Monthly Archives: agosto 2012

Pesca una carta e giocatela bene.


Qualche giorno fa siamo stati a Orvieto, e’ davvero bella bella !
Potrebbe essere lei la citta’ dove prenderemo casa.
Ha una freschezza medievale e tutto e’ a misura d’uomo.
Ci piace.
Ieri sono andato a prendere la zanzariera, e’ da parecchie settimane che volevo acquistarla.

Devo montarla nella porta-finestra.
La scorsa settimana ne trovai una a 100 euro, ed aveva la confezione aperta.
Era avvolta nel cellophane trasparente percio’ era possibile vederne il contenuto.
La zanzariera non aveva neanche un graffio
Avrei potuto spuntare un buon prezzo , sarebbe stato un ottimo affare, ma il giorno ero un po’ di fretta e decisi di acquistarla al mio rientro da Roma.
Ieri torno per acquistarla e non c’era piu’.

Ecco come buttare al vento le occasioni.
Avrei potuto cogliere l’opportunita’ al volo.

Da piccolo mi piaceva giocare a monopoli, ma non ho mai capito perche’ la distinzione delle carte era tra ‘probabilita’ e ‘imprevisti’

Preferisco la divisione tra ‘piccoli affari’ e ‘grandi affari’.

Certo, ancora non puoi pescare dal mazzo ‘grandi affari’.

Pero’ puoi pescare dal mazzo ‘piccoli affari’ : puo’ esserci una buona carta per te o una carta inutile.
Sta a te decidere se giocartela bene o metterla in fondo al mazzo.

Come fare 100 euro in 10 minuti.

Riprendo in mano il blog dopo un mese di assenza.
Quante cose possono succedere in 30 giorni !
Milano, Roma, Sardegna, Valle D’aosta.
Tante persone , alcune nuove , alcune vecchie conoscenze.
Arte, storia, natura.
Con mia moglie abbiamo girato mezza Italia, stanchi ma felici.
Siamo stati nelle spiagge piu’ belle e incontaminate del mediterraneo, spiagge bianche, mare turchese cristallino, dove ci si arriva solo tramite strade sterrate.
Abbiamo cenato a base di pesce in ristoranti con terrazze sul mare.
Abbiamo visto gli stambecchi a 2700 metri di quota.
Abbiamo adocchiato alcune ville in riva al mare dove ci piacerebbe vivere.

Sono solo sogni e fantasie ?
Inutile fantasticare, giusto ?
Meglio rimettersi a lavorare e chiudere il cassetto dei sogni, tanto non si avvereranno mai.
Questo sarebbe il flusso di pensieri che scatta nella maggioranza di noi.

Pero’ i sogni nascono dal nostro desiderio.
Se una cosa mi piace, e non nuoce a nessuno, perche’ non dovrei andarmela a prendere ?

Puo’ essere una bella casa, una professione, una persona, uno stile di vita.
Non ci sono limiti ai sogni.
Io penso che siano stati inventati per farci avere uno scopo nella vita, altrimenti vivere e’ solo respirare e mangiare.

Quando settimana scorsa abbiamo visto gli stambecchi arrampicati sulle rocce a 2700 metri di altitudine, ci siamo chiesti come diavolo facciano a vivere li’ e soprattutto come ci siano arrivati solo grazie ai loro zoccoli senza finire nel precipizio.
Visto che non trovavamo risposta, abbiamo semplicemente accettato il fatto che ci erano riusciti.
Questa immagine per me e’ fonte di ispirazione.
Volere e’ potere.

In questo mese non ho avuto risultati tangibili per quanto riguarda il mio sogno di liberta’ finanziaria, anche perche’ devo essere onesto, non ho fatto nulla per raggiungerli, ma ho ugualmente messo altri mattoncini alla sua costruzione.
L’importante non e’ arrivare subito alla realizzazione del sogno, l’importante e’ entrarci dentro e lavorare per esso.

Intanto il mio conto corrente e’ il doppio dell’anno scorso.

Inoltre ieri ho messo a segno due trattative.

Assicurazione auto.
Mi e’ arrivata una proposta di rinnovo per 639 euro dalla mia attuale compagnia.
Facendo altri preventivi con altre compagnie, mi risultava una differenza di 100 euro.
Persino facendo il preventivo dal sito della mia attuale compagnia veniva 100 euro in meno !
Dunque mi son detto ‘perche’ dovrei regalare 100 euro ?’
Cosi’ ho fatto un po’ di telefonate alla mia compagnia e son riuscito a scendere fino a 573 euro.
Voglio provare a scendere di altri 30 euro.
Voi direte : ma perche’ tutto questo sbattimento ? perche’ non cambi semplicemente compagnia visto che le altre costano 100 euro in meno ?
Boh, non saprei.
Forse per il gusto della trattativa, o forse perche’ chi lascia la vecchia strada per la nuova sa quel che lascia ma non sa quel che trova…

Ieri ero in giro con mia moglie alla ricerca di una bici per lei.
Le serve giusto per girare in citta’, e volevamo spendere il minimo indispensabile.
Siamo andati in un centro commerciale e mia moglie ne ha vista una che costava 120 euro.
Le e’ piaciuta, ma si vede che era piaciuta anche ad altra gente, che nel maneggiarla l’aveva riempita di graffi.
Purtroppo era l’ultimo pezzo rimasto di quella serie.
In passato , il mio vecchio ‘io’ avrebbe pensato ‘che peccato’.
Ieri invece ho pensato ‘ecco dei buoni motivi per tirare giu’ il prezzo’.
Abbiamo controllato che la meccanica e tutto il resto fosse a posto, dopodiche’ abbiamo chiesto se in magazzino ne avevano una senza graffi.
Non ce l’avevano, dunque gli ho chiesto se ci facevano uno sconto visto il pessimo stato della verniciatura.
Ci hanno fatto il 20% di sconto.
La cosa carina e’ stata che il loro incaricato mentre scriveva il modulo con l’autorizzazione , ha applicato un ulteriore sconto , scendendo fino al 25%.
Noi ci siamo portati a casa una bici praticamente nuova, pagandola 90 euro.
Loro hanno venduto un pezzo non in perfette condizioni.
Adoro le situazioni in cui tutti sono contenti.

Ricapitolando :
Prezzo iniziale polizza auto : 639 euro
Prezzo dopo trattativa : 573 euro
Risparmio : 66 euro
Tempo impiegato per la trattativa : 5 minuti

Prezzo iniziale bici : 120 euro
Prezzo dopo trattativa : 90 euro
Risparmio : 30 euro
Tempo impiegato per la trattativa : 5 minuti

Totale risparmio : 96 euro.
Tempo totale impiegato 10 minuti.