cucina
Ore 10.00 – mi reco in auto a ritirare una ricevuta nel paese confinante
Ore 11.00 – da li’ vado al lavoro, ma durante il tragitto mi si accende la spia della batteria. Decido di tornare a casa per precauzione.
Ore 11.20 – lascio l’auto sotto casa. La spengo e la riaccendo: morta. (come temevo…). Vabbe’, prendo la metropolitana.
Ore 11.40 - arrivo a piedi in stazione e ha le porte chiuse! Riprovo: sono proprio chiuse… mi sono ricordato che oggi c’era lo sciopero dei mezzi…  :( Decido di rispolverare la bici.
Ore 11.55 – problem solving  :-)
Ore 12.00 inizio a pedalare
Ore 12.20 – sono arrivato in ufficio.

Tutto sommato e’ stata una bella mattinata. Mai arrendersi!

Anche se sono riuscito nell’impresa :) resta il fatto che dovro’ riparare l’auto. Significa nuove spese all’orizzonte.
Dato che l’anno scorso mi e’ costata circa 3.000 euro tra benzina, bollo, assicurazione e manutenzione, sto seriamente considerando di spostarmi in modo meno costoso.

Ti terro’ aggiornato anche su questo, visto che uno dei due modi per vivere di rendita e’ ridurre le spese il piu’ possibile.
L’altro modo non sto neanche a dirtelo tanto e’ banale…